Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVIII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 



 Condividi questo vino       Vota questo vino nella Wine Parade

Barolo La Foia 2004, Curto Marco (Italia)

Barolo La Foia 2004

Curto Marco (Italia)

Barolo (Piemonte)
Nebbiolo
Vino Rosso Vino Rosso Punteggio:

Barolo (Piemonte) Barolo La Foia si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di ciliegia, prugna e violetta seguite da aromi di lampone, fragola, rosa, vaniglia, cannella, pepe rosa, cioccolato e anice. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole freschezza. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, prugna e lampone. Barolo La Foia matura per due anni in botte e affina per due anni in bottiglia.

Alcol: 14%

Carne arrosto, Stufati e brasati di carne con funghi, Formaggi stagionati

Bicchiere consigliato Vini Rossi Corposi e Molto Maturi 18 °C
(Vini Rossi Corposi e Molto Maturi)

Settembre 2009


 Condividi questo vino       Vota questo vino nella Wine Parade

Altre Annate
  DiWineTaste Lettori
2004        Settembre 2009       
2005        Agosto 2010       --    
2006        Maggio 2011       --    
2007        Aprile 2012       --    
2008        Settembre 2013       --    
2009        Gennaio 2015       --    
2010        Gennaio 2015       --    

Altri vini di Curto Marco 


Disponibile anche dal cellulare: https://www.DiWineTaste.com/mobile

Le Recensioni dei Nostri Lettori  


Punteggio dei Lettori:  

Autore Recensione
maxtrek
Enofilo



Messaggi: 104
Vini: 16
Distillati: 0

Registrato il:
02/08/2004 21:35:21
Punteggio:  12/02/2010 18:55:34
Assaggio effettuato in un'enoteca in occasione di una serata a tema dedicata al Piemonte e ai vini di Nadia Curto.
Ho apprezzato maggiormente la "schiettezza" di questo Barolo che ricorda quelli tradizionali ma con un tocco di modernità che non guasta, con l'eleganza del Nebbiolo che si esalta nella sua tipicità.
I profumi sono prevalentemente orientati verso i frutti rossi (ciliegia e prugna in primis) e una bella violetta, con un tocco, per così dire, di femminilità nel tipico carattere maschio del Barolo. Anche i toni "speziati" sono garbati e piacevoli.
Al gusto è molto equilibrato: la vena acida e fresca del Barolo si sposa con la morbidezza del legno, alcol giusto senza eccessi. Un Barolo che chiama a continui assaggi senza appesantire o affaticare.
Max

Luogo di Degustazione: Milano




I Sondaggi di DiWineTaste
Cosa dovrebbero migliorare i ristoranti nel servizio del vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Marzo?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Prima di servire un vino invecchiato, lo decanti?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2020 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.