Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 


   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale ABC Vino 
  Editoriale Numero 11, Settembre 2003   
Il Nuovo Sito di DiWineTasteIl Nuovo Sito di DiWineTaste La Posta dei LettoriLa Posta dei Lettori  Sommario 
Numero 10, Estate 2003 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 12, Ottobre 2003

Il Nuovo Sito di DiWineTaste


 A distanza di un anno dalla pubblicazione del primo numero di DiWineTaste, l'edizione Ottobre 2002 uscì in Settembre, abbiamo deciso di compiere un nuovo passo significativo nella nostra attività editoriale e il risultato è la pubblicazione di un nuovo sito e la disponibilità di nuovi servizi per i nostri lettori. La prima e sostanziale novità riguarda la rivista; oltre a continuare ad essere pubblicata in formato Acrobat® PDF, la pubblicazione è da oggi disponibile anche “online” in modo da consentire la lettura attraverso il browser e offrendo in questo modo un'ulteriore possibilità ai nostri lettori.

 Anche gli arretrati sono disponibili per la lettura “online” e rimangono ovviamente disponibili anche nel formato Acrobat® PDF, un sistema che consente degli innegabili vantaggi, soprattutto per la stampa, e che consente ai lettori di disporre di una copia da leggere in piena libertà e nei luoghi e nei modi in cui un computer non potrebbe offrire. Il formato Acrobat® PDF è un mezzo in cui crediamo e continueremo a credere e non verrà abbandonato, tuttavia la disponibilità della pubblicazione “online” offre nuove possibilità di consultazione che, crediamo, saranno utili ai nostri lettori, liberi di scegliere il modo e il formato più adatto alle loro necessità e abitudini.


Il nuovo sito di DiWinetaste
Il nuovo sito di DiWinetaste

 Al fine di consentire una maggiore utilizzabilità del sito e degli articoli di tutte le edizioni di DiWineTaste, nella prima pagina è disponibile uno strumento che consente di ricercare un termine, o una serie di termini, in tutti i documenti e in tutte le pagine del sito. La ricerca di un argomento o di una pagina specifica possono essere svolte anche attraverso l'indice del sito in cui viene presentato l'elenco completo, in ordine alfabetico, di tutte le pagine disponibili. Nella pagina degli arretrati, come già detto, sono disponibili tutti i numeri di DiWineTaste, sia in formato “online”, sia in formato Acrobat® PDF, inoltre i numeri sono anche disponibili in un unico file HTML utile per coloro che intendono stampare la rivista direttamente dal sito WEB. Nonostante quest'ultima possibilità consenta la stampa dell'intera rivista, consigliamo a tutti i lettori di prelevare il formato Acrobat® PDF, certamente più adatto alla stampa.

 Le novità non finiscono qui. Abbiamo aggiunto una speciale sezione dedicata al servizio del vino e ai suoi principali aspetti. Lo scopo di questa sezione è quella di fornire un rapido “prontuario” con i suggerimenti e le indicazioni essenziali per il servizio del vino. Nella sezione sono attualmente presenti informazioni specifiche sulla temperatura di servizio, i bicchieri da vino e un elenco essenziale di accessori per il servizio. Al termine delle pagine di ogni specifico argomento sono inoltre riportati i collegamenti ad altre pagine utili per coloro che intendono approfondire la materia e avere maggiori informazioni sul tema. Abbiamo inoltre pensato anche al lato “ludico” del vino. Coloro che vogliono verificare la loro conoscenza sul mondo del vino, magari scoprendo anche nuove cose nel perfetto spirito del “gioco”, troveranno utile EnoQuiz, un questionario sulla cultura generale e internazionale del vino. EnoQuiz propone ogni volta un questionario diverso di dieci domande con tre livelli di difficoltà: quattro domande facili, che valgono un punto, tre domande intermedie, da due punti, e tre domande difficili, da tre punti. Il risultato è determinato dal punteggio di ogni singola domanda e verranno mostrate, dopo avere risposto a tutte le domande, le risposte esatte e quelle sbagliate.


 

 Basandoci sulla rubrica “I Vini del Mese”, nel nuovo sito è disponibile un nuovo servizio, “Il Vino del Giorno”, dove ogni giorno viene proposto un vino, selezionato dalla nostra redazione, scelto fra quelli recentemente valutati dal nostro comitato di degustazione. Un modo per fare conoscere ai lettori le ultime novità della guida e l'attività svolta da DiWineTaste oltre che offrire un suggerimento nella scelta quotidiana dei vini. Anche la “Guida dei Vini di DiWineTaste” è stata ampliata e migliorata, aggiungendo nuove informazioni e nuove indicazioni sui vini. La differenza più rilevante riguarda le schede di dettaglio dei vini. Oltre alle informazioni già presenti, etichetta, nome del vino e del produttore, commento organolettico e abbinamento enogastronomico, è stata aggiunta la mappa geografica in cui è evidenziata la regione di origine del vino, un utile elemento per accrescere la propria conoscenza sull'enografia e per avere una rapida e diretta informazione sulla provenienza del vino.

 La scheda di dettaglio offre inoltre anche informazioni sul servizio specifico del vino. Al termine della scheda viene consigliato il bicchiere e la temperatura di servizio, inclusa la possibilità di reperire maggiori informazioni su questi due importanti aspetti. Anche l'aspetto enogastronomico della guida è stato migliorato e reso ancora più flessibile e versatile. Oltre ad indicare pietanze generiche, adesso è possibile indicare nomi di piatti o di ingredienti specifici, come per esempio “spaghetti alla carbonara” oppure “melanzane”. Abbiamo cercato, in definitiva, di rendere la nostra guida dei vini uno strumento ancora più completo e utile, uno strumento di riferimento per i nostri lettori che hanno già espresso il loro alto apprezzamento di questo servizio e, speriamo, continueranno ad apprezzare maggiormente.

 Ci auguriamo che questa nuova impresa incontri, com'è già accaduto fino a qui, il favore dei lettori e dei produttori. Come sempre siamo ben lieti di ricevere i vostri commenti e le vostre opinioni su quanto abbiamo fatto, nella speranza che ci aiuterete ad offrirvi un servizio migliore e nella speranza che il nostro lavoro contribuisca a diffondere il giusto apprezzamento e la cultura del vino nel mondo. Ci auguriamo che la “sorpresa” che abbiamo fatto al ritorno dalle vostre vacanze sia gradita e, ancora una volta, con il calice in mano guardiamo avanti all'imminente vendemmia con la fiducia di poterlo riempire con i risultati dei nuovi sforzi di tutti i produttori che, ne siamo certi, saranno capaci di emozionarci ancora una volta con la loro arte e la loro maestria. Un augurio sincero a tutti i produttori di vino, a quelli che ci hanno onorato della loro fiducia e della loro preferenza, e anche a quelli che, speriamo, lo faranno in futuro. Un augurio anche ai nostri lettori, anche se l'estate sta oramai per finire, ci rimane comunque il piacevole pensiero che abbiamo davanti a noi tante bottiglie che aspettano di essere aperte e assaggiate, ricordando sempre e comunque che il piacere del vino passa inevitabilmente per la moderazione e, non da ultimo, per la qualità. Buona navigazione sul nuovo sito di DiWineTaste e buona lettura!

 



   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale ABC Vino 
  Editoriale Numero 11, Settembre 2003   
Il Nuovo Sito di DiWineTasteIl Nuovo Sito di DiWineTaste La Posta dei LettoriLa Posta dei Lettori  Sommario 
Numero 10, Estate 2003 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 12, Ottobre 2003

La Posta dei Lettori


 In questa rubrica vengono pubblicate le lettere dei lettori. Se avete commenti o domande da fare, esprimere le vostre opinioni, inviate le vostre lettere alla redazione oppure compilate l'apposito modulo disponibile sul nostro sito.

 

Cosa pensate della tesi che sostiene l'invecchiamento di qualsiasi vino ha un effetto negativo in quanto porta inevitabilmente alla sua ossidazione? Questa ossidazione può anche servire ad attenuare eventuali difetti iniziali, che non dovrebbero essere presenti, ciò non toglie che l'ossidazione sia un evento negativo sulla qualità di un vino che non deve aver bisogno dell'invecchiamento per migliorare. I produttori che affermano il vino non è pronto e ha bisogno di invecchiamento per migliorare sono in malafede e vogliono mascherare i difetti del vino che deve sempre essere al meglio al momento della commercializzazione.
Piero Bellavita -- Bergamo (Italia)
Gentile Sig. Bellavita, su una cosa siamo assolutamente d'accordo con lei: l'ossidazione è un effetto negativo sulla qualità del vino. Va però osservato che alcuni straordinari vini, come il Jerez e il Marsala, sono quello che sono grazie anche all'effetto dell'ossidazione. Durante il processo di maturazione del vino, un termine che riteniamo più adatto rispetto all'abusato e oscuro “invecchiamento”, non si verifica solamente un'ossidazione. La chimica enologica ci insegna che anche altri eventi concorrono a questo processo, come per esempio la riduzione, oltre ad altri fattori di natura chimica che alterano le qualità di un vino e dei suoi componenti. La maturazione non è solo ossidazione. Se un vino maturo è diverso dal suo equivalente giovane è anche perché si sono verificati questi eventi, frutto del paziente lavoro del tempo, che hanno consentito il cambiamento, e cambiamento non sempre significa peggioramento. Inoltre va considerato che certi vini vengono prodotti proprio con lo specifico scopo di beneficiare di questi cambiamenti operati dal tempo, non solo, anche la maggior parte dei disciplinari di produzione prevedono tempi di maturazione obbligatori, anche di anni, prima di potere immettere sul mercato i vini. Che i vini debbano essere nella loro migliore condizione al momento della commercializzazione è certamente condivisibile e, soprattutto, onesto. Si deve però considerare che produrre vino, soprattutto di qualità, è costoso: conservare una bottiglia in cantina per anni in attesa che il tempo renda quel vino pronto per essere venduto fa solamente aumentare i costi che graverebbero sui consumatori. Infine, va ricordato che se è vero che certi difetti scompaiono con il tempo, ce ne sono altri che invece aumentano, inoltre, la magia del tempo e della maturazione è un lusso che non tutti i vini si possono permettere, non solo, ci sono vini che sono buoni in gioventù e che peggiorano con la maturazione e questo accade anche per certi vini blasonati. Anche la gioventù, così come altri trucchi di cantina, possono risultare utili per mascherare certi difetti che con il tempo sarebbero evidenti.



Ho sentito dire che ci sono alcune cantine che producono vino biologico. Che cos'è il “vino biologico”?
Marvin Lockridge -- Terrell, Texas (USA)
Esiste, purtroppo, ancora molta confusione sul vino biologico e spesso anche molti pregiudizi. Si ritiene, a torto, che il vino biologico sia una “sorta” di vino inferiore, prodotto con sistemi approssimativi e meno moderni, pertanto di bassa qualità. In realtà esistono molte cantine che hanno deciso di produrre vino biologico ottenendo dei risultati straordinari e smentendo, di fatto, questo assurdo pregiudizio. Il vino biologico è, in termini generali, un vino prodotto con uve coltivate senza fare uso di fertilizzanti o pesticidi di origine chimica o sintetica e al quale non sia stata aggiunta anidride solforosa, o comunque una quantità molto ridotta, durante il processo di vinificazione. Si deve comunque considerare che ogni paese stabilisce leggi e regole specifiche per la produzione di vini biologici attraverso appositi organismi preposti al controllo e pertanto la definizione e i requisiti variano da paese a paese. Per esempio, in certi paesi esistono norme anche sulle modalità di filtraggio e di chiarificazione, sui materiali da utilizzare per l'imbottigliamento, l'affinamento e la conservazione, così come il divieto di fare uso di sugheri trattati con sostanze chimiche con lo scopo di sbiancarli.






   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale ABC Vino 
  Editoriale Numero 11, Settembre 2003   
Il Nuovo Sito di DiWineTasteIl Nuovo Sito di DiWineTaste La Posta dei LettoriLa Posta dei Lettori  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Cos'e più importante nella scelta di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Agosto?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quando acquisti un vino, sei più interessato a quelli di:


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.