Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


Registrazione Nuovo Utente Ho dimenticato la password
Utente   Password   
Elenco Messaggi   Mostra  Ordina

Indice:Il Forum del Vino: Champagne o Spumante Italiano?  Nuovo Messaggio
Autore Messaggio
gilberto65
Enofilo



Messaggi: 115
Vini: 26
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:27:51 GMT
Quota  Inviato: 06/08/2004 07:27:13 GMT Messaggio SuccessivoInizio Pagina
Ciao a tutti!
Che bella comunità di amici e appassionati del vino si sta creando su questo EnoForum!
Visto che abbiamo iniziato a parlare dei vari vini, volevo proporre una domanda che a quanto pare è piuttosto ricorrente: è meglio lo Champagne o lo spumante Italiano?
Io mi schiero per lo spumante Italiano, soprattutto per il Franciacorta.
Che ne dite?
Gilberto
mirtillo
Enofilo



Messaggi: 84
Vini: 28
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:13:45 GMT
Quota  Inviato: 06/08/2004 10:46:32 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
gilberto65 ha scritto:
Ciao a tutti!
Che bella comunità di amici e appassionati del vino si sta creando su questo EnoForum!
Visto che abbiamo iniziato a parlare dei vari vini, volevo proporre una domanda che a quanto pare è piuttosto ricorrente: è meglio lo Champagne o lo spumante Italiano?
Io mi schiero per lo spumante Italiano, soprattutto per il Franciacorta.
Che ne dite?


Salve
Mi è capitato di bere franciacorta poche volte ma, secondo me, non hanno niente d invidiare a certi Champagne.
Carlo
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 06/08/2004 11:33:02 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Immaginavo che prima o poi qualche nostro amico avrebbe attivato l'eterna discussione se sia meglio lo Champagne o lo spumante Italiano.
Personalmente ritengo che entrambi siano dei grandi prodotti e comunque incomparabili fra loro se non per il modo in cui vengono prodotti, ovviamente se parliamo di "metodo classico".
Ciò che rende unica e grande la Champagne è il clima e la condizione ambientale, e questi sono fattori che troviamo in ogni luogo vinicolo del mondo, comprese quelle dove di producono gli spumanti Italiani.
È comunque innegabile che il livello degli spumanti Italiani sia notevolmente cresciuto - non solo quelli dell'eccellente Franciacorta - ma anche quelli di altre zone.
Forse sarebbe più opportuno non generalizzare, ma fare il confronto su specifiche marche e specifici prodotti. Infine vorrei ricordare che non tutto lo Champagne è di ottima qualità, così come non tutti gli spumanti Italiani sono di ottima qualità.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 07/08/2004 07:34:57 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
In effetti la discussione su cosa sia meglio fra lo Champagne e lo spumante Italiano (e in particolare il Franciacorta) sembra essere sempre in auge.
A me non dispiace affatto il Franciacorta, anzi, spesso ho trovato degli Champagne che erano di gran lunga inferiori ai "nostri" Franciacorta. Però devo anche ammettere che ci sono certi Champagne che sono piuttosto difficili da battere...
Michele Landolfi
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21 GMT
Quota  Inviato: 07/08/2004 18:03:48 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Secondo me è una dura lotta! A me piace molto il Franciacorta mentre con gli Champagne non ho molta esperienza, a parte quelli più "correnti" che si trovano al supermercato e che non mi hanno entusiasmato.
Da quello che sento dire, tutti sembrano d'accordo che lo Champagne sia superiore al Franciacorta. Ma sarà vero?
Max
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 08/08/2004 17:56:06 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Io ho bevuto spesso degli Champagne da molti definiti eccezionali, e in efetti mi sono piaciuti moltissimo. Però devo ammettere che anche certi Franciacorta, come per esempio la cuvée Annamaria Clementi di Ca' del Bosco, mi sembrano eccezionali. Secondo me va preso caso per caso, cioè etichetta per etichetta....
Michele Landolfi
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 09/08/2004 07:52:36 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
miclan ha scritto:
Io ho bevuto spesso degli Champagne da molti definiti eccezionali, e in efetti mi sono piaciuti moltissimo. Però devo ammettere che anche certi Franciacorta, come per esempio la cuvée Annamaria Clementi di Ca' del Bosco, mi sembrano eccezionali. Secondo me va preso caso per caso, cioè etichetta per etichetta....

In effetti dire quale vino sia migliore usando la sola generalizzazione è piuttosto difficile. Più concreto invece il confronto fra le singole etichette e i singoli produttori. Se è vero che il fattore zona costituisce - di fatto - un vantaggio enorme, è anche vero che la capacità del produttore incide in maniera rilevante. Si può disporre di uve di altissima qualità e prodotte in una zona favorevole, tuttavia se questi vantaggi si distruggono in cantina o con logiche non proprio di qualità, è come se questo vantaggio fosse nullo.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21 GMT
Quota  Inviato: 09/08/2004 13:17:17 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Sono d'accordo con quello che dite, cioè che la zona ha la sua importanza e che anche il produttore è importante. Se proprio dobbiamo iniziare a fare nomi ne indico due, uno per lo spumante Italiano e l'altro per lo Champagne:

  • Franciacorta Satèn, Cavalleri
  • Champagne Cristal, Louis Roeder

Buon spumante a tutti!
Max
spillo
Utente



Messaggi: 1
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/08/2004 09:39:18 GMT
Quota  Inviato: 09/08/2004 17:41:30 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
miclan ha scritto:
Io ho bevuto spesso degli Champagne da molti definiti eccezionali, e in efetti mi sono piaciuti moltissimo. Però devo ammettere che anche certi Franciacorta, come per esempio la cuvée Annamaria Clementi di Ca' del Bosco, mi sembrano eccezionali. Secondo me va preso caso per caso, cioè etichetta per etichetta....


Perfettamente d'accordo. Quella cuvee di Ca' del Bosco è straordinaria. E sono eccezionali anche altri spumanti italiani. Ne cito uno trentino (per non limitarsi alla sola Franciacorta) come il Methius di Dorigati.
Forse quello che in Italia ancora manca rispetto allo Champagne è una migliore costanza qualitativa.
spillo
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 10/08/2004 08:13:14 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
spillo ha scritto:
Perfettamente d'accordo. Quella cuvee di Ca' del Bosco è straordinaria. E sono eccezionali anche altri spumanti italiani. Ne cito uno trentino (per non limitarsi alla sola Franciacorta) come il Methius di Dorigati.
Forse quello che in Italia ancora manca rispetto allo Champagne è una migliore costanza qualitativa.

Il Methius dei fratelli Dorigati è senz'altro uno stupendo spumante che fa onore all'enologia Italiana. In questo senso consiglierei di guardare con maggiore attenzione alla produzione spumantistica del Trentino.
Quello che manca all'Italia rispetto alla Champagne è proprio la Champagne! Non dico che lo Champagne sia migliore dei nostri spumanti: ciò che rende unico lo Champagne sono le condizioni climatiche e ambientali di quella zona. Lo stesso vale - ovviamente - per qualunque altra area vinicola del mondo.
Produttori Italiani che hanno saputo dimostrare un'altissima qualità con i loro spumanti - e di saperla mantenere - ce ne sono già e sono apprezzabili per la loro serietà, quello che manca invece è una maggiore efficacia nella comunicazione e nella promozione di questo prodotto che in molti casi - è innegabile - surclassa tantissimi Champagne.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 10/08/2004 11:14:30 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Anche secondo me il Methius è molto buono. Io ho trovato interessante anche il Cellarius di Berlucchi. Sapete con quali uve è prodotto il Methius?
Michele Landolfi
stefano
Utente



Messaggi: 6
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
10/07/2004 12:34:13 GMT
Quota  Inviato: 10/08/2004 12:10:11 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
miclan ha scritto:
Anche secondo me il Methius è molto buono. Io ho trovato interessante anche il Cellarius di Berlucchi. Sapete con quali uve è prodotto il Methius?

il Methius è prodotto con 60 % Chardonnay e 40 % Pinot Nero
Vinificato in bianco con fermentazione in barrique di parte dello Chardonnay
Stefano Passerini
DiWineTaste
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21 GMT
Quota  Inviato: 10/08/2004 18:21:51 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Mi sembra che la discussione su cosa sia meglio fra Champagne e spumante Italiano tratti solamente il Franciacorta e lo spumante del Trentino (entrambi ottimi).
Possibile che ci siamo tutti dimenticati del Prosecco, del Moscato d'Asti e del Brachetto?
Max
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 11/08/2004 08:18:34 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
maxtrek ha scritto:
Mi sembra che la discussione su cosa sia meglio fra Champagne e spumante Italiano tratti solamente il Franciacorta e lo spumante del Trentino (entrambi ottimi).
Possibile che ci siamo tutti dimenticati del Prosecco, del Moscato d'Asti e del Brachetto?

No, non ce ne siamo dimenticati! È innegabile che anche molti spumanti creati con il metodo Charmat siano degni di nota e interessanti. Ci sono eccellenti Prosecco, ma anche tanti altri Prosecco mediocri, del resto, lo stesso si può dire per qualunque altro tipo di vino.
Altra domanda: qual'è il vostro spumante preferito e prodotto con il metodo Charmat?
Antonello Biancalana
DiWineTaste
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21 GMT
Quota  Inviato: 11/08/2004 18:03:30 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
antonello ha scritto:
No, non ce ne siamo dimenticati! È innegabile che anche molti spumanti creati con il metodo Charmat siano degni di nota e interessanti. Ci sono eccellenti Prosecco, ma anche tanti altri Prosecco mediocri, del resto, lo stesso si può dire per qualunque altro tipo di vino.
Altra domanda: qual'è il vostro spumante preferito e prodotto con il metodo Charmat?

Come ho già detto adoro il Prosecco e se devo dare il mio parere, adoro il Prosecco superiore di Cartizze di Ruggeri. Lo trovo molto elegante sia al naso che in bocca.
Max
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 12/08/2004 07:48:34 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Il Prosecco lo trovo molto adatto per gli aperitivi e certamente gradevole in questa calda stagione.
Parlando degli altri due spumanti, anche l'Asti spumante e il Brachetto d'Acqui li trovo molto gradevoli di questi tempi, certo, essendo spumanti dolci non li sceglierei per calmare l'arsura di questa estate, magari con un buon gelato...
Michele Landolfi
gilberto65
Enofilo



Messaggi: 115
Vini: 26
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:27:51 GMT
Quota  Inviato: 12/08/2004 17:46:47 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Secondo me il Franciacorta ha pochi rivali fra gli spumanti Italiani. Gli spumanti del Trentino sono sicuramente buoni, però trovo che i Franciacorta abbiano un carattere diverso, più personale e proprio, insomma una marcia in più.
Non ho mai provato il Methius di cui avete parlato, magari è proprio lo spumante giusto per farmi cambiare idea! Se lo trovo vi faccio sapere.
Gilberto
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21 GMT
Quota  Inviato: 13/08/2004 08:01:12 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Anch'io ho sentito parlare molto bene del Methius ma non l'ho mai bevuto. Anzi, sarei proprio curioso di provarlo!
parlando di spumanti del Trentino, a me è piaciuto moltissimo il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore.
Max
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 13/08/2004 11:14:37 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Sia il Methius che il Giulio Ferrari sono due eccellenti esempi di spumanti prodotti nel Trentino, ovviamente non sono gli unici buoni esempi. Vorrei inoltre ricordare che fra gli spumanti Italiani troviamo anche il Talento - che si produce anche, ma non solo, in Trentino - e che offre un ottimo livello qualitativo confermato dagli eccellenti risultati ottenuti dai molti produttori di questo spumante.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
panterarosa
Enofilo



Messaggi: 73
Vini: 25
Distillati: 1

Registrato il:
02/08/2004 21:38:51 GMT
Quota  Inviato: 16/08/2004 07:51:14 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Io non saprei precisamente se schierarmi a favore dello spumante Italiano o dello Champagne perché semplicemente non ho mai bevuto uno Champagne e quindi non posso avere punti di confronto. Soprattutto perché hanno certi prezzi!!!
Per quello che mi riguarda, trovo che molti spumanti Italiani siano molto buoni e soprattutto quelli della Franciacorta.
Fabio B.
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 18/08/2004 11:07:04 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
panterarosa ha scritto:
Io non saprei precisamente se schierarmi a favore dello spumante Italiano o dello Champagne perché semplicemente non ho mai bevuto uno Champagne e quindi non posso avere punti di confronto. Soprattutto perché hanno certi prezzi!!!
Per quello che mi riguarda, trovo che molti spumanti Italiani siano molto buoni e soprattutto quelli della Franciacorta.

Di Champagne ottimi ce ne sono tanti, almeno quelli che ho bevuto io, però ritengo che gli spumanti Italiani in molti casi siano superiori. Secondo me la Franciacorta è un grande concorrente della Champagne e, a quanto si dice, in certi concorsi enologici i Franciacorta hanno battuto gli Champagne!
Visto che parliamo di spumanti, avete mai provato il Cava spagnolo?
Michele Landolfi
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 18/08/2004 18:33:27 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
miclan ha scritto:
Di Champagne ottimi ce ne sono tanti, almeno quelli che ho bevuto io, però ritengo che gli spumanti Italiani in molti casi siano superiori. Secondo me la Franciacorta è un grande concorrente della Champagne e, a quanto si dice, in certi concorsi enologici i Franciacorta hanno battuto gli Champagne!
Visto che parliamo di spumanti, avete mai provato il Cava spagnolo?

Anche il Cava è decisamente un prodotto interessante che merita attenzione nel mondo degli spumanti metodo classico. Nonostante il suo disciplinare di produzione preveda tempi di maturazione inferiori rispetto allo Champagne e al Franciacorta, ci sono alcuni produttori che volutamente prolungano la maturazione del vino sui lieviti e riescono a produrre Cava di tutto rispetto.
Anche qui vale lo stesso discorso che si potrebbe fare per gli altri spumanti metodo classico, dove la qualità è un fattore in cui crede il produttore e che, a parità di stile di vino, fa la differenza.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
panterarosa
Enofilo



Messaggi: 73
Vini: 25
Distillati: 1

Registrato il:
02/08/2004 21:38:51 GMT
Quota  Inviato: 19/08/2004 08:07:56 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
In un'altra discussione su questo forum si è parlato di spumanti metodo Charmat (io ho citato uno spumante di Duca di Salaparuta prodotto con questo metodo) e mi chiedevo se realmente il metodo classico (quello dello Champagne, per capirci) sia effettivamente superiore al metodo Charmat. E se sì, perché?
Fabio B.
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 20/08/2004 17:18:54 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
panterarosa ha scritto:
In un'altra discussione su questo forum si è parlato di spumanti metodo Charmat (io ho citato uno spumante di Duca di Salaparuta prodotto con questo metodo) e mi chiedevo se realmente il metodo classico (quello dello Champagne, per capirci) sia effettivamente superiore al metodo Charmat. E se sì, perché?

Non c'è ombra di dubbio che il metodo classico produca risultati molto più eleganti, raffinati e complessi del metodo Charmat (o metodo Martinotti, tanto per fare onore ad un nostro connazionale, purtroppo quasi dimenticato).
Il metodo Charmat è particolarmente adatto per i vini prodotti con uve aromatiche (come l'Asti e il Brachetto d'Acqui, per esempio) mentre il metodo classico, a causa della lenta e lunga rifermentazione in bottiglia, è adatto a sviluppare qualità di complessità e struttura che solo il tempo e l'apporto dei lieviti può dare.
Il metodo Charmat consiste nella rifermentazione di un vino base in autoclave e il processo ha una durata di due o tre mesi, circa sei mesi nello Charmat lungo.
Nel metodo classico il tempo di rifermentazione si volge all'interno di una bottiglia (la stessa in cui viene venduto lo stesso spumante) e il processo di maturazione può durare - sempre all'interno della bottiglia - da un minimo di 15 mesi (nei migliori casi 18 mesi) fino a molti anni. In questo tempo il vino sviluppa - a causa di una degradazione dei lieviti detta autolisi - aromi complessi ed eleganti così come una maggiore struttura e carattere.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
gilberto65
Enofilo



Messaggi: 115
Vini: 26
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:27:51 GMT
Quota  Inviato: 24/08/2004 18:40:18 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Credo che la confusione sia anche voluta dai produttori. Sarebbe bello se ci fosse una legge che imponga ai produttori di spumanti di indicare nell'etichetta il metodo utilizzato e il tempo di maturazione. Anche questo contribuirebbe alla buona cultura del vino. Credo che sia oltretutto onesto! Che ne pensate?
Gilberto
mirtillo
Enofilo



Messaggi: 84
Vini: 28
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:13:45 GMT
Quota  Inviato: 25/08/2004 07:39:19 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
gilberto65 ha scritto:
Credo che la confusione sia anche voluta dai produttori. Sarebbe bello se ci fosse una legge che imponga ai produttori di spumanti di indicare nell'etichetta il metodo utilizzato e il tempo di maturazione. Anche questo contribuirebbe alla buona cultura del vino. Credo che sia oltretutto onesto! Che ne pensate?

Sono d'accordo! Secondo me le etichette dei vini spesso non forniscono sufficienti informazioni per capire di cosa si tratta, soprattutto alle persone che non sono esperte. Credo che la mancanza di informazione sia ancora più evidente negli spumanti che per fortuna si possono riconoscere dalla forma della bottiglia!!!
Sono d'accordo che andrebbe fatta maggiore chiarezza nelle etichette degli spumanti e dire chiaramente come è stato prodotto, come si dovrebbe servire e per quanto tempo si può conservare.
Carlo
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 25/08/2004 18:03:05 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
gilberto65 ha scritto:
Credo che la confusione sia anche voluta dai produttori. Sarebbe bello se ci fosse una legge che imponga ai produttori di spumanti di indicare nell'etichetta il metodo utilizzato e il tempo di maturazione. Anche questo contribuirebbe alla buona cultura del vino. Credo che sia oltretutto onesto! Che ne pensate?

In genere è nell'interesse del produttore fornire al consumatore la maggiore quantità di informazioni possibili in modo da qualificare meglio i suoi prodotti. Parlando in termini generici, se lo spumante è prodotto con il metodo classico e la sua produzione non è regolata da nessun disciplinare, la dicitura "metodo classico" - o nelle altre sue classiche forme - è sempre riportata e in evidenza.
In altri spumanti metodo classico regolati da precisi disciplinari (come per esempio lo Champagne o il Franciacorta) questa indicazione non può essere riportata nell'etichetta in quanto è la denominazione stessa del prodotto a qualificarne il metodo di produzione.
Sono comunque d'accordo con voi e spesso sarebbe proprio necessaria una maggiore informazione sulle etichette dei vini.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 27/08/2004 07:43:47 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
gilberto65 ha scritto:
Credo che la confusione sia anche voluta dai produttori. Sarebbe bello se ci fosse una legge che imponga ai produttori di spumanti di indicare nell'etichetta il metodo utilizzato e il tempo di maturazione. Anche questo contribuirebbe alla buona cultura del vino. Credo che sia oltretutto onesto! Che ne pensate?

In linea di massima sono d'accordo con te e spesso sarebbe utile avere delle etichette più ricche di informazioni e che vadano oltre le solite quattro scontate e inutili parole (vino fruttato e deciso e blah blah blah).
In effetti credo che la situazione sia peggiore per i vini spumanti dove spesso non si trova nemmeno la controetichetta! Eppure mi sembra che sarebbe nell'interesse della credibilità e vendibilità del prodotto il fatto di presentarlo bene!
Michele Landolfi
panterarosa
Enofilo



Messaggi: 73
Vini: 25
Distillati: 1

Registrato il:
02/08/2004 21:38:51 GMT
Quota  Inviato: 30/08/2004 11:16:53 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
miclan ha scritto:
In linea di massima sono d'accordo con te e spesso sarebbe utile avere delle etichette più ricche di informazioni e che vadano oltre le solite quattro scontate e inutili parole (vino fruttato e deciso e blah blah blah).
In effetti credo che la situazione sia peggiore per i vini spumanti dove spesso non si trova nemmeno la controetichetta! Eppure mi sembra che sarebbe nell'interesse della credibilità e vendibilità del prodotto il fatto di presentarlo bene!

Anche secondo me le etichette dei vini non sono molto chiare, o comunque non raccontano i dettagli che contano veramente. Da quanto ne so, non mi sembra che esistano delle leggi specifiche sulle controetichette, però se i produttori riuscissero a fornire maggiori informazioni sul vino, andando oltre le solite e scontate considerazioni, non mi dispiacerebbe.
Fabio B.
mirtillo
Enofilo



Messaggi: 84
Vini: 28
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:13:45 GMT
Quota  Inviato: 31/08/2004 07:55:47 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
panterarosa ha scritto:
Anche secondo me le etichette dei vini non sono molto chiare, o comunque non raccontano i dettagli che contano veramente. Da quanto ne so, non mi sembra che esistano delle leggi specifiche sulle controetichette, però se i produttori riuscissero a fornire maggiori informazioni sul vino, andando oltre le solite e scontate considerazioni, non mi dispiacerebbe.

Il problema credo sia anche di natura commerciale. In fondo l'etichetta di un vino è agli occhi della maggioranza il biglietto da visita per i consumatori e, non da ultimo, anche un'esplicita forma di pubblicità. Pertanto etichette si tendono a realizzarle con messaggi semplici che siano comprensibili alla maggioranza dei consumatori. Forse questa è la ragione per la quale le etichette a volte offrono informazioni così "banali" e minimali.
Carlo
panterarosa
Enofilo



Messaggi: 73
Vini: 25
Distillati: 1

Registrato il:
02/08/2004 21:38:51 GMT
Quota  Inviato: 03/09/2004 07:44:35 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
mirtillo ha scritto:
Il problema credo sia anche di natura commerciale. In fondo l'etichetta di un vino è agli occhi della maggioranza il biglietto da visita per i consumatori e, non da ultimo, anche un'esplicita forma di pubblicità. Pertanto etichette si tendono a realizzarle con messaggi semplici che siano comprensibili alla maggioranza dei consumatori. Forse questa è la ragione per la quale le etichette a volte offrono informazioni così "banali" e minimali.

Passi il fatto che l'etichetta è un messaggio pubblicitario, e certamente è così, tuttavia dare un'informazione distorta o incomplete non credo aiuti al buon successo di un prodotto, vino compreso. Secondo me i produttori dovrebbero trovare una misura "di mezzo", cioè mantenere efficace il messaggio pubblicitario dell'etichetta fornendo allo stesso tempo delle informazione veramente utili per i consumatori, come per esempio quanto si può invecchiare un vino, percentuali delle uve, temperatura di servizio consigliata e tipo di bicchiere.
Fabio B.
giovanni
Utente



Messaggi: 1
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
25/03/2005 14:09:13 GMT
Quota  Inviato: 25/03/2005 17:41:21 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
sono coso simili, ma pure diverse fra loro
ricordiamoci il valore del termine Terroire
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 01/04/2005 11:10:14 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
giovanni ha scritto:
sono coso simili, ma pure diverse fra loro
ricordiamoci il valore del termine Terroire

Il fattore Terroir è sempre e comunque di fondamentale importanza! Ecco perché non ha molto senso il confronto strenuo e accanito fra questi tipi di spumanti quando è fatto in termini assoluti. Ognuno ha le proprie qualità e i propri pregi conferiti dalle uve, il territorio e la cultura dei rispettivi luoghi.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
gilberto65
Enofilo



Messaggi: 115
Vini: 26
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:27:51 GMT
Quota  Inviato: 13/04/2005 18:00:57 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
antonello ha scritto:
Il fattore Terroir è sempre e comunque di fondamentale importanza! Ecco perché non ha molto senso il confronto strenuo e accanito fra questi tipi di spumanti quando è fatto in termini assoluti. Ognuno ha le proprie qualità e i propri pregi conferiti dalle uve, il territorio e la cultura dei rispettivi luoghi.

Che dire? Anche a me sembra che si esageri con l'eterna sfida Champagne e Franciacorta! A me piacciono entrambi e credo che in entrambe le zone si producano prodotti notevoli e deludenti allo stesso modo. Perché allora non iniziare a lanciare la sfida fra Cava e Champagne o Cava e Franciacorta? Perché sempre Champagne e Franciacorta?
Mi viene il dubbio che ci sia qualche bastian contrario alle bollicine Italiane!
Gilberto
miclan
Enofilo



Messaggi: 120
Vini: 11
Distillati: 3

Registrato il:
02/08/2004 21:31:29 GMT
Quota  Inviato: 23/05/2005 18:03:01 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
gilberto65 ha scritto:
Che dire? Anche a me sembra che si esageri con l'eterna sfida Champagne e Franciacorta! A me piacciono entrambi e credo che in entrambe le zone si producano prodotti notevoli e deludenti allo stesso modo. Perché allora non iniziare a lanciare la sfida fra Cava e Champagne o Cava e Franciacorta? Perché sempre Champagne e Franciacorta?
Mi viene il dubbio che ci sia qualche bastian contrario alle bollicine Italiane!

Ben detto! Perché allora teniamo esclusa anche la zona del Trentino? tanto per citare due grandi nomi di quelle parti, pensate che il Methius o la riserva Giulio Ferrari siano da meno di un Franciacorta o di uno Champagne?
Michele Landolfi
gilberto65
Enofilo



Messaggi: 115
Vini: 26
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:27:51 GMT
Quota  Inviato: 01/06/2005 19:56:32 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
miclan ha scritto:
Ben detto! Perché allora teniamo esclusa anche la zona del Trentino? tanto per citare due grandi nomi di quelle parti, pensate che il Methius o la riserva Giulio Ferrari siano da meno di un Franciacorta o di uno Champagne?

Assolutamente! Per me il Methius è un grandissimo Talento. Avete visto che questo mese i nostri amici di DiWineTaste ne hanno parlato? Si è perfino aggiudicato i cinque diamanti!!
Io non ho nulla contro lo Champagne o il Franciacorta, però è giusto ricordare anche tutte le altre nobili bollicine!
Gilberto
antonello
Intenditore

Amministratore

Messaggi: 238
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
06/07/2004 11:46:31 GMT
Quota  Inviato: 16/06/2005 10:55:52 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
gilberto65 ha scritto:
Assolutamente! Per me il Methius è un grandissimo Talento. Avete visto che questo mese i nostri amici di DiWineTaste ne hanno parlato? Si è perfino aggiudicato i cinque diamanti!!

Beh, ci fa piacere che l'abbiate notato!
Il Methius è veramente un grande Talento, con tutti gli onori alla famiglia Dorigati che ogni anno riescono a stupirci con i loro costanti risultati.

gilberto65 ha scritto:
Io non ho nulla contro lo Champagne o il Franciacorta, però è giusto ricordare anche tutte le altre nobili bollicine!

Credo nessuno abbia qualcosa in contrario allo Champagne o alla Franciacorta: sicuramente due grandi vini. Infine è giusto ricordare anche le altre nobili bollicine, pur senza dimenticare che ottimi vini spumanti sono prodotti anche in altri paesi.
Antonello Biancalana
DiWineTaste
lepre69
Utente



Messaggi: 1
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
01/08/2005 22:03:33 GMT
Quota  Inviato: 03/08/2005 12:41:47 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
a livello medio - alto probabilmente non ci sono grosse differenze , ma se andiamo a degustare i grandi champagne ( a volte anche a prezzi irragiungibili ) la differenza si fa molto ma molto piu' riguardevole , infondo il loro terruar , clima e tecnica di vinificazione sono superiori ai nostri ...................
Marco
luca
Utente



Messaggi: 3
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
15/06/2007 20:29:10 GMT
Quota  Inviato: 15/06/2007 20:45:53 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
.......a distinguere la differenza dallo champagne allo spumante italiano probabilmente è impegnativo, anzi da intenditori. Ci sono champagne a partire dai 28 e per i franciacorta a partire dai 10. Ma neanche questo è un motivo che riguarda la qualità. Dobbiamo continuamente farci strada assagiando sempre in compagnia per metterci a confronto. Sicuramente avremo una sensazione di armonia che marcherà quell'etichetta. Ma una cosa importante vi porgo col vassoio, guardate dentro la storia dello champagne. Riguarda il medioevo. Scrutate internet. Per il momento mi fermo e a risentirci.
nerello
Utente



Messaggi: 4
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
30/11/2007 17:27:00 GMT
Quota  Inviato: 06/01/2008 08:58:26 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Eterna discussione che comunque, se non altro, ha messo in luce etichette di bollicine sempre amate e interessanti. Per quanto mi riguarda credo che il nocciolo della questione lo ha toccato Antonello: trattasi di due prodotti differenti soprattutto perchè espressione di un terroir diverso. Certo i nostri cugini francesi hanno dalla loro storia e cultura impressionanti ma anche l'Italia ha classe da vendere. In una parola, perchè dover necessariamente paragonare? Per me dire che l'uno è migliore dell'altro o viceversa non ha troppo senso. Quindi evviva le bollicine, basta che ci sia la qualità!
marcum
gianluwine
Utente



Messaggi: 3
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
03/01/2009 12:01:42 GMT
Quota  Inviato: 04/01/2009 10:25:02 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
NON ha senso conftrontare champagne e spumanti nostrani. Il microclima della champagne è unico! Noi non sappiamo cosa significa Spumante, inteso come microarea di produzione (come dire che a serralunga, la morra ecc si fa il barolo, per intenderci). Noi facciam Metodo classico... ma l' OP è diverso dalla Franciacorta, che è diversa dalla Trento che è diversa dall'Alta Langa. Dobbiamo bere i nostri spumanti perchè son italiani, ma ognuno è buono di per sè o migliore se cnfrontato con un altro spumante che rientri nella stessa doc, ma non ha senso confrontarsi con lo champagne. Secondo voi è più buono un Borgogna od un Barolo? La risposta dipenderà da un gusto personale...
silviab
Utente



Messaggi: 5
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
12/02/2009 13:59:27 GMT
Quota  Inviato: 12/02/2009 14:22:42 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
io che sono un'amante del vino in generale dire Champagne è sinonimo d'eleganza, raffinatezza, prestigio...con un calice di Champagne puoi osare...consigliarlo ad un cliente a cena è sempre una sfida al giorno d'oggi...la gente sta diventando sempre più informata sul vino e non è più molto disposta a "bere a caso".
Ho partecipato all'evento Spumanti d'Italia assaggiando molti prodotti di classe. Paragonare Champagne a Franciacorta è strano. Ogni vino rappresenta la sua zona d'origine, ogni calice racconta la sua storia dando emozioni diverse. Molti Franciacorta ora sono arrivati ad un livello qualitativo altissimo e per noi forse è più facile d'aquistare. Ultimando risponderei entrambi...ad ogni situazione la scelta del vino può coronare quel momento...
sb
Robywine87
Utente



Messaggi: 1
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
20/07/2016 08:50:34 GMT
Quota  Inviato: 20/07/2016 08:55:34 GMT Messaggio PrecedenteInizio Pagina
Io amo Franciacorta, lo bevo sempre con mia moglie che come me è un'appassionata di vini (per questo l'ho sposata eheheh) ... Non dobbiamo sottovalutarci, l'Italia è un'ottima produttrice di vini che vengono esportati ogni giorno in tutto il mondo.
p.s. Sono nuovo nel forum quindi vi saluto a tutti
Roberto Machiavelli

Indice:Il Forum del Vino: Champagne o Spumante Italiano?  Nuovo Messaggio

 Condividi questo argomento   
25/04/2019 12:42:12 GMT


I Sondaggi di DiWineTaste
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Aprile?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.