Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


Registrazione Nuovo Utente Ho dimenticato la password
Utente   Password   
Elenco Messaggi   Mostra  Ordina

Indice:Il Forum del Vino: unire e conservazione dei vini "economici"  Nuovo Messaggio
Autore Messaggio
felice.mottura
Utente



Messaggi: 2
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
28/08/2012 13:08:29 GMT
Quota  Inviato: 28/08/2012 13:39:27 GMT Messaggio SuccessivoInizio Pagina
Salve a tutti,
è la prima volta che scrivo nel forum. Parlo da completo inesperto di vini e avrei solo una curiosità, che deriva da una piccola disputa familiare sulla conservazione del vino.
La questione riguardava la conservazione di un vino bianco in tetra pak di quelli super economici.
La confezione è stata aperta a luglio per utilizzare il vino ed è stata conservata nel cucinino, in un semplice sportello/pensile da cucina (quindi non in frigo ne in cantina). Il cucinino è molto piccolo e si scalda molto d'estate (quasi una serra) e fa freddo d'inverno (insomma un locale piccolo per niente isolato termicamente).
Inoltre, avendo in casa un'altra bottiglia di vino bianco (economico) quasi finito, era stato versato questo poco restante di vino nel tetra pak di cui sopra, per avere un solo contenitore in cucina in modo che occupasse meno spazio, dato che quello della bottiglia era veramente poco (meno di mezzo bicchiere).
Ora, a fine agosto, il vino è leggermente acetoso, e la questione era:
"è colpa del fatto che si è aggiunto quel poco di un vino diverso nel tetra pak o è colpa del fatto che la confezione è stata lasciata nel mobile del cucinino (ambiente molto caldo nei mesi di luglio e agosto) ? Oppure è colpa di entrambe le cose?"
In questo stesso tema vorrei chiedervi se unire due vini nella stessa bottiglia o confezione è una cosa che proprio non si fa perché rende il vino cattivo (magari chimicamente o non so per quali reazioni), anche se in proporzioni tali che uno è molto di più dell'altro.
grazie, e scusate per l'offesa alla buona qualità dei vini e alle buone procedure di conservazione
la cosa che mi interessa di più è: "il fatto che ora il vino sà un pò di aceto è più per colpa delle temperature o dell'aver mischiato i due vini?"
gilberto65
Enofilo



Messaggi: 115
Vini: 26
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:27:51 GMT
Quota  Inviato: 28/08/2012 15:16:09 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
Unire due vini, anche molto diversi fra loro (tipo bianco e rosso) di certo non comporta rischi, né di salute né chimici.
Quello che è certo è che il tuo povero vino in brik l'hai stressato all'inverosimile e il fatto che adesso ci siano odori di aceto è molto normale. Non per avere unito due vini ma piuttosto per averlo lasciato all'aria aperta, l'ossigeno ha fatto il suo mestiere.
Anche la temperatura ha aiutato il povero vinello a diventare aceto. Di certo è strepitoso quanto un vino industrialissimo e in confezione di cartone sia capace di resistere anche alle condizioni proibitive del tuo cucinino. Un vino più genuino di certo si sarebbe trasformato in aceto in molto meno tempo.
E questo potrebbe suggerire che è bene lasciare perdere questi vini e berne meno, ma bere meglio!
Gilberto
felice.mottura
Utente



Messaggi: 2
Vini: 0
Distillati: 0

Registrato il:
28/08/2012 13:08:29 GMT
Quota  Inviato: 28/08/2012 15:43:29 GMT Messaggio PrecedenteMessaggio SuccessivoInizio Pagina
grazie della risposta Gilberto.
Si infatti immaginavo. Era un vino scadente che era stato lasciato nel cucinino durante i mesi estivi in nostra assenza. La mia curiosità era proprio sapere se l'aver assunto un odore di aceto che ha rovinato il vino potesse dipendere completamente dall'averlo leggermente mischiato ad un'altro vino oppure dal fatto che la confezione ha subito alte temperature per almeno un mese e mezzo ed era "aperta", cioè già utilizzata e non nuova.
quindi tu dici che se si mischiano due vini bianchi, come nel mio caso, ciò non necessariamente deve portare ad una acidificazione anticipata del prodotto? ma chi agisce di più sul rovinarsi nel tempo del vino sono ossigeno e temperatura?
Grazie ancora

Felice
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21 GMT
Quota  Inviato: 29/08/2012 08:06:25 GMT Messaggio PrecedenteInizio Pagina
Mischiare i vini non accelera l'acetificazione. A meno che uno dei due non sia già affetto dai batteri acetici e in quel caso contamina anche l'altro.
Le possibilità sono legate a tutti i fattori e certamente l'ossigeno favorisce l'attività dei batteri acetici. Anche il caldo accelera questo processo.
Max

Indice:Il Forum del Vino: unire e conservazione dei vini "economici"  Nuovo Messaggio

 Condividi questo argomento   
25/04/2019 12:28:27 GMT


I Sondaggi di DiWineTaste
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Aprile?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.