Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 150, Aprile 2016   
CentocinquantaCentocinquanta  Sommario 
Numero 149, Marzo 2016 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 151, Maggio 2016

Centocinquanta


 Questo mese DiWineTaste festeggia un nuovo importante traguardo: la pubblicazione del numero 150 - centocinquanta - del nostro mensile. Un viaggio iniziato nel 2002 - esattamente alle ore 22:10 del 9 settembre 2002 - quando fu caricato via FTP (File Transfer Protocol) la prima versione del sito e il primo numero in formato Adobe PDF (Portable Document Format). A quei tempi, infatti, DiWineTaste era disponibile solo in formato PDF e la Guida dei Vini sarebbe arrivata qualche mese più tardi. Fu un inizio timido, quasi in punta di piedi, avvisando della mia nuova “avventura” solamente amici e conoscenti, oltre i produttori di vino dei quali avevo l'indirizzo mail. Con mia sorpresa, arrivarono mail di apprezzamento da parte dei produttori, i quali ci trasmettevano i loro auguri oltre alla disponibilità di inviare i vini per la recensione. Si verificò un progressivo passaparola, aiutato anche da internet e dai motori di ricerca, e - alla fine di ottobre 2002 - quel primo numero risultò letto da poco più di duemila persone.


 

 Centocinquanta numeri di DiWineTaste pubblicati in quattordici anni - il prossimo ottobre inizierà il quindicesimo anno di attività - raccontando vini e degustazione sensoriale. Era infatti il mio intento principale quello di fare di DiWineTaste una pubblicazione dedicata essenzialmente alla degustazione sensoriale, vino in particolare. Ho sempre creduto che l'unico modo per comprendere il vino sia quello di ascoltarlo direttamente dal calice, non certo leggerlo nelle parole degli altri. Per fare questo è necessario non solo il vino - qualunque vino, poiché tutti hanno pari dignità - ma anche, e soprattutto, la cognizione analitica per comprenderlo. La degustazione sensoriale, nonostante si possa considerare una tecnica fredda che lascia poco spazio alle emozioni, è certamente lo strumento più efficace per comprendere il vino. Poi, ovviamente, il vino è anche molto altro, una bevanda complessa che, non da ultimo, è capace di suscitare emozioni e donare piacere. Un aspetto, questo, certamente non secondario alla rigida tecnica della degustazione sensoriale, benché riguardi un contesto diverso.

 Sin dal primo numero, DiWineTaste ha sempre messo la degustazione sensoriale al centro della propria attività divulgativa ed editoriale, supportando questo aspetto anche con altre iniziative condivise con i nostri lettori. Come gli eventi - una parte che da sempre accompagna la nostra attività - nei quali i nostri lettori incontrano i produttori, attraverso le loro storie e i loro vini. Ritengo, infatti, che il modo migliore per conoscere un vino è sempre quello di versarlo nel calice, assaggiarlo e valutarlo secondo i propri sensi, qualcosa che va fatto personalmente. Questo si esegue, soprattutto, in modo analitico e critico, affidandosi ai propri sensi, così da comprendere meglio la natura delle uve, territori e produttori. Non va certamente dimenticato il lato emotivo del vino, una caratteristica imprescindibile, ma questa è essenzialmente attinente alla sfera personale e soggettiva, piuttosto che al reale atto di comprensione oggettiva.

 Centocinquanta numeri di DiWineTaste nei quali si sono affrontati i diversi temi della degustazione sensoriale, sempre con lo scopo di fornire ai nostri lettori gli strumenti essenziali per la valutazione del vino. La degustazione sensoriale, nella sua natura tecnica e, per certi aspetti artistica poiché coinvolge anche i sensi, ha bisogno di continua pratica e dedizione. Per questo motivo la sola preparazione tecnica e teorica non è sufficiente all'espressione di questa disciplina e va sempre e comunque supportata dalla pratica. In altre parole, la chiave del successo per ogni degustatore è certamente la conoscenza teorica delle tecniche ma, soprattutto, degustare continuamente vini, di ogni stile e qualità. I primi numeri di DiWineTaste si sono prevalentemente concentrati sugli aspetti tecnici e teorici della degustazione, oggi, invece, si favoriscono suggerimenti di tipo pratico, proponendo ai lettori esempi di studio comparativo, anche per contrasto.

 In questi anni ci siamo dedicati anche all'organizzazione di corsi di degustazione sensoriale di vini e distillati, oltre a materie inerenti all'enogastronomia. Si tratta - di fatto - della naturale evoluzione di quello che scriviamo nelle pagine di DiWineTaste, poiché la sola teoria non può essere mai sufficiente per comprendere una materia. Lo stesso posso dire per la nostra applicazione DiWineTaste Mobile per Android, iPhone e iPad, un ulteriore modo per consultare la nostra pubblicazione e in linea con i tempi. Anche il podcast è visto nella medesima ottica, un mezzo teso ad aumentare le possibilità di fruizione della nostra attività e secondo mezzi diversi. In fin dei conti, considerando anche la mia lunga carriera in ambito della progettazione software e nell'informatica, credo sia del tutto normale pensare all'implementazione di questi nuovi mezzi e forme. Non da meno, è stata proprio la mia mentalità di progettista software - nei diversi ambiti di questa disciplina nei quali ho lavorato - a farmi credere da subito che DiWineTaste dovesse essere disponibile unicamente in Internet. Sono sempre stato convinto di questa scelta, pensata per la prima volta nel 2000 e poi realizzata nel 2002 con l'uscita del primo numero di DiWineTaste.

 Centocinquanta numeri e quattordici anni di DiWineTaste. Un tempo e una quantità forse “importanti”, frutto di un lavoro svolto con dedizione in una materia per la quale nutro passione e interesse: la degustazione sensoriale. Forse, più realisticamente, un tempo e una quantità ancora modeste, se guardo in avanti pensando al futuro. Perché se penso a cos'era DiWineTaste nel settembre 2002 e come invece è diventato oggi, ammetto di fare fatica a riconoscerlo. Rispetto all'idea iniziale, nulla è rimasto come prima, se non l'edizione in formato PDF, seppure adattata nel tempo. Insostituibile dal primo numero, anche l'uso di  2ε per la composizione della rivista, dal quale si generano poi gli articoli in formato HTML consultabili nel sito e nelle App. Molto è cambiato ed è segno del tempo che passa, segno delle cose che - inevitabilmente - sono destinate a cambiare, com'è giusto che sia. Altra cosa che è cambiata - e lo dico con soddisfazione - sono i lettori di DiWineTaste. Se quel primo numero contò poco più di 2.000 lettori, oggi la media è di 155.000 al mese. Sarà poco per molti, oppure tanto per altri, tuttavia sono ben consapevole che se siamo arrivati oggi fino a qui è soprattutto merito loro. Grazie a te, caro lettore, gentile lettrice, i centocinquanta numeri di DiWineTaste sono dedicati a te.

Antonello Biancalana






   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 150, Aprile 2016   
CentocinquantaCentocinquanta  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Giugno?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.