Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XXII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
DiWineTaste in Twitter DiWineTaste in Instagram DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 
☰ Menu


 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 240, Giugno 2024   
Contrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio ZeroContrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio Zero I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 239, Maggio 2024 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 241, Estate 2024

Contrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio Zero

Due spumanti prodotti per rifermentazione in bottiglia, tuttavia da uve e tecniche completamente diverse, compresi i tempi di produzione, con l'unica qualità comune di esprimere al calice riconoscibile personalità.

 La produzione degli spumanti mediante la rifermentazione in bottiglia rappresenta certamente un metodo capace di conferire ai vini una spiccata personalità, arricchendoli – non da meno – di qualità sensoriali ricche e complesse. Il procedimento, infatti, è costituito da numerosi fattori attraverso i quali è possibile ottenere risultati diversi, sia dal punto di vista enologico, sia da quello sensoriale. La rifermentazione in bottiglia – è bene ricordarlo – non è semplicemente imbottigliare un vino miscelato con lieviti e zuccheri, quindi attendere il risultato o la magia finale, bensì un esercizio enologico che, prima di tutto, richiede competenza, talento e precisione tecnica. Compresa la capacità di conoscere i singoli fattori attraverso i quali è possibile “dare vita” allo spumante finale, a partire dall'uva – o dalle uve – quando procedere con la vendemmia e come produrre il cosiddetto “vino base” da usare per il successivo procedimento della rifermentazione in bottiglia.

 Uve, tecnica, zuccheri, lieviti e, non meno importante, il tempo, sono solamente alcuni dei fondamentali fattori che prendono parte alla magia della creazione di bollicine in bottiglia. Non tutte le uve sono uguali, evidentemente, e quindi ogni uva porterà alla creazione di uno spumante ben diverso da qualunque altro e prodotto con altre uve. A tale proposito, va anche ricordato che non tutte le uve sono adatte alla produzione di vini spumanti rifermentati in bottiglia e, molte di queste, producono innegabilmente risultati più entusiasmanti ed espressivi mediante la rifermentazione in autoclave e per tempi solitamente inferiori a quelli tipici della rifermentazione in bottiglia. Con delle eccezioni, ovviamente. Va detto, infatti, ci sono uve che producono spumanti – sebbene con qualità distinte e distanti – impiegando sia l'uno sia l'altro metodo. La Glera, la varietà con la quale si produce l'Asolo Spumante, è una di queste. Lo stesso, tuttavia, si può affermare anche per il Pinot Nero e lo Chardonnay, due delle varietà impiegate per la produzione del Franciacorta, nonostante siano preferenzialmente spumantizzate mediante la rifermentazione in bottiglia.

 

Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature


 

 Nella provincia di Treviso – in Veneto – l'uva regina indiscussa dei vigneti è certamente il Glera, la varietà con la quale si producono la quasi totalità di bollicine di queste terre. Un tempo conosciuto come Prosecco, in tempi recenti e con lo scopo di meglio identificare e distinguere uve e vini, si è operato il cambiamento del nome dell'uva in Glera, lasciando questo termine all'uso esclusivo dell'identificazione del vino. Asolo è fra i territori del Veneto e della provincia di Treviso che si distingue per la produzione di vini spumanti ottenuti da quest'uva, raggiungendo inoltre il livello qualitativo più elevato del sistema italiano con il riconoscimento della Denominazione d'Origine Controllata e Garantita, DOCG. La produzione dei vini spumanti di questo territorio è normalmente eseguita in autoclave, quindi con il metodo Charmat o Martinotti, ed è così che si produce la maggioranza delle bottiglie della denominazione.

 Il disciplinare di produzione prevede comunque l'impiego della rifermentazione in bottiglia e, quando utilizzato, deve essere indicato in etichetta. Il disciplinare, infatti, prevede la produzione dell'Asolo Prosecco Superiore per rifermentazione in bottiglia senza la separazione dei residui di fermentazione, caratteristica che, in accordo alla modalità di mescita e servizio, influisce sulle qualità organolettiche del vino. Questo metodo di produzione deve riportare in etichetta la dicitura “sui lieviti”, segnalando quindi la presenza di sedimento all'interno della bottiglia. In accordo al disciplinare, i vini base da rifermentare in bottiglia devono appartenere a una sola vendemmia, la rifermentazione deve avvenire fra il 1 marzo e il 30 giugno successivi al raccolto, con una sovrappressione finale in bottiglia non superiore a 0,5 atmosfere. Il vino così ottenuto deve essere commercializzato nella sola tipologia “Brut Nature” – o analoga menzione – e dopo un periodo minimo di 90 giorni di rifermentazione in bottiglia. Per quanto concerne il servizio, esistono due “scuole” distinte. Alcuni preferiscono servirlo rimettendo in sospensione il sedimento – ottenendo quindi un aspetto velato e un profilo sensoriale più ricco – chi invece lo versa nel calice ponendo scrupolosa attenzione a lasciare il sedimento in fondo alla bottiglia, servendo quindi un vino limpido.

 

Franciacorta Dosaggio Zero

 La Franciacorta è stata la prima denominazione vinicola italiana a raggiungere il riconoscimento della Denominazione d'Origina Controllata e Garantita per la produzione di vini spumanti metodo classico. Era infatti il 1995 quando il Franciacorta ottenne questo riconoscimento, dopo quello della Denominazione d'Origine Controllata DOC nel 1967. La Franciacorta si estende nella provincia di Brescia, a sud del lago d'Iseo e le sue tradizioni legate alla produzione di vini mordaci – così si chiamavano sovente nei secoli passati i vini con le bollicine – è ampiamente documentata. La Franciacorta, innegabilmente, ha rappresentato un modello produttivo e associativo di successo fra i primi in Italia, costituendo un riferimento anche per le altre denominazioni del Paese. Si deve riconoscere, infatti, la determinazione condivisa di tutti i produttori nel perseguire e conseguire metodi vitivinicolturali di qualità a beneficio dell'intero territorio, quindi di tutta la denominazione, in ultimo, a vantaggio di ogni singolo produttore.

 Alla base di tutte le bollicine della Franciacorta ci sono le varietà Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco, fra le più apprezzate per la produzione di vini spumanti metodo classico. Il processo produttivo prevede la produzione di un vino base che sarà poi avviato alla seconda fermentazione all'interno di una bottiglia, dopo averlo miscelato con lieviti e zucchero. Il disciplinare di produzione prevede gli stili Bianco, Rosé e Satèn, quest'ultimo caratterizzato da una minore sovrappressione in bottiglia rispetto agli altri stili, così da renderlo al gusto, per così dire, più cremoso e vellutato. Una qualità interessante del processo produttivo del Franciacorta è rappresentato dal tempo minimo di rifermentazione e affinamento in bottiglia sui propri lieviti che, in accordo al disciplinare, deve essere almeno 18 mesi, un tempo ben maggiore rispetto a molti altri vini metodo classico del mondo. Questo tempo è significativamente aumentato nel caso dei millesimati – 30 mesi – e degli stili riserva, per i quali è previsto un tempo minimo di 60 mesi. Al termine di questo periodo, le bottiglie vengono sboccate e quindi ricolmate con una miscela di vino e zuccheri, in accordo ai diversi stili. Il Franciacorta Dosaggio Zero, che prendiamo in esame nella nostra degustazione, non prevede aggiunta di miscele zuccherate, ottenendo quindi uno spumante assolutamente secco e, per così dire, puro e non manipolato dai successivi processi della produzione. A tale proposito si deve ricordare che questo stile può essere identificato in etichetta anche con analoghe menzioni, fra queste Pas Dosé, Nature e Dosage Zero.

 

La Degustazione


Il
colore del Franciacorta Dosaggio Zero
Il colore del Franciacorta Dosaggio Zero

 I vini della degustazione per contrasto di questo mese sono facilmente reperibili in qualunque negozio di vini, poiché si tratta di bottiglie che godono di buoni livelli di produzione e, quindi, di presenza sul mercato. Fra i due, il vino che potrebbe eventualmente rappresentare maggiore difficoltà è l'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature, tuttavia un'enoteca ben fornita sarà sicuramente il posto migliore dove effettuare l'acquisto. Per quanto riguarda lo spumante veneto, ci assicureremo che sia prodotto esclusivamente con uva Glera, considerando che – in accordo al disciplinare – questa può essere presente per un minimo dell'85%. A tale proposito, va detto che la maggioranza dei produttori tende a produrre i propri Asolo Prosecco Superiore con Glera in purezza, tuttavia, è bene essere certi. Per quanto riguarda il Franciacorta Dosaggio Zero, si opterà per una bottiglia prodotta con Pinot Nero in maggioranza e la restante quota di Chardonnay. In merito alle annate, per l'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature si sceglierà l'ultima annata corrente, mentre per il Franciacorta Dosaggio Zero si opterà per un “non millesimato”, cioè senza annata. Entrambi i vini sono serviti in calici da degustazione alla temperatura di 10 °C.

 Iniziamo la degustazione e procediamo con la valutazione dell'aspetto dei due vini, prendendo in esame il calice dell'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature. Mantenendo il calice in posizione verticale e senza rotearlo, osserviamo il vino dall'alto così da valutare il movimento superficiale delle bollicine e la corona. La formazione della spuma intorno al margine del vino, in corrispondenza con la parete del calice, è buona e con dimensione delle bollicine abbastanza sottili. Osserviamo ora lo sviluppo delle bollicine dalla base del calice verso la superficie: si notano persistenti catene di bollicine sottili e in buon numero. Il colore del vino veneto è giallo verdolino intenso con sfumatura che conferma la stessa tonalità. Qualora il vino fosse servito con il suo sedimento, l'aspetto sarà inoltre evidentemente velato. L'osservazione della corona del Franciacorta Dosaggio Zero consente di rilevare una formazione di spuma e bollicine più sottili rispetto al vino precedente, così come lo sviluppo delle bollicine dalla base. Il colore dello spumante lombardo rivela un deciso colore giallo paglierino brillante, tonalità che si conferma – anche in questo caso – nella sfumatura.

 Sebbene i due vini siano prodotti mediante la rifermentazione in bottiglia, i profili olfattivi di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio Zero sono notevolmente diversi. Questo non è dovuto solamente alle caratteristiche olfattive delle rispettive uve – che, in ogni caso, contribuiscono alla composizione complessiva – ma anche da tutti gli altri fattori tipici della produzione degli spumanti rifermentati in bottiglia. Il tempo è certamente uno di questi, fattore che, non da meno, consente ai lieviti e alla loro degradazione di conferire le proprie qualità aromatiche al vino. In questo senso, la bottiglia che evidentemente subisce il maggiore influsso dei lieviti è certamente il Franciacorta Dosaggio Zero, per il quale è previsto un tempo minimo di 18 mesi. Al naso, l'apporto dei lieviti è comunque ben percettibile in entrambi i vini, ovviamente in modo diverso e con un impatto distinto. Questi vini, ovviamente, non sono solamente lieviti e, in entrambi i casi, le qualità olfattive delle rispettive uve sono ben percettibili, considerando in ogni caso che nell'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature si percepirà una maggiore sensazione di “giovane freschezza olfattiva” di fiori e frutti.

 Riprendiamo la degustazione per contrasto di questo mese e procediamo con l'analisi dei profili olfattivi dei due vini, iniziando dall'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature. Manteniamo il calice in posizione verticale e, senza rotearlo, procediamo con la prima olfazione così da apprezzare l'apertura del vino, cioè l'espressione dei suoi profumi primari e identificativi. Dal calice apprezziamo aromi di pera, mela e glicine ai quali si aggiunge il piacevole profumo di crosta di pane, evidente contributo dei lieviti durante la rifermentazione in bottiglia. Roteiamo ora il calice, così da favorire lo sviluppo degli altri profumi, ed effettuiamo la seconda olfazione. Il profilo dell'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature si completa con pesca, ananas, biancospino, mandarino, susina e banana, oltre a un accenno di mandorla. Passiamo ora alla valutazione del Franciacorta Dosaggio Zero e procediamo con l'analisi della sua apertura. Dal calice si percepiscono profumi di mela, banana, susina e crosta di pane, quest'ultimo più intenso ed “evoluto” rispetto al vino precedente. Dopo avere roteato il calice ed effettuato la seconda olfazione, il profilo olfattivo del Franciacorta Dosaggio Zero si completa con biancospino, mandarino, pompelmo, nocciola, pera e ananas.

 Passiamo ora alla valutazione dei profili gustativi dei vini, iniziando dall'esame dell'attacco dell'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature. Prendiamo un sorso di questo vino il quale ci farà immediatamente apprezzare la briosa effervescenza sostenuta da una netta e tagliente freschezza conferita dall'acidità. L'equilibrio è ottenuto grazie all'effetto dell'alcol – che in questi vini è generalmente presente in quantità modeste – oltre alla lieve e piacevole cremosa morbidezza conferita dai lieviti e dalla rifermentazione in bottiglia. In bocca si percepiscono nettamente i sapori di pera, mela, ananas e mandarino. Procediamo con la valutazione del profilo gustativo di Franciacorta Dosaggio Zero, iniziando dal suo attacco. In bocca si percepisce immediatamente l'effervescenza prodotta dall'anidride carbonica – meno aggressiva rispetto al vino precedente – e la netta sensazione di freschezza conferita dall'acidità. L'equilibrio è ottenuto grazie all'alcol – in genere superiore rispetto all'Asolo Prosecco Superiore – e dalla morbidezza conferita dalla rifermentazione in bottiglia, più accentuata rispetto al vino precedente. In bocca si percepiscono i sapori di mela, susina, banana e pompelmo.

 Siamo giunti al termine della nostra degustazione, pertanto procediamo con la valutazione delle sensazioni finali percepite in bocca dopo la deglutizione. Il finale dell'Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature è persistente e in bocca si continua a percepire la sua spiccata acidità oltre ai sapori di pera, mela, ananas e mandarino. Il finale del Franciacorta Dosaggio Zero è parimenti persistente e, rispetto all'Asolo Prosecco Superiore, in bocca si percepisce una sensazione di maggiore struttura oltre all'evidente freschezza tagliente conferita dall'acidità. In bocca percepiamo inoltre i sapori di mela, susina, banana e pompelmo. Il ruolo del tempo di rifermentazione in bottiglia è a questo punto evidente in termini di qualità sensoriali, differenziando i due vini – oltre alle uve impiegate per la loro produzione – anche in termini di complessità sensoriale e struttura. Il ruolo dei lieviti in relazione al tempo di rifermentazione può essere ancora percepito chiaramente al naso, annusando prima il calice di Asolo Prosecco Superiore e poi Franciacorta Dosaggio Zero.

 



 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 240, Giugno 2024   
Contrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio ZeroContrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio Zero I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 239, Maggio 2024 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 241, Estate 2024

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Serrapetrona Pepato 2021, Fontezoppa (Marche, Italia)
Serrapetrona Pepato 2021
Fontezoppa (Marche, Italia)
Vernaccia Nera
Prezzo: € 18,00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di amarena, prugna e fragola seguite da aromi di viola appassita, mora, mirtillo, lampone, pepe nero, alloro, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di amarena, prugna e fragola.
12 mesi in botte.
Paste ripiene con carne e funghi, Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi



Colli Maceratesi Ribona Altabella 2022, Fontezoppa (Marche, Italia)
Colli Maceratesi Ribona Altabella 2022
Fontezoppa (Marche, Italia)
Maceratino
Prezzo: € 21,00 Punteggio:

Giallo paglierino intenso e sfumature giallo dorato, molto trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mela, susina e biancospino seguite da aromi di ginestra, pesca, pera, agrumi, anice, tiglio e minerale.
Attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di susina, mela e pesca.
Maturazione in vasche d'acciaio.
Pasta con pesce, Carne bianca stufata, Pesce stufato con funghi, Pesce arrosto



Barbaresco 2020, Giuseppe Cortese (Piemonte, Italia)
Barbaresco 2020
Giuseppe Cortese (Piemonte, Italia)
Nebbiolo
Prezzo: € 35,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di ciliegia, prugna e violetta seguite da aromi di rosa, lampone, fragola, cacao, tabacco, timo, macis, cuoio, liquirizia, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole freschezza.
Finale persistente con ricordi di ciliegia, prugna e lampone.
18 mesi in botte, almeno 6 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Chianti Classico Riserva 2020, Riecine (Toscana, Italia)
Chianti Classico Riserva 2020
Riecine (Toscana, Italia)
Sangiovese
Prezzo: € 45,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di amarena, prugna e lampone seguite da aromi di violetta, rosa, mirtillo, arancia rossa, cioccolato, tabacco, cannella, liquirizia, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di amarena, prugna e lampone.
24 mesi in botte, 3 mesi in bottiglia.
Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Carne alla griglia, Formaggi



Tre Sette 2018, Riecine (Toscana, Italia)
Tre Sette 2018
Riecine (Toscana, Italia)
Merlot
Prezzo: € 80,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di ribes, prugna e viola appassita seguite da aromi di iris, amarena, mirtillo, lampone, cacao, tabacco, cardamomo, macis, cipria, liquirizia, cuoio, grafite, vaniglia ed eucalipto.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di ribes, prugna e amarena.
24 mesi in botte, 6 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Malanotte del Piave 2019, De Stefani (Veneto, Italia)
Malanotte del Piave 2019
De Stefani (Veneto, Italia)
Raboso
Prezzo: € 40,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, amarena e viola appassita seguite da aromi di rosa appassita, mirtillo, mora, cacao, tabacco, liquirizia, cuoio, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di prugna, amarena e mirtillo.
36 mesi in barrique, 18 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati e brasati di carne, Formaggi



Colli di Conegliano Refrontolo Rosso Stčfen 1624 2018, De Stefani (Veneto, Italia)
Colli di Conegliano Refrontolo Rosso Stèfen 1624 2018
De Stefani (Veneto, Italia)
Marzemino
Prezzo: € 82,00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di amarena, mora e viola appassita seguite da aromi di rosa appassita, lampone, prugna, mirtillo, cioccolato, cannella, tabacco, cipria, pepe rosa, macis, cuoio, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di amarena, mora e lampone.
36 mesi in barrique, 18 mesi in bottiglia.
Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Trento Rosé Riserva Brut Piancastello 2018, Endrizzi (Trentino, Italia)
Trento Rosé Riserva Brut Piancastello 2018
Endrizzi (Trentino, Italia)
Pinot Nero, Chardonnay
Prezzo: € 23,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosa buccia di cipolla intenso e sfumature rosa buccia di cipolla, trasparente, perlage fine e persistente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di ciliegia, lampone e crosta di pane seguite da aromi di ciclamino, biancospino, pompelmo rosa, mandarino, fragola, mela, susina, pralina, brioche, minerale e un accenno di vaniglia.
Attacco effervescente e fresco, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di ciliegia, lampone e pompelmo rosa.
Parte del vino base è fermentato in barrique. Rifermentazione in bottiglia e affinamento sui propri lieviti per almeno 48 mesi.
Paste ripiene, Carne bianca arrosto, Pesce arrosto, Zuppe di funghi



Gran Masetto 2019, Endrizzi (Trentino, Italia)
Gran Masetto 2019
Endrizzi (Trentino, Italia)
Teroldego
Prezzo: € 49,00 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di amarena, prugna e mora seguite da aromi di viola appassita, mirtillo, cioccolato, tabacco, cannella, cipria, cuoio, liquirizia, macis, grafite, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con lunghi ricordi di amarena, prugna e mora.
20 mesi in barrique, 6 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Fiano di Avellino Pietracalda 2022, Feudi di San Gregorio (Campania, Italia)
Fiano di Avellino Pietracalda 2022
Feudi di San Gregorio (Campania, Italia)
Fiano
Prezzo: € 14,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Giallo paglierino brillante e sfumature giallo paglierino, molto trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di mela, cedro e biancospino seguite da aromi di camomilla, ginestra, ananas, pera, nespola, pesca, susina, nocciola, tiglio e rosmarino.
Attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di mela, cedro e ananas.
5 mesi in vasche d'acciaio.
Pasta con pesce, Pesce fritto, Stufati di carne bianca e pesce, Zuppe di legumi



Taurasi Riserva Piano di Montevergine 2016, Feudi di San Gregorio (Campania, Italia)
Taurasi Riserva Piano di Montevergine 2016
Feudi di San Gregorio (Campania, Italia)
Aglianico
Prezzo: € 35,00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, mora e viola appassita seguite da aromi di rosa appassita, amarena, mirtillo, cacao, rabarbaro, tabacco, cannella, cuoio, liquirizia, macis, grafite, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di prugna, mora e amarena.
24 mesi in barrique e botte, 24 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 240, Giugno 2024   
Contrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio ZeroContrasti di Asolo Prosecco Superiore Spumante Sui Lieviti Brut Nature e Franciacorta Dosaggio Zero I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Come consideri la tua conoscenza del vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Luglio?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Come scegli il vino da abbinare al cibo?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


☰ Menu

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste Segui DiWineTaste su Twitter Segui DiWineTaste su Instagram

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2024 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.