Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Eventi Non Solo Vino 
  Eventi Numero 178, Novembre 2018   
NotiziarioNotiziario  Sommario 
Numero 177, Ottobre 2018 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter 

Notiziario


 In questa rubrica sono pubblicate notizie e informazioni relativamente a eventi e manifestazioni riguardanti il mondo del vino e dell'enogastronomia. Chiunque sia interessato a rendere noti avvenimenti e manifestazioni può comunicarlo alla nostra redazione all'indirizzo e-mail.

 

Vinitaly Accelera sulle Rotte Internazionali


 
Un wine2wine (26-27 novembre) rinnovato nella forma e nella sostanza; un nuovo premio, il Vinitaly Trade Award, che celebra i campioni internazionali della distribuzione nel mercato horeca; le tappe in Cina – con il ministro Centinaio – Canada e Russia. l'eno-programma targato Veronafiere da qui a fine anno, presentato a Milano nel corso di un pranzo con 40 produttori di vino. «Vinitaly e i suoi asset di sistema vogliono essere sempre più riferimento per la filiera – ha detto il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese – e il nuovo premio che sarà assegnato nel corso di wine2wine riflette il senso dell'ulteriore accelerazione che vogliamo dare al nostro progetto internazionale a favore dell'intero comparto».
Il Vinitaly Trade Award è il nuovo premio che Vinitaly riconosce a quanti in Italia o all'estero si sono distinti nel settore della distribuzione e del posizionamento commerciale del vino, dei liquori e dei distillati, con particolare riguardo ai buyer e ai responsabili degli acquisti per il settore horeca. «Il loro ruolo di congiunzione commerciale nella filiera, fino al consumatore, e di driver sempre più decisivo sui mercati internazionali – ha proseguito Danese – è alla base di questo nuovo riconoscimento di Veronafiere e di Vinitaly, oggi brand internazionale per la promozione del business e della divulgazione della cultura e della conoscenza del vino come prodotto di qualità».
Sempre in ambito internazionale, è fitta l'agenda di Vinitaly International, con gli appuntamenti di Hong Kong prima con i nuovi corsi di certificazione dell'Academy (a oggi sono 162 gli ambasciatori di Vinitaly da 29 Paesi) – dal 4 all'8 novembre – poi con Vinitaly Hong Kong - International Wine & Spirits Fair (8-10 novembre) cui parteciperà il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio (9 novembre). In contemporanea, dal 5 all'8, Ottawa, Halifax e St. John saranno le sedi canadesi degli Executive Wine Seminars, mentre la Russia sarà l'ultima tappa del calendario internazionale con gli eventi il Vinitaly impegnato a Mosca (19 novembre) e San Pietroburgo (20 novembre).
Sharing business ideas è infine il claim di quest'anno di wine2wine, il forum internazionale di riferimento per la Wine Industry in programma il 26-27 novembre prossimi. Margaret Henriquez, Ceo di Krug Champagne, la blogger e influencer cinese da 1,5 milioni di follower, Shenghan Wang (Lady Penguin), il presidente di Guild Somm (organizzazione internazionale no profit che si occupa di educazione al vino), Geoff Kruth e Alison Napjus, Senior Editor Wine Spectator apriranno le giornate di un forum i cui argomenti spaziano dal marketing del vino alla distribuzione, dalla comunicazione del brand alle nuove tecnologie, fino ai focus di mercato, con Usa Cina, Germania, Uk, Giappone, Messico, Polonia e Svizzera in primo piano. Al solito, sarà Wine Spectator a chiudere la prima giornata di lavori con l'annuncio delle cantine italiane per Opera Wine 2019, anteprima di Vinitaly. Non mancano le novità, cambierà format sempre più centrato sul networking e con sessioni di quarantacinque minuti di cui trenta di speech oltre a quindici di domande e risposte. Circa 60 gli speaker, di cui oltre la metà esteri, per 25 incontri previsti nella due giorni. Tra i temi: la comunicazione dei brand di lusso, come costruire una wine community in Cina, il volto mutevole del “direct to consumer” per i vini Super Premium negli Stati Uniti, enoturismo: norme e opportunità, gli special event a cura del direttore scientifico della Vinitaly international Academy, Attilio Scienza.

Piemonte Grappa: la Conferma di un Successo

La seconda edizione dell'evento “Piemonte Grappa, alla Corte dell'Alambicco” ha confermato un successo già annunciato. Si contano infatti in migliaia i partecipanti che hanno raggiunto le 11 distillerie che domenica 7 ottobre hanno spalancato le loro porte al pubblico, offrendo programmi di visita, degustazioni e animazione, un'affluenza che ha soddisfatto le aspettative delle aziende coinvolte e anche del Consorzio di Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo che ha organizzato la manifestazione investendo in una campagna promozionale efficace.
Complice il bel tempo, un popolo formato da giovani e meno giovani, con rilevanti presenze straniere, ha scoperto gli alambicchi dell'alto Piemonte come a Chiaverano e a Ghemme, nel Monferrato dell'astigiano e dell'alessandrino e anche nelle Langhe albesi, dove la fiera del tartufo appena inaugurata funziona già da traino per il movimento turistico.
Tante le degustazioni servite, gli abbinamenti proposti, le visite agli impianti e ai luoghi che raccolgono la storia di questa affascinante arte artigianale, diversi gli eventi allestiti che hanno proposto le diverse forme di arte nei luoghi dove quotidianamente operano i mastri distillatori.
In questa giornata la grappa piemontese è stata la protagonista, e ha spesso indossato l'abito del cocktail, proponendosi come soluzione di miscelazione, sulla scia di un modo di gustare che si sta affermando, grazie anche alla curiosità ispirata dal recente libro “la Grappa nello Shaker” che il Consorzio ha fortemente voluto.

Barolobrunello Ritorna a Casa

Sua Maestà il Barolo e sua maestà il Brunello tornano a raccontarsi in una delle loro collocazioni naturali, Montalcino, che il 17 novembre dalle 14:30 alle 19:00 e il 18 novembre dalle 10:30 alle 17:00 sarà la culla del vino in Toscana accogliendo il grande evento aperto ai professionisti e agli appassionati italiani e stranieri al Teatro degli Astrusi, Costa del Municipio, 10 – Palazzo dei Priori, Costa del Municipio 2 alla presenza di circa 60 cantine provenienti dalla zona di Montalcino e dalla Langhe.
Barolobrunello è storicamente un evento itinerante che si è spostato negli anni da Barolo a Lugano, da Monaco di Baviera a Milano per presentare l'eccellenza di questi due territori italiani contraddistinti da qualità e passione dei produttori che di volta in volta si mostrano al pubblico internazionale, capaci di produrre al meglio i vini che rappresentano l'Italia nel mondo. Da sempre il risultato è stato un mix eccellente dei terroir, del clima e della storia di chi abita queste zone.
La selezione delle cantine partecipanti è a cura del team di WineZone, organizzatrice dell'evento, guidata da Andrea Zarattini che nei mesi precedenti ricerca tra Piemonte e Toscana il meglio delle due denominazioni, tra realtà consolidate e simbolo della tradizione enoica e piccole giovani cantine pronte a mettersi in gioco. Con l'accesso alla manifestazione ogni partecipante potrà scegliere liberamente quali vini assaggiare.
Come di consueto, l'ingresso a barolobrunello è acquistabile soltanto on line e il numero di biglietti disponibili è limitato a 250 accessi per ognuna delle due giornate di apertura.
La VII Edizione di barolobrunello celebra anche l'anno del Cibo Italiano 2018 e si arricchisce così di nuovi appuntamenti che permetteranno di scoprire i vini protagonisti anche attraverso l'abbinamento alla cucina italiana. Le danze si aprono giovedì 15 novembre e per tutto il fine settimana firmato da barolobrunello, Montalcino diventerà la chiave di volta per scoprire ristoranti del territorio, piatti della tradizione sapientemente accompagnati da Brunello, Barolo, Rosso di Montalcino e Nebbiolo. I ristoranti selezionate per le cene di barolo brunello sono: Osticcio, Drogheria Franci, il Giglio, Boccon di vino e il Grappolo blu.
Il programma prevede per venerdì 16 novembre dalle ore 18:30 alle 21:00 l'aperitivo Rosso di Montalcino e Nebbiolo presso La Sosta in Via Ricasoli 48B. Il rosso di Montalcino e il Nebbiolo accompagneranno una selezione di prodotti provenienti da Langhe e da Montalcino.
Si prosegue sabato 17 novembre alle ore 20:30 con la Cena di Gala barolobrunello, il cui incasso sarà completamente devoluto in beneficenza, e che sarà a cura di Pizza&Peace, organizzazione no-profit, nata per diffondere la cultura della pizza, della formazione e le buone pratiche da forno. Saranno serviti Barolo, Nebbiolo, Brunello e Rosso di Montalcino presso il Salone dei Convegni – Piazza Cavour, 13.
A partire da giovedì 15 fino a domenica 18 novembre il Bistrot di barolobrunello sarà presso il wine bar Alle Logge di Piazza – Via Matteotti 1. Sarà possibile degustare i vini della selezione di barolobrunello.
L'edizione toscana si chiude la domenica con il momento decompressione dalle ore 19:00 alle 21:00 in cui si stapperanno le bollicine prodotte dalle cantine selezionate per la degustazione. Il brindisi di conclusione dell'evento sarà realizzato presso il Ristorante Osticcio – Via Matteotti 23 di Montalcino.

74 Medaglie d'Oro per il Merlot e Cabernet Insieme

La vera notizia del 14° Concorso Enologico Internazionale “Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme” riguarda certamente i vincitori di questa edizione davvero combattuta.
251 i campioni in concorso che mai come quest'anno si sono rivelati dei veri Campioni. « stato veramente un concorso combattuto – racconta Sergio Cantoni, direttore del Concorso – mai come quest'anno i punteggi dei vincitori si possono racchiudere in una fascia di soli 5 punti. Il regolamento OIV (Organisation International de la Vigne et du Vine) ci impone di premiare al massimo il 30% dei partecipanti e, visti i risultati delle degustazioni di quest'anno, abbiamo dovuto ricorrere al terzo decimale per poter discriminare i 74 vincitori che hanno ottenuto davvero punteggi molto simili».
Tutte medaglie d'oro per il 2018 perché, come ricorda Cantoni, «abbiamo dovuto tagliare molto alto per rispettare il limite OIV, e non siamo quindi riusciti a premiare Argenti o Bronzi».
Impegnativo e davvero rilevante, dunque, il lavoro degli 85 giudici che, divisi in 7 commissioni hanno degustato i vini in concorso venerdì 19 ottobre 2018 negli spazi del PalaSpirà di Spirano. Giudici provenienti da 31 paesi che hanno espresso giudizi su vini prodotti in 25 nazioni.
«Interessante notare – continua Cantoni – che 19 dei 25 paesi partecipanti sono riusciti a guadagnare almeno una medaglia d'oro. Nove sono stati i paesi pluripremiati, ovvero quelli che hanno ottenuto più di una medaglia».
Il Paese che ha ottenuto il maggior numero di medaglie è l'Italia con 30 riconoscimenti (di cui 9 vanno a vini bergamaschi), al secondo posto, con 9 medaglie, la Serbia.
Tutte le 25 nazioni partecipanti hanno poi ottenuto un premio della stampa, assegnato attraverso il voto dei giudici del mondo della stampa al vino con il punteggio più alto per ogni nazione, posto che il vino abbia raggiunto la soglia della medaglia. Anche in questo caso un unicum: un paese è stato premiato con due premi della stampa. «Si tratta di un ex-aequo – spiega Cantoni – e si è quindi deciso di pubblicare entrambi i vincitori».
Un concorso davvero combattuto, insomma, con punteggi molto alti e molto ravvicinati. Ancora una volta “Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme” stupisce per la sua internazionalità e per la sua capacità di esprimere il palato di giurie davvero internazionali.

 


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Eventi Non Solo Vino 
  Eventi Numero 178, Novembre 2018   
NotiziarioNotiziario  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Cosa pensi dei vini rosati?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Novembre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2018 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.