Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 


 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 72, Marzo 2009   
Roero Rosso a ConfrontoRoero Rosso a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 71, Febbraio 2009 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 73, Aprile 2009

Roero Rosso a Confronto

I vini rossi della zona del Roero sono prevalentemente prodotti con Nebbiolo, la grande uva del Piemonte e delle Langhe, madre di grandi e potenti vini

 Nel panorama dei rossi del Piemonte prodotti con uva Nebbiolo e riconosciuti dal sistema di qualità italiano come vini a Denominazione d'Origine Controllata e Garantita (DOCG), il Roero Rosso è riuscito, in poco tempo, a raggiungere la fama e il prestigio degli altri grandi rossi della regione, in particolare Barolo e Barbaresco. A differenza di questi due vini - che in accordo al disciplinare di produzione sono prodotti con Nebbiolo in purezza - il Roero Rosso può essere prodotto con almeno il 95% di Nebbiolo e la restante parte con uve a bacca rossa autorizzate nella zona. Nonostante il disciplinare di produzione preveda l'uso di altre varietà, il Roero Rosso è nella maggior parte dei casi prodotto con Nebbiolo in purezza. Il Nebbiolo è fra le uve a bacca rossa più diffuse del Piemonte e molti dei vini di qualità prodotti nella regione prevedono l'impiego di quest'uva.

 Oltre allo stile rosso - per il quale è prevista anche la versione riserva - i vini di Roero DOCG includono anche la produzione di bianchi da uve Arneis, anche nello stile spumante. I vigneti del Roero che si colorano di rosso, sono prevalentemente coltivati con Nebbiolo, una delle uve con il più alto contenuto di polifenoli d'Italia, oltre ad avere una spiccata acidità. Madre di grandi e potenti vini, il Nebbiolo è una varietà che tende a maturare in ritardo rispetto alle altre varietà della zona, generalmente nel periodo in cui la nebbia è spesso presente nei vigneti, caratteristica dalla quale l'uva prende il suo nome. Date le sue caratteristiche, in particolare l'alto contenuto in polifenoli e di acidità, alle quali si unisce la buona disponibilità di zuccheri e che producono quantità di alcol piuttosto elevate, i vini prodotti con Nebbiolo sono solitamente maturati in botte, proprio con lo scopo di raggiungere un buon equilibrio attraverso un'opportuna morbidezza.

 

I Vini della Degustazione

 In accordo al disciplinare di produzione, il Roero Rosso - che si può anche semplicemente definire come “Roero” - è prodotto con almeno il 95-98% di Nebbiolo e per la restante parte uve a bacca rossa non aromatiche ammessi alla coltivazione in Piemonte. Il Roero Rosso deve maturare almeno 20 mesi - di cui almeno 6 in legno - prima di potere essere commercializzato, mentre sono necessari 32 mesi, di cui almeno 6 in legno, per la versione riserva. Come già detto, la maturazione in legno conferisce ai vini prodotti con uva Nebbiolo - Roero compreso - un carattere più morbido e meno spigoloso, arrotondando i caratteri duri dei tannini e dell'acidità. Anche l'alcol svolge un ruolo fondamentale nell'equilibrio dei vini prodotti con uva Nebbiolo - il suo effetto è utile a bilanciare sia l'astringenza sia l'acidità - e nel Roero Rosso non sono rari i casi nei quali il volume alcolico superi il 13%.


I tre Roero Rosso della
nostra degustazione comparativa
I tre Roero Rosso della nostra degustazione comparativa

 Nonostante il disciplinare di produzione del Roero Rosso preveda l'uso di varietà diverse, i vini della nostra degustazione comparativa sono tutti prodotti con Nebbiolo in purezza e tutti, ovviamente, maturati in contenitori di legno. Il primo vino della degustazione è il Roero Sudisfà di Negro, maturato per 24 mesi in barrique e per almeno 5 mesi in bottiglia. Il secondo vino è il Roero Printi di Monchiero Carbone, anche in questo caso maturato per 24 mesi, ma a differenza del vino precedente, in questo caso il produttore ha scelto la botte a cui ha fatto seguire almeno un anno di affinamento in bottiglia. Il terzo vino della degustazione è il Roero Roche d'Ampsej di Correggia, maturato per 22 mesi in botte a cui seguono almeno 12 mesi di affinamento in bottiglia. I vini saranno selezionati in accordo alle ultime annate commercializzate e serviti alla temperatura di 18°C. Per la valutazione dei vini utilizzeremo, come di consueto, tre calici da degustazione ISO.

 

Esame Visivo

 Il Nebbiolo è un'uva caratterizzata da un contenuto moderato di sostanze coloranti, pertanto i suoi vini mostrano generalmente colori non molto scuri e trasparenze moderate. A causa dei tempi di maturazione impiegati per la produzione, nei vini da uve Nebbiolo le tonalità porpora - indice di vini giovani - sono generalmente assenti durante la valutazione visiva, e già dopo alcuni anni di affinamento, la sfumatura può mostrare colori rosso granato e, in alcuni casi, colori rosso aranciato. Il colore che generalmente si osserva nel Roero Rosso “giovane” è rosso rubino intenso e brillante, con una sfumatura rosso rubino o, in alcuni casi, rosso granato. Con il tempo, seguendo l'evoluzione tipica dei vini rossi, il colore mostrerà tonalità rosso granato, mentre la sfumatura comincerà a mostrare evidenti tonalità rosso arancio. Nell'apice della sua evoluzione, il Roero Rosso mostrerà un colore rosso arancio, e una trasparenza più elevata a causa della sedimentazione delle sostanze coloranti, colore che si osserverà anche nella sfumatura.

 Iniziamo la valutazione visiva della nostra degustazione comparativa dal Roero Sudisfà di Negro. Mantenendo il calice inclinato sopra una superficie bianca - a questo scopo sarà sufficiente un foglio di carta o un tovagliolo bianco - osserveremo il colore del vino alla base del calice, dove la massa liquida assume il maggiore spessore. Il colore di questo primo vino è rosso rubino brillante con trasparenza moderata, mentre la sfumatura - osservata all'estremità del vino, verso l'apertura del calice - presenta un colore rosso granato. Il secondo vino della degustazione - Roero Printi di Monchiero Carbone - è caratterizzato da un colore rosso rubino intenso e una trasparenza più ridotta rispetto al vino precedente, e la sfumatura mostra lo stesso colore. L'osservazione del terzo vino della nostra degustazione comparativa, il Roero Roche d'Ampsej di Correggia, mostra un colore rosso rubino intenso e una sfumatura piuttosto ridotta, inferiore rispetto ai due vini precedenti, e una sfumatura rosso rubino.

 

Esame Olfattivo

 Il Nebbiolo, soprattutto quando è fatto fermentare o maturare in botte grande, offre al naso del degustatore un profilo sensoriale ricco di frutti a polpa rossa e nera oltre che di fiori. Questa qualità è talvolta mitigata dall'uso della barrique, un elemento che ha acceso - e continua ad accendere - più di una discussione fra i produttori del Piemonte e delle Langhe, divisi fra quelli che sostengono il tradizionale uso della botte grande per la maturazione del Nebbiolo e quelli che preferiscono l'uso della celebre botte piccola. Sarà infatti l'uso del tipo di botte a determinare lo sviluppo dei cosiddetti aromi terziari al Nebbiolo - e quindi al Roero Rosso - conferendo al vino un carattere “più complesso” a discapito degli aromi di fiori e frutta. Fra le qualità identificative del Roero Rosso ricordiamo gli aromi di ciliegia, prugna e violetta, ai quali si uniscono spesso quelli di lampone, fragola e rosa.


 

 Si inizierà la valutazione dei profili olfattivi dei vini della nostra degustazione comparativa dal Roero Sudisfà di Negro. La prima fase di questa valutazione prevede l'esame dei cosiddetti aromi di apertura, cioè le sensazioni olfattive che identificano un vino e che sono composte da sostanze aromatiche “leggere”, cioè le sostanze che si percepiscono al naso anche in presenza di modeste quantità di ossigeno. Mantenendo il calice in posizione verticale e senza rotearlo, procederemo con la prima olfazione che consentirà di apprezzare gli aromi di ciliegia, fragola e lampone, tre aromi di frutta piuttosto frequenti nei vini prodotti con uva Nebbiolo. Dopo avere roteato il calice - operazione che favorirà lo sviluppo degli altri aromi presenti nel vino - inclineremo il calice e procederemo alla seconda olfazione, che completerà il profilo olfattivo di questo vino con gli aromi di prugna, violetta e rosa, oltre alle sensazioni “complesse” di vaniglia, tabacco, cannella, cacao e un piacevole tocco balsamico di mentolo.

 Passiamo ora alla valutazione olfattiva del secondo vino: Roero Printi di Monchiero Carbone. L'apertura regala al naso sensazioni intense e pulite di ciliegia matura, prugna e violetta, un'apertura molto tipica del Roero Rosso e dei vini prodotti con uva Nebbiolo. Dopo avere roteato il calice, eseguiremo una seconda olfazione che consentirà la percezione degli aromi di mirtillo, prugna, lampone e mora ai quali si uniscono vaniglia, cannella, liquirizia, mentolo e timo. Si noti la differenza dell'impatto del legno di questo vino con il precedente. Procediamo ora con la valutazione del terzo vino: Roero Roche d'Ampsej di Correggia. Anche l'apertura di questo vino propone al naso aromi intensi e puliti di ciliegia matura, prugna e violetta. La seconda olfazione - eseguita dopo avere roteato il calice - completerà il profilo olfattivo del vino con mirtillo, mora, tabacco, timo, liquirizia, vaniglia, pepe nero e cannella, oltre al piacevole tocco balsamico di mentolo.

 

Esame Gustativo

 I vini prodotti con uva Nebbiolo difficilmente passano inosservati. Le qualità gustative tipiche del vitigno rendono infatti i suoi vini piuttosto potenti e particolari, grazie anche alla notevole astringenza dei tannini e della freschezza che si percepisce in bocca. Non è un caso che i vini da Nebbiolo siano spesso definiti come un pugno di ferro in un guanto di velluto. Queste due caratteristiche impongono all'enologo di equilibrare queste qualità “irruenti” - che renderebbero altrimenti il vino poco piacevole - con una giusta quantità di alcol e un'altrettanto giusta morbidezza. L'alcol è semplicemente ottenuto dalla fermentazione degli zuccheri - che nel Nebbiolo sono presenti in buona quantità - mentre la morbidezza è conferita dalla maturazione in legno e dal tempo. A causa della cospicua acidità e astringenza del Roero Rosso, sono richieste quantità di alcol piuttosto elevate così da raggiungere un buon equilibrio e che in questo vino - così come per gli altri vini da uve Nebbiolo - può talvolta superare il 14%.

 Iniziamo l'esame gustativo dei nostri vini dal Roero Sudisfà di Negro. Prendendo un sorso dal calice, valuteremo l'attacco - cioè le sensazioni iniziali - caratterizzato da un'evidente astringenza accompagnata da una freschezza piuttosto sostenuta, un attacco tipico del Roero Rosso. Subito dopo si potranno percepire gli effetti brucianti dell'alcol e della morbidezza conferita dalla barrique, rendendo il vino molto equilibrato. Anche l'attacco del secondo vino - Roero Printi di Monchiero Carbone - si presenta astringente e fresco, ben equilibrato sia dall'alcol sia dalla piacevole morbidezza. Il terzo vino della nostra degustazione comparativa - Roero Roche d'Ampsej di Correggia - è caratterizzato da un attacco piuttosto astringente e fresco, perfettamente bilanciato dall'alcol e dalla piacevole morbidezza. Si noti, in tutti i vini, la notevole sensazione di corpo percepita in bocca, decisamente pieno e robusto.

 

Considerazioni Finali

 Il Roero Rosso è un vino che regala grandi emozioni in tutte le fasi della degustazione, un vino complesso spesso caratterizzato da sensazioni di chiusura piuttosto lunghe e pulite. Il finale del primo vino della nostra degustazione comparativa - Roero Sudisfà di Negro - è intenso e persistente, lasciando in bocca piacevoli e puliti ricordi di ciliegia, prugna e lampone. Il finale del Roero Printi di Monchiero Carbone è molto persistente e intenso, consentendo la percezione in bocca di lunghi e puliti sapori di ciliegia matura, prugna e mora. Non da meno il finale del Roero Roche d'Ampsej di Correggia, anche in questo caso con un finale molto intenso e persistente, lasciando in bocca puliti e piacevoli ricordi di amarena, prugna e mirtillo. I vini della nostra degustazione comparativa rappresentano degnamente i grandi rossi del Roero, un grande vino che ha saputo, in pochi anni, conquistare i calici degli appassionati più esigenti, confermando - ancora una volta - la grandezza dell'uva Nebbiolo e del suo territorio.

 






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 72, Marzo 2009   
Roero Rosso a ConfrontoRoero Rosso a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 71, Febbraio 2009 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 73, Aprile 2009

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Colli di Rimini Rosso Noi 2006, San Patrignano (Emilia Romagna, Italia)
Colli di Rimini Rosso Noi 2006
San Patrignano (Emilia Romagna, Italia)
Uvaggio: Sangiovese (60%), Cabernet Sauvignon (20%), Merlot (20%)
Prezzo: € 15,00 Punteggio:
Colli di Rimini Rosso Noi si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e vaniglia seguite da aromi di violetta, ribes, mirtillo, tabacco, cioccolato e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e ribes. Colli di Rimini Rosso Noi matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 4 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne con funghi



Colli di Rimini Cabernet Montepirolo 2004, San Patrignano (Emilia Romagna, Italia)
Colli di Rimini Cabernet Montepirolo 2004
San Patrignano (Emilia Romagna, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon (85%), Merlot (10%), Cabernet Franc (5%)
Prezzo: € 21,00 Punteggio:
Colli di Rimini Cabernet Montepirolo si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ribes, amarena e prugna seguite da aromi di violetta, caffè, cacao, vaniglia, tabacco, grafite, pepe nero, liquirizia ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è molto persistente con ricordi di ribes, amarena e prugna. Un vino ben fatto. Colli di Rimini Cabernet Montepirolo matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 18 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Caiatì 2007, Alois (Campania, Italia)
Caiatì 2007
Alois (Campania, Italia)
Uvaggio: Pallagrello Bianco
Prezzo: € 9,30 Punteggio:
Caiatì si presenta con un colore giallo dorato brillante e sfumature giallo dorato, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di susina, mela e pera seguite da aromi di agrumi, frutto della passione, ananas, nespola, miele e nocciola. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di susina, pera e mela. Caiatì matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Zuppe di pesce, Pasta e risotto con pesce, Pesce alla griglia



Trebulanum 2005, Alois (Campania, Italia)
Trebulanum 2005
Alois (Campania, Italia)
Uvaggio: Casavecchia
Prezzo: € 20,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Trebulanum si presenta con un colore rosso rubino cupo e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di prugna, mora e amarena seguite da aromi di violetta, mirtillo, vaniglia, tabacco, cioccolato, caffè, chiodo di coniglio, macis ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mora, prugna e amarena. Trebulanum matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 8 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Aleatico di Puglia Passito Liatico 2007, Feudi di San Marzano (Puglia, Italia)
Aleatico di Puglia Passito Liatico 2007
Feudi di San Marzano (Puglia, Italia)
Uvaggio: Aleatico
Prezzo: € 25,00 Punteggio:
Aleatico di Puglia Passito Liatico si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di mora, amarena e violetta seguite da aromi di prugna, mirtillo, rosa, carruba, cannella e lavanda. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco dolce e leggermente tannico, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di mora, amarena e mirtillo. Aleatico di Puglia Passito Liatico matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Crostate di confettura



Primitivo di Manduria Sessantanni 2005, Feudi di San Marzano (Puglia, Italia)
Primitivo di Manduria Sessantanni 2005
Feudi di San Marzano (Puglia, Italia)
Uvaggio: Primitivo
Prezzo: € 23,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Primitivo di Manduria Sessantanni si presenta con un colore rosso rubino cupo e sfumature rosso porpora, impenetrabile alla luce. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di mora, amarena e anice stellato seguite da aromi di violetta, prugna, vaniglia, fragola, mirtillo, tabacco, cioccolato, cannella e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di mora, prugna e amarena. Primitivo di Manduria Sessantanni matura per 6 mesi in barrique.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Morellino di Scansano 2006, Fattori dei Barbi (Toscana, Italia)
Morellino di Scansano 2006
Fattori dei Barbi (Toscana, Italia)
Uvaggio: Sangiovese, Ciliegiolo, Merlot
Prezzo: € 9,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo Morellino di Scansano si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di ciliegia, prugna e mora seguite da aromi di violetta, mirtillo, vaniglia, cannella e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole freschezza. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, prugna e mora. Questo Morellino di Scansano matura per 8 mesi in parte in botte e in parte in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Carne arrosto, Carne alla Griglia, Stufati di carne, Formaggi stagionati



Brunello di Montalcino 2003, Fattori dei Barbi (Toscana, Italia)
Brunello di Montalcino 2003
Fattori dei Barbi (Toscana, Italia)
Uvaggio: Sangiovese
Prezzo: € 23,00 Punteggio:
Questo Brunello di Montalcino si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di prugna, amarena e viola appassita seguite da aromi di vaniglia, cacao, tabacco, cannella, liquirizia, macis e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Questo Brunello di Montalcino matura per almeno 2 anni in botte.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Evien Oro 2007, Ressia (Piemonte, Italia)
Evien Oro 2007
Ressia (Piemonte, Italia)
Uvaggio: Moscato Bianco
Prezzo: € 14,00 Punteggio:
Evien Oro si presenta con un colore giallo paglierino brillante e sfumature giallo paglierino, molto trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di uva, pesca e banana seguite da aromi di albicocca, canditi, agrumi, litchi, mela, pera e salvia. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di uva, pesca e pera. Evien Oro matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 2 mesi di maturazione in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Pasta con crostacei, Crostacei alla griglia



Barbaresco Canova 2005, Ressia (Piemonte, Italia)
Barbaresco Canova 2005
Ressia (Piemonte, Italia)
Uvaggio: Nebbiolo
Prezzo: € 27,00 Punteggio:
Barbaresco Canova si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di ciliegia, prugna e rosa seguite da aromi di lampone, violetta, vaniglia, tabacco, cacao, macis e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole freschezza, comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, lampone e prugna. Barbaresco Canova matura in botte.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Dolcetto di Diano d'Alba Costa Fiore 2007, Alario (Piemonte, Italia)
Dolcetto di Diano d'Alba Costa Fiore 2007
Alario (Piemonte, Italia)
Uvaggio: Dolcetto
Prezzo: € 8,00 Punteggio:   Vino con buon rapporto qualità/prezzo
Dolcetto di Diano d'Alba Costa Fiore si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso porpora, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di prugna, ciliegia e violetta seguite da aromi di lampone, mirtillo, ciclamino, mora e mandorla. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e piacevole freschezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di prugna, ciliegia e mirtillo. Dolcetto di Diano d'Alba Costa Fiore matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Carne saltata con funghi, Affettati, Paste ripiene



Barolo Sorano 2004, Alario (Piemonte, Italia)
Barolo Sorano 2004
Alario (Piemonte, Italia)
Uvaggio: Nebbiolo
Prezzo: € 40,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Barolo Sorano si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ciliegia, prugna e violetta seguite da aromi di rosa, lampone, fragola, vaniglia, tabacco, cannella, cacao, macis e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, prugna e lampone. Un vino ben fatto. Barolo Sorano matura per 24 mesi in barrique, 12 mesi in botte e 12 mesi in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Vernaccia di San Gimignano Evoè 2006, Panizzi (Toscana, Italia)
Vernaccia di San Gimignano Evoè 2006
Panizzi (Toscana, Italia)
Uvaggio: Vernaccia di San Gimignano
Prezzo: € 15,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Vernaccia di San Gimignano Evoè si presenta con un colore giallo dorato scuro e sfumature giallo dorato, trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di susina, mela e miele seguite da aromi di canditi, vaniglia, confettura di mele cotogne, ananas, albicocca secca, mango, mandorla e rosmarino. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di susina, mela, miele e mandorla. Vernaccia di San Gimignano Evoè fermenta e matura sulle proprie bucce per 10 mesi in botte.
Abbinamento: Carne bianca arrosto, Pesce arrosto, Paste ripiene



San Gimignano Rosso Folgòre 2002, Panizzi (Toscana, Italia)
San Gimignano Rosso Folgòre 2002
Panizzi (Toscana, Italia)
Uvaggio: Sangiovese (80%), Merlot (10%), Cabernet Sauvignon (10%)
Prezzo: € 23,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
San Gimignano Rosso Folgòre si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di prugna, amarena e ribes seguite da aromi di violetta, vaniglia, tamarindo, tabacco, mirtillo, cioccolato, chiodo di garofano, cannella ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di prugna, amarena e ribes. San Gimignano Rosso Folgòre matura in botte per 14 mesi.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 72, Marzo 2009   
Roero Rosso a ConfrontoRoero Rosso a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Settembre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quando acquisti un vino, sei più interessato a quelli di:


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Cos'e più importante nella scelta di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.