Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVIII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 


 ABC Vino  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Produttori 
  Gusto DiVino Numero 53, Giugno 2007   
Amarone a ConfrontoAmarone a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 52, Maggio 2007 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 54, Estate 2007

Amarone a Confronto

Ricco, potente e concentrato tuttavia morbido ed elegante, il grande vino della Valpolicella è da anni uno dei protagonisti indiscussi dell'enologia italiana nel mondo

 Dici Amarone della Valpolicella e subito pensi a un grande vino, un vino importante ricco di fascino ed eleganza, potente eppure garbato nella sua vellutata morbidezza. Oramai considerato un vino di culto, l'Amarone della Valpolicella - o semplicemente Amarone - appartiene da anni alla categoria dei cosiddetti vini importanti, uno di quei vini che vantano innumerevoli appassionati nel mondo, ricercato e apprezzato ovunque. Il segreto del successo dell'Amarone - oltre all'insostituibile ruolo della Valpolicella, delle uve con le quali è prodotto e della particolare tecnica di vinificazione - è certamente rappresentato dalle sue qualità organolettiche, un vino robusto e potente, ma di classe ed eleganza unica, carezzevole quanto basta, irruente e potente quanto basta. L'Amarone della Valpolicella è una sorprendente scoperta sensoriale sotto ogni aspetto: intenso nei colori, spesso impenetrabile alla luce, un'esplosione di aromi e sapori che con il tempo assumono una notevole complessità.

 La “scoperta” dell'Amarone è piuttosto recente, poiché si tratta di una derivazione del tradizionale Recioto della Valpolicella. Se è vero che la storia del Recioto della Valpolicella è lunga di molti secoli, quella dell'Amarone della Valpolicella è molto più recente. Il Recioto, com'è noto, è un vino dolce prodotto con uve appassite. Nella Valpolicella si racconta che l'Amarone non è altro che un Recioto scapà, cioè “scappato” dal controllo del cantiniere e che completa la sua fermentazione, con il risultato di ottenere un vino secco - cioè amaro - senza alcuna traccia di dolcezza. Nessuna dolcezza, ma tuttavia tanta morbidezza che si unisce all'esuberanza dei tannini e dell'imponente struttura: un vino che difficilmente passa inosservato quando lo si versa nei calici. Con il tempo l'Amarone si impone sul Recioto, probabilmente anche a causa del cambiamento dei gusti dei nostri tempi, diventando oggi il vino più rappresentativo e famoso della Valpolicella.

 

I Vini della Degustazione

 L'Amarone della Valpolicella è prevalentemente prodotto con le uve Corvina, Rondinella e Molinara - alle quali spesso si unisce il Corvinone - opportunamente appassite e quindi vinificate. Secondo il disciplinare di produzione, l'Amarone deve maturare per almeno due anni, anche se spesso i produttori lasciano maturare i loro vini per periodi molto più lunghi. L'uva principale dell'Amarone della Valpolicella è certamente la Corvina, responsabile della potenza e della notevole struttura del vino, accentuata anche dalla concentrazione ottenuta mediante l'appassimento. Le altre due uve “ufficiali” dell'Amarone sono la Rondinella e la Molinara, anche se in genere partecipano alla composizione del vino in modo relativamente marginale, lasciando la parte del protagonista alla robusta Corvina che può essere presente anche per il 70%. Un ruolo importante è inoltre svolto dal Corvinone, fra l'altro oggetto di proposta di revisione dell'attuale disciplinare di produzione, nel quale si chiede l'ufficializzazione dell'uso del Corvinone e l'eliminazione dell'obbligatorietà d'uso della Rondinella e della Molinara.


I tre Amarone della nostra degustazione comparativa
I tre Amarone della nostra degustazione comparativa

 Lo scopo della nostra degustazione comparativa è quello di comprendere le qualità organolettiche dell'Amarone e i tre vini scelti, dal punto di vista produttivo ed enologico, si possono considerare “simili”. I tre Amarone selezionati per la nostra degustazione comparativa - nonostante ognuno di questi esprima una personalità assolutamente propria - sono principalmente prodotti con le stesse uve e tutti e tre seguono un periodo di maturazione in botte. Il primo vino della nostra degustazione è l'Amarone della Valpolicella di Ca' Rugate, prodotto con uve Corvina, Corvinone e Rondinella, maturato in botte per circa 30 mesi. Il secondo vino è l'Amarone della Valpolicella Classico di Allegrini, prodotto con la classica “ricetta” di Corvina, Rondinella e Molinara, maturato in botte per 19 mesi. Il terzo vino della nostra degustazione comparativa è l'Amarone della Valpolicella Classico Campolongo di Torbe di Masi, anche in questo caso prodotto con Corvina, Rondinella e Molinara, maturato in botte per 3 anni. I tre vini saranno serviti a una temperatura di 18° C e per la valutazione sensoriale si useranno, come di consueto, tre calici da degustazione ISO.

 

Esame Visivo

 L'Amarone della Valpolicella è un vino complesso, ricco e intenso non solo negli aromi e nei sapori, ma anche nei colori. La produzione dell'Amarone prevede l'impiego di uve appassite e il procedimento di appassimento, oltre a concentrare il succo, concentra anche il colore. Per questo motivo, l'Amarone della Valpolicella è generalmente caratterizzato da colori piuttosto cupi e densi nei quali si osserva il rosso rubino intenso, spesso rosso granato, quest'ultimo visibile anche nelle sfumature. La trasparenza dell'Amarone della Valpolicella è piuttosto ridotta, spesso impenetrabile alla luce, una qualità anche questa derivante dalla concentrazione del mosto e dalla successiva macerazione con le bucce durante la fermentazione. Con il tempo, la trasparenza dell'Amarone continuerà ad essere piuttosto ridotta, nonostante si possano osservare anche degli evidenti depositi sul fondo, e il colore tenderà ad assumere evidenti tonalità rosso granato e sfumature rosso arancio.

 Il primo vino del quale prenderemo in esame l'aspetto è l'Amarone della Valpolicella di Ca' Rugate. Mantenendo il calice inclinato sopra una superficie bianca - è sufficiente un foglio di carta pulito - valuteremo il colore alla base della massa liquida. Si noterà un colore rosso rubino intenso e una trasparenza piuttosto ridotta, quasi impenetrabile alla luce. Osservando l'estremità del vino, verso l'apertura del calice, si noteranno sfumature rosso granato. Passiamo ora alla valutazione dell'aspetto del secondo vino: Amarone della Valpolicella Classico di Allegrini. Mantenendo il calice inclinato, si osserverà un colore rosso rubino intenso, tuttavia più cupo rispetto al vino precedente, e sfumature rosso granato. La trasparenza di questo Amarone è inferiore a quella del vino precedente, in questo caso non si osserva alcun passaggio di luce. L'aspetto dell'ultimo vino - l'Amarone della Valpolicella Classico Campolongo di Torbe di Masi - non differisce di molto rispetto ai vini precedenti. Il suo colore è infatti rosso rubino cupo con sfumature rosso granato, e la trasparenza piuttosto ridotta, quasi impenetrabile alla luce.

 

Esame Olfattivo

 Il profilo olfattivo dell'Amarone della Valpolicella è, al naso del degustatore, un'esperienza ricca e molto formativa. In questo vino si trovano infatti aromi appartenenti a diverse famiglie, dagli aromi di fiori e frutta, agli aromi empireumatici e balsamici. Poiché l'Amarone sostiene lunghi periodi di affinamento in bottiglia - grazie ai polifenoli e all'alcol può maturare anche per alcune decine di anni - gli aromi sviluppano con il tempo qualità estremamente complesse. Fra le qualità aromatiche primarie dell'Amarone spiccano certamente quelle di fiori e frutta. La violetta e la rosa sono gli aromi floreali più tipici dell'Amarone, mentre nel regno della frutta si distinguono prevalentemente mora, amarena e prugna, anche in confettura. Frequenti sono anche gli aromi balsamici, in particolare quello di mentolo ed eucalipto. Fra gli aromi complessi solitamente percepiti nell'Amarone sono frequenti quelli di vaniglia, cioccolato e cacao, mentre con un adeguato periodo di affinamento, emergeranno anche aromi più complessi di tabacco, liquirizia, cuoio, cannella, chiodo di garofano, pepe nero, macis e rabarbaro.


 

 Come di consueto, la valutazione olfattiva dei vini sarà suddivisa in due fasi distinte: nella prima si valuteranno gli aromi di apertura, cioè quelli che richiedono una quantità minore di ossigeno per volatilizzare, mentre nella seconda si valuteranno gli altri aromi, cioè quelli composti da molecole più “pesanti” e che richiedono quindi una quantità maggiore di ossigeno per rivelarsi. Inizieremo la valutazione degli aromi dall'Amarone della Valpolicella di Ca' Rugate. Mantenendo il calice in posizione verticale e senza rotearlo, procediamo con la prima olfazione che consentirà la valutazione degli aromi di apertura. Dal calice si percepiranno aromi di mora, amarena e prugna, la tipica apertura dell'Amarone della Valpolicella. Dopo avere roteato il calice, procederemo con la seconda olfazione che consentirà la percezione di un quadro aromatico piuttosto ricco e nel quale si riconosceranno violetta, mirtillo, vaniglia, liquirizia, cannella, tabacco, cioccolato, macis, pepe rosa e mentolo, oltre a una piacevole nota di smalto.

 Passiamo ora alla valutazione dell'Amarone della Valpolicella Classico di Allegrini. Mantenendo il calice verticale e senza rotearlo, procediamo con la prima olfazione così da valutare gli aromi di apertura. Dal calice emergeranno aromi puliti e intensi di confettura di more, confettura di amarene e prugna, anche in questo caso un'apertura tipica dell'Amarone, anche se - rispetto al vino precedente - cominciano ad emergere aromi più “maturi”. La seconda olfazione, dopo avere roteato il calice, completerà il profilo olfattivo del vino con aromi di viola appassita, mirtillo, liquirizia, vaniglia, tabacco, cannella e cacao, oltre a piacevoli accenni di china e smalto. Anche l'apertura dell'ultimo vino - l'Amarone della Valpolicella Classico Campolongo di Torbe di Masi - offre un'apertura molto tipica: mora, amarena e prugna. La seconda olfazione, dopo avere roteato il calice, farà emergere aromi di viola appassita, mirtillo, liquirizia, tabacco, vaniglia, pepe rosa, cacao, cannella e macis, oltre a un piacevole aroma di smalto e quello più complesso del cuoio.

 

Esame Gustativo

 Dal punto di vista gustativo, l'Amarone della Valpolicella è un vino piuttosto ricco e denso, con astringenza piuttosto marcata, comunque equilibrata sia dalla dalla spiccata morbidezza sia dal notevole volume alcolico. Anche l'acidità - nonostante sia piuttosto “coperta” dalla morbidezza e dall'alcol - è piacevolmente percettibile nell'Amarone della Valpolicella, contribuendo all'armonia e all'equilibrio. L'attacco dell'Amarone è tipicamente astringente e alcolico, al quale si unisce l'evidente sensazione di corpo pieno, decisamente robusto. La struttura dell'Amarone è ovviamente determinata anche dal tipo di botte utilizzato per la maturazione e dal suo volume. Poiché si tratta di un vino prodotto con uve appassite, il volume alcolico dell'Amarone è considerevole, con una media di 14,5% e non è raro trovare vini con volumi superiori. La presenza dell'alcol contribuisce tuttavia a mitigare l'effetto dell'astringenza e a rendere il vino più morbido e carezzevole, qualità che rende l'Amarone particolarmente gradevole.

 Il primo vino del quale prenderemo in esame le qualità gustative è l'Amarone della Valpolicella di Ca' Rugate. L'attacco di questo Amarone è tannico e subito si fa notare per la sua robusta struttura, seguita dalla sensazione pseudo calorica dell'alcol. Notare l'ottima corrispondenza con il naso, in particolare il sapore di mora. Si noti inoltre, la piacevole e ottima morbidezza, una qualità tipica dell'Amarone e determinante - unitamente all'alcol - per l'equilibrio dei tannini. Passiamo ora al secondo vino: Amarone della Valpolicella Classico di Allegrini. L'attacco è ancora una volta tannico, tuttavia con un'astringenza meno aggressiva rispetto all'Amarone precedente, con tannini più “maturi” equilibrati sia dall'alcol, sia dalla morbidezza. Anche l'attacco dell'ultimo vino - l'Amarone della Valpolicella Classico Campolongo di Torbe di Masi - è tannico, dimostrando subito al primo sorso una notevole struttura. Anche in questo caso, l'equilibrio è ottimamente ottenuto sia dall'alcol sia dalla morbidezza, con tannini “levigati” e piacevoli in bocca. Si noti, infine, l'ottima corrispondenza con il naso di tutti e tre i vini, in particolare il sapore di mora e prugna.

 

Considerazioni Finali

 Grazie alla particolare tecnica di produzione, nella quale si usano uve appassite, un processo che porta alla concentrazione del succo e delle sue qualità organolettiche, l'Amarone è generalmente caratterizzato da persistenze gusto olfattive piuttosto lunghe, come nel caso dei vini della nostra degustazione comparativa. Il finale dell'Amarone della Valpolicella di Ca' Rugate è molto persistente, lasciando in bocca puliti ricordi di mora, amarena e prugna: una chiusura tipica dell'Amarone. Un finale analogo - molto persistente e pulito - si percepisce anche nell'Amarone della Valpolicella Classico di Allegrini, con intensi ricordi di mora, amarena e prugna. L'ulteriore conferma è offerta dall'Amarone della Valpolicella Classico Campolongo di Torbe di Masi: lunghissima persistenza e pulizia nei sapori di mora, amarena e prugna. Nelle fasi conclusive della degustazione, è inoltre interessante la valutazione dell'influsso svolto dai diversi periodi di maturazione in botte sul gusto, in tutti e tre i casi molto equilibrato e per nulla invadente.

 






 ABC Vino  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Produttori 
  Gusto DiVino Numero 53, Giugno 2007   
Amarone a ConfrontoAmarone a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 52, Maggio 2007 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 54, Estate 2007

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Voira 2005, Cantine Cipressi (Molise, Italia)
Voira 2005
Cantine Cipressi (Molise, Italia)
Uvaggio: Chardonnay (75%), Trebbiano Toscano (15%)
Prezzo: € 7,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Voira si presenta con un colore giallo paglierino intenso e sfumature giallo paglierino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di mela, susina e mandorla seguite da aromi di biancospino, nespola, pera e pompelmo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di susina, mela e mandorla. Voira matura per alcuni mesi in barrique.
Abbinamento: Zuppe di funghi, Pasta e risotto con verdure e pesce, Pesce saltato



Molise Tintilia Macchiarossa 2004, Cantine Cipressi (Molise, Italia)
Molise Tintilia Macchiarossa 2004
Cantine Cipressi (Molise, Italia)
Uvaggio: Tintilia
Prezzo: € 16,00 Punteggio:
Molise Tintilia Macchiarossa si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena e prugna seguite da aromi di mirtillo, mora, ciclamino, violetta, pepe nero, vaniglia e carruba. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Molise Tintilia Macchiarossa matura per circa 12 mesi in botte.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Vermentino di Gallura Superiore Arakena 2005, Cantina del Vermentino (Sardegna, Italia)
Vermentino di Gallura Superiore Arakena 2005
Cantina del Vermentino (Sardegna, Italia)
Uvaggio: Vermentino
Prezzo: € 18,00 Punteggio:
Vermentino di Gallura Superiore Arakena si presenta con un colore giallo paglierino chiaro e sfumature giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di pera, mela e ananas seguite da aromi di mandorla, biancospino, pesca, ginestra, rosmarino, susina e vaniglia. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mela, susina e ananas. Questo vino fermenta in botte.
Abbinamento: Pasta e risotto con pesce e crostacei, Pesce alla griglia, Pesce stufato



Galana 2000, Cantina del Vermentino (Sardegna, Italia)
Galana 2000
Cantina del Vermentino (Sardegna, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon (20%), Sangiovese (20%), Carignano (20%), Cagnulari (20%), Bovale (20%)
Prezzo: € 18,00 Punteggio:
Galana si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e geranio seguite da aromi di lampone, violetta, vaniglia, tabacco, pepe rosa, mentolo e cannella. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e lampone. Galana matura per 13 mesi in botte a cui seguono almeno 10-15 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Alicante 2004, Durin (Liguria, Italia)
Alicante 2004
Durin (Liguria, Italia)
Uvaggio: Alicante
Prezzo: € 13,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo Alicante si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena e prugna seguite da aromi di rosa, mora, vaniglia, carruba e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Questo vino matura per 10-12 mesi in barrique a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati di carne, Formaggi stagionati



Pornassio Ormeasco Passito 2005, Durin (Liguria, Italia)
Pornassio Ormeasco Passito 2005
Durin (Liguria, Italia)
Uvaggio: Ormeasco
Prezzo: € 15,00 - 0,375l Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Alla vista si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di fragola, ciliegia e lampone seguite da aromi di rosa, prugna, viola appassita, vaniglia e cannella. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco dolce e leggermente tannico, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di fragola, ciliegia e prugna. Pornassio Ormeasco Passito matura in piccole botti di rovere.
Abbinamento: Crostate di frutta, Pasticceria secca



Rosa Rosae 2006, Guerrieri Rizzardi (Veneto, Italia)
Rosa Rosae 2006
Guerrieri Rizzardi (Veneto, Italia)
Uvaggio: Corvina (65%), Rondinella (20%), Sangiovese (10%), Marcobona (5%)
Prezzo: € 9,80 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Rosa Rosae si presenta con un colore rosa buccia di cipolla brillante e sfumature rosa tenue, trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di ciliegia, lampone e fragola seguite da aromi di ciclamino, pesca, rosa e susina. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, lampone e fragola. Rosa Rosae matura per 3 mesi in vasche di acciaio e cemento.
Abbinamento: Paste ripiene, Pesce arrosto, Zuppe di pesce, Carne bianca saltata



Valpolicella Classico Superiore Ripasso Pojega 2005, Guerrieri Rizzardi (Veneto, Italia)
Valpolicella Classico Superiore Ripasso Pojega 2005
Guerrieri Rizzardi (Veneto, Italia)
Uvaggio: Corvina, Corvinone (85%), Rindonella, Molinara (15%)
Prezzo: € 9,80 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di prugna, amarena e mora seguite da aromi di lampone, violetta, vaniglia e pepe rosa. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Valpolicella Classico Superiore Ripasso Pojega matura per almeno 12 mesi in botte.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Merlot di San Leonardo 2004, Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Merlot di San Leonardo 2004
Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Uvaggio: Merlot
Prezzo: € 14,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Merlot di San Leonardo si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mirtillo, macis, vaniglia ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e ribes. Questo Merlot matura per 18 mesi in botte a cui seguono almeno 4 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Paste ripiene, Carne saltata con funghi, Carne alla griglia



Villa Gresti 2003, Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Villa Gresti 2003
Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Uvaggio: Merlot (90%), Carmenère (10%)
Prezzo: € 33,00 Punteggio:
Villa Gresti si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ribes, prugna e amarena seguite da aromi di mirtillo, vaniglia, cioccolato, fagiolino, peperone, liquirizia, tabacco, cioccolato, pepe rosa ed eucalipto. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque ben equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di amarena, ribes e amarena. Un vino ben fatto. Villa Gresti matura per 12-14 mesi in barrique a cui seguono 12 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Carmenere Pił 2005, Inama (Veneto, Italia)
Carmenere Più 2005
Inama (Veneto, Italia)
Uvaggio: Carmenère (60%), Merlot (30%), Raboso Veronese (10%)
Prezzo: € 13,00 Punteggio:
Carmenere Più si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mirtillo, peperone, vaniglia, violetta, cacao e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e ribes. Carmenere Più matura per 12 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati di carne



Bradisismo 2003, Inama (Veneto, Italia)
Bradisismo 2003
Inama (Veneto, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon (70%), Carmenère (20%), Merlot (10%)
Prezzo: € 28,00 Punteggio:
Bradisismo si presenta con un colore rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mora, violetta, peperone, vaniglia, tabacco, liquirizia, cacao, cannella, macis ed eucalipto. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di ribes, amarena e prugna. Un vino ben fatto. Bradisismo matura per 15 mesi in barrique.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Magone 2004, Sergio Mottura (Lazio, Italia)
Magone 2004
Sergio Mottura (Lazio, Italia)
Uvaggio: Pinot Nero
Prezzo: € 18,00 Punteggio:
Magone si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di ciliegia e prugna seguite da aromi di lampone, mirtillo, ciclamino e cannella. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di prugna e ciliegia. Magone matura per 12 mesi in botte a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Paste ripiene, Stufati di carne, Carne arrosto



Nenfro 2003, Sergio Mottura (Lazio, Italia)
Nenfro 2003
Sergio Mottura (Lazio, Italia)
Uvaggio: Merlot (60%), Montepulciano (40%)
Prezzo: € 16,70 Punteggio:
Nenfro si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, tabacco, cioccolato e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Nenfro matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 12 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Soleggio 2004, Principe Pallavicini (Lazio, Italia)
Soleggio 2004
Principe Pallavicini (Lazio, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon
Prezzo: € 10,80 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Soleggio si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena e mirtillo seguite da aromi di ribes, prugna, violetta, vaniglia e carruba. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e mirtillo. Soleggio matura per 12 mesi in barrique.
Abbinamento: Stufati di carne con funghi, Carne alla griglia, Carne arrosto



Moroello 2004, Principe Pallavicini (Lazio, Italia)
Moroello 2004
Principe Pallavicini (Lazio, Italia)
Uvaggio: Sangiovese Grosso, Merlot
Prezzo: € 19,80 Punteggio:
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mirtillo, cannella, peperone, violetta, tabacco, vaniglia, cioccolato e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e ribes. Moroello matura in botte.
Abbinamento: Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Sottoilcielodelduemiladue 2002, Vigneti Massimi Berucci (Lazio, Italia)
Sottoilcielodelduemiladue 2002
Vigneti Massimi Berucci (Lazio, Italia)
Uvaggio: Cesanese d'Affile (70%), Aglianico (30%)
Prezzo: € 10,60 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso denota aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di prugna e mirtillo seguite da aromi di amarena, viola appassita, vaniglia, tabacco, carruba e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Questo vino matura in botte.
Abbinamento: Salumi, Carne stufata con funghi, Carne arrosto



Cesanese del Piglio Vigne Nuove 2003, Vigneti Massimi Berucci (Lazio, Italia)
Cesanese del Piglio Vigne Nuove 2003
Vigneti Massimi Berucci (Lazio, Italia)
Uvaggio: Cesanese d'Affile
Prezzo: € 18,00 Punteggio:
Cesanese del Piglio Vigne Nuove si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con aromi di amarena e mirtillo seguite da aromi di mora, prugna, violetta, vaniglia, tabacco, cannella e carruba. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mirtillo e prugna. Cesanese del Piglio Vigne Nuove matura in botte per 12 mesi a cui seguono 8 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Quaranta/Sessanta 2005, L'Olivella (Lazio, Italia)
Quaranta/Sessanta 2005
L'Olivella (Lazio, Italia)
Uvaggio: Syrah (40%), Cesanese (60%)
Prezzo: € 6,90 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Alla vista si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di amarena, prugna e mora seguite da aromi di lampone, fragola, pepe nero e violetta. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna.
Abbinamento: Pasta ripiene con carne, Stufati di carne, Carne alla griglia



Cesanese Maggiore 2003, L'Olivella (Lazio, Italia)
Cesanese Maggiore 2003
L'Olivella (Lazio, Italia)
Uvaggio: Cesanese
Prezzo: € 16,20 Punteggio:
Cesanese Maggiore si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e mirtillo seguite da aromi di violetta, tabacco, vaniglia, liquirizia, cioccolato, macis e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e mirtillo. Cesanese Maggiore matura per 12 mesi in botte.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Formaggi stagionati






 ABC Vino  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Produttori 
  Gusto DiVino Numero 53, Giugno 2007   
Amarone a ConfrontoAmarone a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Quando acquisti un vino, sei più interessato a quelli di:


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Ottobre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Cos'e più importante nella scelta di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.