Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVIII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 


 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 183, Aprile 2019   
Contrasti di Torgiano Rosso Riserva e GhemmeContrasti di Torgiano Rosso Riserva e Ghemme I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 182, Marzo 2019 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 184, Maggio 2019

Contrasti di Torgiano Rosso Riserva e Ghemme

Due vini che hanno fatto la storia enologica dei rispettivi territori, prodotti principalmente da due grandi uve: Sangiovese e Nebbiolo

 Il vino è bevanda capace di esprimere caratteri e sfumature praticamente infinite. Risultato di diversi fattori – tutti parimenti indispensabili per il raggiungimento di un preciso obiettivo – il vino esprime profili sensoriali distanti anche quando uno di questi cambia, nonostante possano essere considerati apparenti, superficiali o perfino trascurabili. Sarà infatti capitato di notare differenze sostanziali fra due vini prodotti dalla stessa cantina e con le medesime uve, tuttavia provenienti da vigneti diversi e distanti pochi metri l'uno dall'altro. Il cambiamento che si rileva – anche in modo rilevante – fra un territorio e l'altro, è uno dei tanti motivi che giustifica e determina l'esistenza di zone vitivinicole distinte. Una caratteristica che da sempre ha affascinato la curiosità degli appassionati, sin dagli albori della storia del vino.

 Basta infatti pensare alle tante testimonianze scritte dagli autori del passato – addirittura risalenti a più di mille anni fa – per rendersi conto di quanto il connubio vino e territorio sia un principio fortemente consolidato. Il prestigio di molte zone decantate dagli autori del passato resistono ancora oggi, con immutato fascino, fama e qualità. Altre, invece, si possono considerare moderne, con appena poche decine di anni di storia, scoperte – per così dire – grazie alla ricerca e all'intraprendenza di produttori che hanno accettato la sfida di rendere grandi i vini della propria terra. Un risultato ottenuto anche grazie allo sviluppo della consapevolezza viticolturale ed enologica che, negli ultimi decenni, ha beneficiato di uno strepitoso progresso tale da permettere un migliore utilizzo di varietà e tecniche. Questo mese concentreremo la nostra attenzione su vini prodotti in due distinte zone viticolturali – Torgiano e Ghemme – soprattutto, con uve dalle caratteristiche diverse e che, nei rispettivi territori, danno vita a risultati decisamente distanti.

 

Torgiano Rosso Riserva


 

 Torgiano è innegabilmente l'area vitivinicola che, negli anni 1980 e 1990, ha permesso all'Umbria di raggiungere i vertici della notorietà enologica a livello mondiale. Questo importante territorio ha inoltre avuto il merito di cambiare la concezione del vino di qualità in Umbria, iniziando un percorso viticolturale ed enologico che ha poi influito in tutta la regione. Il merito principale, innegabilmente, va riconosciuto alla lungimiranza e all'intraprendenza di Giorgio Lungarotti, figura di primario rilievo nella storia enologica dell'Umbria e d'Italia. Un percorso iniziato negli anni 1960 e che ha portato il territorio di Torgiano a ottenere nel 1968 il riconoscimento della Denominazione d'Origine Controllata, divenuta poi “Garantita” – quindi DOCG – nel 1990. Un successo ottenuto prevalentemente grazie al vino più celebre del territorio, il Torgiano Rosso, in particolare lo stile riserva, prodotto in larga parte con Sangiovese.

 Le potenzialità e la fama dei vini di Torgiano erano note anche in tempi passati. Già i monaci benedettini, infatti, erano consapevoli della qualità vitivinicola di Torgiano, tanto da lasciarne testimonianza nei loro scritti. L'importanza della vite e del vino nel territorio di Torgiano è inoltre testimoniata dalle norme a tutela dei vigneti stabilite negli Statuti Comunali del XV secolo. Queste norme prevedevano, infatti, pene severe a chiunque procurasse danni alle viti da vino. Il Torgiano Rosso Riserva – il vino che prenderemo in esame nella degustazione per contrasto di questo mese – è prevalentemente frutto del Sangiovese che, in accordo al disciplinare di produzione corrente, può essere usato anche in purezza. Questo vino prevede, per un massimo del 30%, l'impiego di altre varietà a bacca rossa idonee alla coltivazione in Umbria. Il disciplinare di produzione impone inoltre che il Torgiano Rosso Riserva sia maturato per un minimo di tre anni, dei quali almeno 6 mesi in bottiglia. Si deve notare che, nella maggioranza dei casi, la maturazione è condotta in botte o barrique.

 

Ghemme

 Il Ghemme è innegabilmente il re dei vini prodotti nella provincia di Novara, unico a potersi fregiare del riconoscimento della Denominazione d'Origine Controllata e Garantita, il vertice del sistema di qualità italiano. Questo prestigioso vino è figlio di una delle uve più celebrate del Piemonte – il Nebbiolo, qui detto Spanna – al quale si possono aggiungere, in accordo al disciplinare di produzione, Vespolina e Uva Rara per un massimo del 15%. A tale proposito, è bene osservare che la Vespolina è detta anche Ughetta e l'Uva Rara è conosciuta con il nome di Bonarda Piemontese. Il Ghemme ottiene il riconoscimento della Denominazione d'Origine Controllata (DOC) nel 1969, per poi essere promossa allo stato di “Garantita” (DOCG) nel 1997. Questo vino novarese vanta una lunghissima storia e le prime testimonianza si fanno risalire addirittura al tempo degli antichi Romani.

 A partire dal 1400 – e fino al 1700 – il successo del Ghemme fu determinato dal mercato della vicina Milano, apprezzato prima a corte degli Sforza e delle famiglie nobili della città meneghina, per poi divenire vino richiesto anche da taverne e osterie. Questo successo commerciale continuò anche nel 1800, periodo durante il quale si registra la nascita di nuove cantine dedite alla produzione del Ghemme, con risultati qualitativi apprezzati sia in Italia sia all'estero. Oggi la produzione del Ghemme è decisamente contenuta rispetto ad altri vini del Piemonte, tuttavia la sua qualità e la particolare espressione conferita sia dal suolo e dal locale clima, sia dal Nebbiolo, ne fanno un vino di straordinaria personalità. In accordo al disciplinare di produzione, come già detto, il Ghemme è prodotto in prevalenza con Nebbiolo – per un minimo dell'85% – e, nonostante la tradizionale aggiunta di Vespolina e Uva Rara, da sole o congiuntamente, molti produttori tendono oggi a impiegare il Nebbiolo in purezza. Il Ghemme prevede un tempo di maturazione minimo di 34 mesi, dei quali almeno 18 in botte seguito da un minimo di 6 mesi in bottiglia. Il Ghemme è prodotto anche nello stile riserva e prevede un minimo di 46 mesi di maturazione, dei quali almeno 24 in botte.

 

La Degustazione


Il colore
del Torgiano Rosso Riserva
Il colore del Torgiano Rosso Riserva

 I vini della degustazione per contrasto di questo mese sono inevitabilmente legati da una caratteristica enologica comune: la maturazione in contenitori di legno, cioè botti e barrique. I disciplinari di produzione di Torgiano Rosso Riserva e Ghemme prevedono infatti una lunga maturazione e questa è condotta facendo uso – appunto – delle botti. Per quanto concerne il Torgiano Rosso Riserva, la nostra scelta è a favore di un vino prodotto con Sangiovese in purezza, scegliendo fra le annate più recenti commercializzate dai produttori. La scelta del Ghemme seguirà lo stesso criterio, cioè favoriremo una bottiglia prodotta con Nebbiolo in purezza, ricordando che in questo vino è previsto l'impiego di Vespolina e Uva Rara, pertanto si selezionerà un Ghemme prodotto esclusivamente con Nebbiolo. Anche in questo caso sceglieremo una bottiglia appartenente all'annata più recente commercializzata dai produttori di questo territorio. I vini sono versati in calici da degustazione alla temperatura di 18 °C.

 Versiamo i due vini nei rispettivi calici da degustazione e iniziamo la valutazione dal loro aspetto visivo, cioè colore e trasparenza. Il primo vino che prendiamo in esame è il Torgiano Rosso Riserva. Il Sangiovese, proprio come il Nebbiolo, è una varietà dal potere colorante moderato, pertanto i suoi vini presentano in genere una discreta trasparenza. Incliniamo il calice sopra una superficie bianca e osserviamo il vino alla base: il colore è rosso rubino brillante e intenso, con una trasparenza moderata, a conferma dell'uva con la quale è prodotto. Se poniamo infatti un oggetto fra il calice e la superficie bianca, questo è visibile anche in modo evidente. La sfumature del Torgiano Rosso Riserva – osservata all'estremità del calice, dove il vino si fa sottile – presenta un colore rosso granato. Passiamo ora alla valutazione del Ghemme, inclinando, anche in questo caso, il calice sopra la superficie bianca. Il Nebbiolo, come il Sangiovese, produce vini di moderata trasparenza, una caratteristica ben evidente nel Ghemme. Il colore del vino piemontese è rosso rubino brillante e la sua sfumatura si presenta con una tonalità granato.

 I profumi che si percepiscono nei vini prodotti con Sangiovese e Nebbiolo hanno sovente caratteristiche comuni, tuttavia decisamente distanti. In entrambi i casi si riconoscono profumi di frutti a polpa rossa e fiori, violetta e rosa in particolare. Le differenze sono comunque diverse e si esprimono in termini di intensità e qualità, in particolare, sviluppano profili olfattivi ancor più distanti nel caso di maturazione in legno. Questo è quello che troviamo infatti nei calici dei vini della degustazione per contrasto di questo mese, una caratteristica enologica sulla quale si dovrà porre attenzione. Il Torgiano Rosso Riserva e il Ghemme sono vini adatti al lungo affinamento in bottiglia, capaci di sostenere lunghe maturazioni in botte, pertanto anche il fattore tempo svolge un ruolo determinante nella definizione dei rispettivi profumi. Le sensazioni riconducibili ai frutti in comune a entrambe le varietà ricordano ciliegia, lampone e prugna, con sostanziali differenze in termini di qualità e intensità. Per quanto riguarda le sensazioni floreali comuni, nel Sangiovese e Nebbiolo si riconoscono principalmente la violetta e la rosa.

 Passiamo ora alla valutazione dei profili olfattivi di Torgiano Rosso Riserva e Ghemme, iniziando dal vino prodotto in Umbria. Come di consueto, il primo aspetto che prenderemo in esame è l'apertura, cioè le prime sensazioni olfattive che il vino regala al naso. Per fare questo, manteniamo il calice in posizione verticale e, senza rotearlo, procediamo con la prima olfazione. Il Torgiano Rosso Riserva si presenta al naso con profumi intensi di amarena, prugna e violetta. Procediamo ora con la roteazione del calice – operazione che favorirà lo sviluppo degli aromi – ed eseguiamo una nuova olfazione. Il profilo del vino si completa con lampone, mirtillo, mora e rosa, ai quali si uniscono le sensazioni terziarie, conferite dalla maturazione del legno, nelle quali si riconoscono cioccolato, tabacco e vaniglia. Passiamo alla valutazione dell'apertura del Ghemme, procedendo con la prima olfazione e mantenendo il calice in posizione verticale. Al naso si percepiscono aromi di ciliegia, prugna e violetta, per certi aspetti, più pieni rispetto al Torgiano Rosso Riserva. Dopo avere roteato il calice, il profilo del Ghemme si completa con rosa e lampone, seguite dalle sensazioni conferite dalla maturazione in legno di vaniglia, cacao, tabacco e cannella.

 Procediamo con la valutazione dei profili gustativi dei vini della degustazione per contrasto di questo mese, iniziando – come nelle fasi precedenti – dal Torgiano Rosso Riserva. Il primo aspetto gustativo che valutiamo è l'attacco, cioè le prime sensazioni percepite in bocca al primo sorso. Il vino umbro si fa notare in bocca per la buona struttura e l'astringenza moderata dei tannini, ben sostenuta da una piacevole acidità, caratteristiche tipiche dei vini prodotti con il Sangiovese. In bocca si percepiscono i sapori di amarena, prugna e lampone, confermando quindi la buona corrispondenza con il naso. Prendiamo ora un sorso di Ghemme così da valutare l'attacco del vino Piemontese. In bocca si percepisce una netta astringenza – decisamente più intensa rispetto al Torgiano Rosso Riserva – con una struttura piena seguita dalla tipica sensazione fresca conferita dall'acidità del Nebbiolo. Anche in questo caso la corrispondenza con il naso è molto buona: in bocca sono netti i sapori di ciliegia, prugna, lampone e mirtillo.

 L'ultima fase della degustazione dei vini di questo mese è relativa alla valutazione delle sensazioni finali che si percepiscono in bocca dopo la deglutizione, in particolare la persistenza gusto-olfattiva, uno dei più importanti parametri di qualità. Il finale del Torgiano Rosso Riserva si caratterizza per l'ottima persistenza gusto-olfattiva, lasciando in bocca la piacevole sensazione della struttura unita alla freschezza del Sangiovese e la morbidezza conferita dal tempo. Si continuano inoltre a percepire sapori di amarena, prugna e lampone. Il finale del Ghemme esprime parimenti un'eccellente persistenza gusto-olfattiva e che si protrae per diversi secondi. Si percepisce ancora la sensazione robusta della struttura e l'intensità dell'astringenza – decisamente più intensa rispetto al Torgiano Rosso Riserva – oltre alla tipica freschezza conferita dall'acidità del Nebbiolo. In bocca insistono i sapori di ciliegia, prugna e lampone, di buona intensità e nitidezza. L'ultimo assaggio dei due vini, infine, ci consentirà di evidenziare le rispettive differenze, soprattutto in termini di astringenza dei tannini, morbidezza e acidità.

 



 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 183, Aprile 2019   
Contrasti di Torgiano Rosso Riserva e GhemmeContrasti di Torgiano Rosso Riserva e Ghemme I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 182, Marzo 2019 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 184, Maggio 2019

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Le Vignole 2015, Colle Picchioni (Lazio, Italia)
Le Vignole 2015
Colle Picchioni (Lazio, Italia)
Malvasia Puntinata (60%), Sauvignon Blanc (40%)
Prezzo: € 12,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Giallo dorato brillante e sfumature giallo dorato, molto trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di mela cotogna, albicocca e ananas seguite da aromi di agrumi, acacia, pera, pesca, gelsomino, susina, biancospino, zafferano e un accenno di vaniglia.
Attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di mela cotogna, ananas e albicocca.
Maturazione in barrique.
Paste ripiene con funghi, Pesce arrosto, Carne bianca arrosto, Zuppe di funghi



Il Vassallo 2015, Colle Picchioni (Lazio, Italia)
Il Vassallo 2015
Colle Picchioni (Lazio, Italia)
Merlot (60%), Cabernet Sauvignon (30%), Cabernet Franc (10%)
Prezzo: € 22,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di amarena, ribes e violetta seguite da aromi di prugna, mirtillo, iris, tabacco, cioccolato, pepe rosa, grafite, vaniglia ed eucalipto.
Attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di amarena, ribes e prugna.
Maturazione in barrique.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Metodo Classico Extra Brut 2015, Il Conventino di Monteciccardo (Marche, Italia)
Metodo Classico Extra Brut 2015
Il Conventino di Monteciccardo (Marche, Italia)
Famoso
Prezzo: € 22,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Giallo verdolino brillante e sfumature giallo verdolino, molto trasparente, perlage fine e persistente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di agrumi, susina e mela seguite da aromi di pera, ginestra, biancospino, anice stellato e nocciola.
Attacco effervescente e fresco, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di agrumi, mela e susina.
Rifermentazione in bottiglia sui propri lieviti per 24 mesi in bottiglia.
Antipasti di pesce e crostacei, Risotto con crostacei e verdure, Pesce fritto, Latticini



Biferno Rosso Bosco delle Guardie 2014, Tenimenti Grieco (Molise, Italia)
Biferno Rosso Bosco delle Guardie 2014
Tenimenti Grieco (Molise, Italia)
Montepulciano (80%), Aglianico (20%)
Prezzo: € 10,40 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di amarena, mora e prugna seguite da aromi di violetta, mirtillo, carruba, tabacco, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di amarena, mora e prugna.
12 mesi in botte, 4 mesi in bottiglia.
Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Triassi 2014, Tenimenti Grieco (Molise, Italia)
Triassi 2014
Tenimenti Grieco (Molise, Italia)
Cabernet Sauvignon (55%), Merlot (35%), Aglianico (10%)
Prezzo: € 20,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di mora, prugna e ribes seguite da aromi di viola appassita, amarena, mirtillo, tabacco, cioccolato, cuoio, carruba, liquirizia, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di mora, prugna e ribes.
21 mesi in barrique, 6 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Primitivo di Manduria 14 di Terra 2016, Cantolio (Puglia, Italia)
Primitivo di Manduria 14 di Terra 2016
Cantolio (Puglia, Italia)
Primitivo
Prezzo: € 18,00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mora, prugna e violetta seguite da aromi di amarena, mirtillo, carruba, cioccolato, tabacco, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di mora, prugna e amarena.
Maturazione in vasche d'acciaio e barrique.
Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati di carne, Formaggi stagionati



Primitivo di Manduria 15 di Mare 2016, Cantolio (Piemonte, Italia)
Primitivo di Manduria 15 di Mare 2016
Cantolio (Piemonte, Italia)
Primitivo
Prezzo: € 19,00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mora, amarena e prugna seguite da aromi di violetta, mirtillo, carruba, cannella, cioccolato, tabacco, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di mora, prugna e amarena.
Maturazione in vasche d'acciaio e barrique.
Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Molise Tintilia 2014, Tenute Di Giulio (Molise, Italia)
Molise Tintilia 2014
Tenute Di Giulio (Molise, Italia)
Tintilia
Prezzo: € 19,90 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mora, prugna e amarena seguite da aromi di violetta, mirtillo, mentuccia, cioccolato, tabacco, cannella, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di mora, amarena e prugna.
6 mesi in barrique.
Paste ripiene, Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Biferno Rosso Riserva Gironia 2010, Borgo di Colloredo (Molise, Italia)
Biferno Rosso Riserva Gironia 2010
Borgo di Colloredo (Molise, Italia)
Montepulciano (80%), Aglianico (20%)
Prezzo: € 19,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, mora e viola appassita seguite da aromi di amarena, mirtillo, carruba, cuoio, cacao, tabacco, liquirizia, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di prugna, mora e amarena.
24 mesi in botte e barrique.
Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Carne alla griglia, Formaggi stagionati



San Leonardo 2008, Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
San Leonardo 2008
Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Cabernet Sauvignon (60%), Carménère (20%), Cabernet Franc (10%), Merlot (10%)
Prezzo: € 55,00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di ribes, amarena e prugna seguite da aromi di violetta, mirtillo, peonia, iris, cioccolato, liquirizia, tabacco, cuoio, macis, scatola di sigari, pepe rosa, vaniglia ed eucalipto.
Attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole.
Finale molto persistente con ricordi di ribes, prugna e amarena.
24 mesi in barrique, almeno 12 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



San Leonardo 2005, Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
San Leonardo 2005
Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Cabernet Sauvignon (60%), Carménère (20%), Cabernet Franc (10%), Merlot (10%)
Prezzo: € 55,00 Punteggio:

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, ribes e viola appassita seguite da aromi di amarena, mirtillo, peonia, iris, scatola di sigari, cioccolato, fagiolino, cannella, tabacco, liquirizia, vaniglia ed eucalipto.
Attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di prugna, ribes e amarena.
24 mesi in barrique, 18 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Montepulciano d'Abruzzo Riserva Spelt 2015, La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano d'Abruzzo Riserva Spelt 2015
La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano
Prezzo: € 15,15 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, amarena e mirtillo seguite da aromi di violetta, mora, carruba, tabacco, cioccolato, macis, rosmarino, liquirizia, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di prugna, amarena e mirtillo.
16 mesi in botte e barrique, 12 mesi in bottiglia.
Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati e brasati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Montepulciano d'Abruzzo Riserva Terre dei Vestini Bellovedere 2015, La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano d'Abruzzo Riserva Terre dei Vestini Bellovedere 2015
La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano
Prezzo: € 33,60 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, mora e amarena seguite da aromi di violetta, mirtillo, ribes, tabacco, carruba, cacao, cuoio, liquirizia, macis, pepe nero, vaniglia ed eucalipto.
Attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di prugna, mora e amarena.
18 mesi in botte e barrique, 12 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Primitivo di Manduria Li Janni 2016, Erminio Campa (Puglia, Italia)
Primitivo di Manduria Li Janni 2016
Erminio Campa (Puglia, Italia)
Primitivo
Prezzo: € 14,00 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di prugna, mora e viola appassita seguite da aromi di amarena, mirtillo, mallo di noce, carruba, ginepro e timo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di prugna, mora e amarena.
Maturazione in vasche d'acciaio.
Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Carne alla griglia, Formaggi stagionati



Primitivo di Manduria Li Cameli 2016, Erminio Campa (Piemonte, Italia)
Primitivo di Manduria Li Cameli 2016
Erminio Campa (Piemonte, Italia)
Primitivo
Prezzo: € 23,50 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mora, prugna e violetta seguite da aromi di amarena, mirtillo, lampone, carruba, tabacco e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di mora, prugna e amarena.
Maturazione in vasche d'acciaio.
Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati di carne con funghi, Formaggi



Cilento Aglianico Granatum 2016, I Vini del Cavaliere - Cuomo (Campania, Italia)
Cilento Aglianico Granatum 2016
I Vini del Cavaliere - Cuomo (Campania, Italia)
Aglianico
Prezzo: € 13,00 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mora, amarena e prugna seguite da aromi di viola appassita, mirtillo, tabacco, cioccolato, cuoio, vaniglia, pietra focaia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di mora, prugna e amarena.
6 mesi in barrique.
Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Carne alla griglia, Formaggi stagionati



Nakes 2015, I Vini del Cavaliere - Cuomo (Campania, Italia)
Nakes 2015
I Vini del Cavaliere - Cuomo (Campania, Italia)
Aglianico
Prezzo: € 20,00 Punteggio:

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di mora, amarena e prugna seguite da aromi di violetta, mirtillo, tabacco, carruba, cioccolato, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di mora, amarena e prugna.
15 mesi in barrique.
Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Colli di Faenza Sangiovese Col Mora 2015, Rontana (Emilia Romagna, Italia)
Colli di Faenza Sangiovese Col Mora 2015
Rontana (Emilia Romagna, Italia)
Sangiovese
Prezzo: € 14,00 Punteggio:

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di amarena, lampone e prugna seguite da aromi di violetta, ciclamino, mirtillo, mora, rosa, carruba e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole freschezza.
Finale persistente con ricordi di amarena, lampone e prugna.
18 mesi in vasche d'acciaio, 18 mesi in bottiglia.
Paste ripiene con funghi, Carni saltate, Salumi, Formaggi






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 183, Aprile 2019   
Contrasti di Torgiano Rosso Riserva e GhemmeContrasti di Torgiano Rosso Riserva e Ghemme I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Cos'e più importante nella scelta di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quando acquisti un vino, sei più interessato a quelli di:


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Ottobre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.