Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 


 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 70, Gennaio 2009   
Rosso Conero Riserva a ConfrontoRosso Conero Riserva a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 69, Dicembre 2008 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 71, Febbraio 2009

Rosso Conero Riserva a Confronto

Una delle grandi glorie dell'enologia delle Marche, il Conero Rosso Riserva si produce prevalentemente con uva Montepulciano e una piccola parte di Sangiovese

 Fra i tanti vini interessanti della regione Marche che stanno emergendo negli ultimi anni, ce n'è uno che più di altri si sta imponendo all'attenzione degli appassionati, non solo in Italia, ma anche nel mondo. Il Rosso Conero Riserva è uno dei due vini delle Marche - insieme alla Vernaccia di Serrapetrona - ad essere riconosciuto come vino a Denominazione d'Origine Controllata e Garantita (DOCG), il livello qualitativo più elevato previsto secondo la legge italiana. Il Rosso Conero Riserva è stato riconosciuto come vino DOCG nel settembre 2004. A tale proposito è bene ricordare che nelle Marche si produce anche il Rosso Conero - riconosciuto come vino a Denominazione d'Origine Controllata (DOC), categoria alla quale apparteneva anche lo stile riserva prima del settembre 2004 - e che la denominazione riservata allo stile riserva è correttamente e semplicemente definita come Conero DOCG. Rispetto al Rosso Conero DOC, prima di essere commercializzato, il Conero DOCG deve maturare per almeno due anni e avere un volume alcolico minimo del 12,5%.

 Nonostante il disciplinare di produzione preveda l'impiego delle uve Montepulciano per almeno l'85% e del Sangiovese per la restante parte, i produttori tendono a utilizzare nel Conero DOCG l'uva Montepulciano in purezza. Il Montepulciano è un'interessante uva che vede la sua principale diffusione nell'Abruzzo e nelle Marche, regione dalle quali nascono i più rappresentativi vini prodotti con quest'uva. Il Montepulciano è inoltre presente in Molise e in Puglia, oltre che in Umbria, Lazio, Sardegna e Calabria. Secondo il disciplinare di produzione, il Conero DOCG deve essere maturato per almeno due anni in cantina prima di essere commercializzato. Questa procedura viene solitamente svolta dai produttori impiegando sia la barrique sia la botte, anche se spesso si preferisce la piccola botte francese rispetto alla più tradizionale botte grande. Grazie alle qualità tipiche dell'uva Montepulciano e anche agli effetti della maturazione in legno, il Conero DOCG ha delle ottime capacità di vita in bottiglia, anche di oltre dieci anni.

 

I Vini della Degustazione

 Il Montepulciano è un'uva caratterizzata da un ottimo contenuto di sostanze coloranti e di sostanze polifenoliche, pertanto i vini di qualità prodotti con quest'uva - Conero DOCG compreso - si fanno notare per i loro colori intensi e trasparenze ridotte, oltre per un'apprezzabile astringenza. Esattamente come accaduto nella vicina regione Abruzzo, i risultati ottenuti nelle Marche con il Montepulciano sono stati di notevole importanza, facendo pienamente emergere le grandi qualità di quest'uva, per molti anni impiegata come semplice uva da taglio da aggiungere ad altre qualità ritenute più importanti. I risultati ottenuti in Abruzzo e nelle Marche hanno pienamente dimostrato le grandi potenzialità del Montepulciano e, adottando principi viticolturali ed enologici di qualità, si sono prodotti vini di grande prestigio, con qualità organolettiche ricche e complesse. Dal punto di vista viticolturale, il Montepulciano è una varietà che tende a maturare in ritardo rispetto ad altre uve, pertanto i migliori risultati si ottengono in zone a clima mite o moderatamente caldo, come nel centro Italia.


I tre Rosso Conero
Riserva della nostra degustazione comparativa
I tre Rosso Conero Riserva della nostra degustazione comparativa

 La nostra degustazione comparativa prenderà in esame tre Rosso Conero Riserva prodotti con metodi di maturazione diversi, impiegando sia l'uva Montepulciano, sia il Sangiovese, che in questo vino può essere presente per un massimo del 15%. Il primo vino della nostra degustazione comparativa è il Rosso Conero Riserva Grosso Agontano di Garofoli, prodotto con Montepulciano in purezza, maturato per 12 mesi in barrique e per 18 in bottiglia. Il secondo vino che prenderemo in esame è il Rosso Conero Riserva Passo del Lupo di Fazi Battaglia, prodotto per l'85% con Montepulciano e per il 15% con Sangiovese, maturato in barrique per 24 mesi e per 10 in bottiglia. L'ultimo vino della nostra degustazione comparativa è il Rosso Conero Riserva Cumaro di Umani Ronchi, prodotto con Montepulciano in purezza e maturato in barrique per 14 mesi e per 8 in bottiglia. I vini saranno scelti nelle annate attualmente in commercio e saranno valutati alla temperatura di 18°C, serviti - come di consueto - in tre calici da degustazione ISO.

 

Esame Visivo

 L'aspetto del Rosso Conero Riserva è prevalentemente determinato dalle caratteristiche dell'uva Montepulciano, alle quali si uniscono gli effetti della maturazione in legno ed eventualmente alla presenza dell'uva Sangiovese. Rispetto al Montepulciano, il Sangiovese ha una capacità colorante minore, tendendo a rendere più trasparenti i vini nei quali è presente. Anche la maturazione in botte, con il sua lenta e utile azione ossidativa - che si verifica grazie al passaggio di ossigeno attraverso i pori del legno - conferisce al vino colori più scuri e intensi. Nei primi anni di vita, il Rosso Conero Riserva mostra un colore rosso rubino molto intenso, con una trasparenza ridotta, talvolta impenetrabile alla luce. La sfumatura mostrerà un colore rosso rubino, anche se in alcuni casi è possibile notare delle leggere tonalità rosso porpora. Con l'evoluzione e con il tempo, il Conero assume un colore rosso granato, qualità che si può apprezzare anche nella sfumatura, per poi assumere tonalità rosso arancio.

 Iniziamo l'esame visivo dei vini della nostra degustazione comparativa dal Rosso Conero Riserva Grosso Agontano di Garofoli. Per potere eseguire correttamente l'esame visivo, avremo bisogno di una superficie bianca così da potere valutare propriamente il colore, come per esempio una tovaglia o un foglio di carta. Inclinando il calice sopra la superficie bianca, si osserverà il colore alla base del calice, dove si noterà un colore rosso rubino intenso e una trasparenza ridotta. Lo stesso colore si noterà anche nella sfumatura, osservabile nel bordo del vino verso l'apertura del calice. Passiamo ora al secondo vino - Rosso Conero Riserva Passo del Lupo di Fazi Battaglia - nel quale si osserverà un colore rosso rubino intenso e sfumature dello stesso colore. Anche la trasparenza di questo vino è piuttosto ridotta, tuttavia leggermente superiore a quello precedente. Il colore e la sfumatura del terzo vino, Rosso Conero Riserva Cumaro di Umani Ronchi, non sono molto diversi dai precedenti, tuttavia in questo caso si osserva un rosso rubino è più scuro e cupo, con una trasparenza molto ridotta, quasi impenetrabile alla luce.

 

Esame Olfattivo

 Il Rosso Conero Riserva, grazie anche al lungo periodo di maturazione prima della commercializzazione, è un vino generalmente caratterizzato da un profilo olfattivo piuttosto interessante. Nonostante questo vino subisca una lunga maturazione in legno, è l'uva Montepulciano, e più marginalmente il Sangiovese, a contribuire in modo fondamentale alla formazione del profilo olfattivo del Rosso Conero Riserva. Quest'uva infatti caratterizza i propri vini con intensi aromi di frutta e di fiori, in particolare amarena, prugna e violetta. Fra gli altri aromi di frutta che si possono percepire nel Rosso Conero Riserva si ricordano mora e mirtillo, talvolta il ribes, che con il tempo si evolvono in sensazioni di confettura. Fra gli aromi floreali, oltre alla violetta, nel Conero DOCG si può talvolta percepire l'aroma di rosa appassita. Fra gli altri aromi che si possono incontrare in questo vino si ricordano vaniglia, cioccolato, cacao, carruba, tabacco, cannella, liquirizia, chiodo di garofano, macis e cuoio, oltre ai toni balsamici di mentolo ed eucalipto.


 

 Inizieremo l'esame olfattivo dei vini della nostra degustazione comparativa dal Rosso Conero Riserva Grosso Agontano di Garofoli. La fase iniziale della valutazione olfattiva di un vino ha come scopo l'esame dei cosiddetti aromi di apertura, cioè le qualità aromatiche che si percepiscono al naso alla prima olfazione e senza roteare il calice. In questo modo si percepiranno le sostanze aromatiche che volatilizzano con piccole quantità di ossigeno. Mantenendo quindi il calice fermo e senza rotearlo, procediamo con la prima olfazione dalla quale percepiremo aromi intensi, puliti e raffinati di amarena, prugna e violetta, qualità che si incontrano frequentemente nel Rosso Conero Riserva e che lo identificano. Dopo avere roteato il calice, così fa favore una proficua ossigenazione del vino, procediamo con la seconda olfazione, completando il profilo olfattivo di questo primo vino. Dal calice si apprezzeranno aromi di legno tostato - questo vino matura in barrique per 18 mesi - oltre ad aromi di mirtillo, cioccolato, liquirizia, vaniglia, tabacco e un piacevole tocco balsamico di eucalipto.

 Prendiamo ora in esame il secondo vino della nostra degustazione: Rosso Conero Riserva Passo del Lupo di Fazi Battaglia. Rispetto agli altri vini, in questo vino è presente l'uva Sangiovese. La prima olfazione offrirà al naso aromi di apertura intensi, puliti e gradevoli di prugna, amarena e mora, oltre alla consueta violetta. Dopo avere roteato il calice, procediamo ora con la seconda olfazione che completerà il profilo del vino con mirtillo, tabacco, vaniglia, cannella, cioccolato, pepe rosa, macis e un piacevole tocco balsamico di mentolo. Anche l'apertura del terzo vino - Rosso Conero Riserva Cumaro di Umani Ronchi - offre al naso i consueti aromi di prugna e amarena, ai quali si affianca il profumo del ribes, non presente negli altri due vini. Dopo avere roteato il calice, così da favorire lo sviluppo degli altri aromi, procediamo con la seconda olfazione che permetterà di apprezzare aromi di violetta, mirtillo, mora, vaniglia, cioccolato, cannella, tabacco, chiodo di garofano e il consueto, oltre che piacevole, tocco balsamico di mentolo.

 

Esame Gustativo

 Il Rosso Conero Riserva ha un profilo gustativo molto interessante e pieno, con una struttura che spesso si può definire robusta. Il Montepulciano, l'uva principale utilizzata per la produzione di questo vino, unitamente alla lunga maturazione, conferiscono al vino notevoli qualità gustative, nelle quali si evidenziano un apprezzabile volume alcolico e astringenza, contrapposti a una piacevole morbidezza. Nei vini prodotti con l'uva Sangiovese, si noterà - rispetto a quelli prodotti con Montepulciano in purezza - una piacevole acidità, contribuendo ulteriormente all'equilibrio del vino. L'attacco del Rosso Conero Riserva è generalmente caratterizzato da una spiccata astringenza - conferita sia dall'uva sia dalla maturazione in legno - oltre a un'evidente sensazione bruciante conferita dall'alcol. Questa sensazione iniziale è immediatamente equilibrata dalla morbidezza e dalla rotondità conferita sia dalla maturazione in legno sia dal tempo. La corrispondenza del vino è generalmente molto buona, in particolare per i sapori di amarena e prugna.

 Cominceremo la fase dell'assaggio della nostra degustazione comparativa dal Rosso Conero Riserva Grosso Agontano di Garofoli. All'attacco questo primo vino si fa notare per un'astringenza evidente ma non aggressiva, nel quale si può apprezzare il buon tenore alcolico, tutto ben equilibrato da una piacevole morbidezza, conferita dalla maturazione in barrique. Procediamo ora con il secondo vino della nostra degustazione comparativa: Rosso Conero Riserva Passo del Lupo di Fazi Battaglia. L'attacco di questo Rosso Conero Riserva è caratterizzato da un'astringenza ben percettibile e ben equilibrata dall'alcol, con piacevole morbidezza e una struttura più robusta rispetto al vino precedente. Si noti, inoltre, come la presenza del Sangiovese renda questo vino più fresco rispetto al vino precedente. L'attacco del terzo vino della nostra degustazione comparativa - Rosso Conero Riserva Cumaro di Umani Ronchi - si fa apprezzare per un'astringenza ancor più evidente e una struttura piuttosto robusta, oltre che per una piacevole morbidezza e un ottimo equilibrio ottenuto con il contributo dell'alcol.

 

Considerazioni Finali

 Oltre alla buona corrispondenza con il naso, in particolare i sapori di amarena e prugna, il Rosso Conero Riserva è un vino che si fa apprezzare per la sua buona persistenza gusto-olfattiva. Il finale del Rosso Conero Riserva Grosso Agontano di Garofoli è persistente con intensi ricordi di amarena, prugna e mirtillo, una chiusura piuttosto tipica in questo celebre vino rosso delle Marche. Anche il finale del Rosso Conero Riserva Passo del Lupo di Fazi Battaglia è persistente con ricordi intensi e piacevoli di amarena, prugna e mora. Il finale del Rosso Conero Riserva Cumaro di Umani Ronchi, oltre ad essere persistente, lascia in bocca una sensazione di struttura più robusta rispetto ai vini precedenti, dove si possono cogliere sapori intensi e piacevoli di amarena, prugna e ribes. inoltre opportuno notare le sensazioni finali che i vini lasciano in bocca in relazione ai tempi di maturazione in legno, così come le diverse sensazioni di morbidezza.

 






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 70, Gennaio 2009   
Rosso Conero Riserva a ConfrontoRosso Conero Riserva a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 69, Dicembre 2008 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 71, Febbraio 2009

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Collio Friulano Belvedere 2007, Primosic (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Collio Friulano Belvedere 2007
Primosic (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Uvaggio: Friulano
Prezzo: € 18,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Collio Friulano Belvedere si presenta con un colore giallo verdolino brillante e sfumature giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di pera, pesca e ananas seguite da aromi di ginestra, biancospino, mandorla e mela. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mela, pesca e ananas. Collio Friulano Belvedere matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Zuppe di verdure, Pasta e risotto con pesce e crostacei, Pesce saltato



Collio Bianco Klin 2004, Primosic (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Collio Bianco Klin 2004
Primosic (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Uvaggio: Sauvignon Blanc (40%), Chardonnay (30%), Ribolla Gialla (25%), Picolit (5%)
Prezzo: € 33,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Collio Bianco Klin si presenta con un colore giallo paglierino brillante e sfumature giallo paglierino, molto trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di mela, susina e pera seguite da aromi di ananas, vaniglia, banana, biancospino, agrumi, mandorla, pesca e pompelmo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mela, ananas e banana. Un vino ben fatto. Collio Bianco Klin matura per 18 mesi in botte, 6 mesi in vasche d'acciaio e 12 mesi in bottiglia.
Abbinamento: Paste ripiene, Pesce arrosto, Carne bianca arrosto, Zuppe di funghi



Selezione del Fondatore 2002, Castello delle Regine (Umbria, Italia)
Selezione del Fondatore 2002
Castello delle Regine (Umbria, Italia)
Uvaggio: Sangiovese Grosso
Prezzo: € 23,00 Punteggio:
Selezione del Fondatore si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di prugna, amarena e mirtillo seguite da aromi di viola appassita, vaniglia, tabacco, caffè, cioccolato, macis ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di prugna, amarena e mirtillo. Selezione del Fondatore matura per 14 mesi in barrique a cui seguono almeno 36 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne alla griglia, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Merlot 2004, Castello delle Regine (Umbria, Italia)
Merlot 2004
Castello delle Regine (Umbria, Italia)
Uvaggio: Merlot
Prezzo: € 32,00 Punteggio:
Questo Merlot si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ribes, amarena e prugna seguite da aromi di violetta, mirtillo, vaniglia, tabacco, cioccolato, china, caffè, macis ed eucalipto. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di ribes, prugna e amarena. Un vino ben fatto. Questo Merlot matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 24 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Stufati e brasati di carne, Carne arrosto, Formaggi stagionati



Montepulciano d'Abruzzo Colle Secco Rubino 2005, Cantina Tollo (Abruzzo, Italia)
Montepulciano d'Abruzzo Colle Secco Rubino 2005
Cantina Tollo (Abruzzo, Italia)
Uvaggio: Montepulciano
Prezzo: € 4,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria  Vino con buon rapporto qualità/prezzo
Montepulciano d'Abruzzo Colle Secco Rubino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di prugna, amarena e violetta seguite da aromi di mirtillo, vaniglia, carruba, macis e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e mirtillo. Montepulciano d'Abruzzo Colle Secco Rubino matura per 24 mesi in botte.
Abbinamento: Paste ripiene con carne, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi



Montepulciano d'Abruzzo Aldiano 2006, Cantina Tollo (Abruzzo, Italia)
Montepulciano d'Abruzzo Aldiano 2006
Cantina Tollo (Abruzzo, Italia)
Uvaggio: Montepulciano
Prezzo: € 9,50 Punteggio:
Montepulciano d'Abruzzo Aldiano si presenta con un colore rosso rubino cupo e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, mirtillo e violetta seguite da aromi di prugna, mora, vaniglia, cacao, tabacco, pepe rosa e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e mirtillo. Montepulciano d'Abruzzo Aldiano matura per 12 mesi in botte a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne con funghi, Formaggi stagionati



Barbazzale Bianco 2007, Cottanera (Sicilia, Italia)
Barbazzale Bianco 2007
Cottanera (Sicilia, Italia)
Uvaggio: Inzolia
Prezzo: € 8,00 Punteggio:
Barbazzale Bianco si presenta con un colore giallo verdolino intenso e sfumature giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di pera, pesca e ananas seguite da aromi di biancospino, agrumi, mandorla e susina. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mela, pesca e mandorla. Barbazzale Bianco matura per 6 mesi in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Pesce fritto, Pasta e risotto con crostacei e pesce, Pesce saltato



Fatagione 2006, Cottanera (Sicilia, Italia)
Fatagione 2006
Cottanera (Sicilia, Italia)
Uvaggio: Nerello Mascalese (85%), Altre Uve (15%)
Prezzo: € 16,00 Punteggio:
Fatagione si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di ciliegia, prugna e mora seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, carruba, tabacco e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, prugna e mora. Fatagione matura per 12 mesi in botte.
Abbinamento: Paste ripiene con carne, Stufati di carne con funghi, Carne alla griglia



Sagrantino di Montefalco 2005, Scacciadiavoli (Umbria, Italia)
Sagrantino di Montefalco 2005
Scacciadiavoli (Umbria, Italia)
Uvaggio: Sagrantino
Prezzo: € 25,00 Punteggio:
Questo Sagrantino di Montefalco si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e mora seguite da aromi di violetta, mirtillo, vaniglia, tabacco, pepe rosa, cacao ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, mora e prugna. Questo Sagrantino di Montefalco matura per 15 mesi in barrique a cui seguono almeno 9 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Colli Orientali del Friuli Bianco Canto 2007, Cantarutti Alfieri (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Colli Orientali del Friuli Bianco Canto 2007
Cantarutti Alfieri (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Uvaggio: Tocai Friulano (50%), Pinot Bianco (25%), Sauvignon Blanc (25%)
Prezzo: € 7,20 Punteggio:   Vino con buon rapporto qualità/prezzo
Colli Orientali del Friuli Bianco Canto si presenta con un colore giallo dorato intenso e sfumature giallo paglierino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di mela, pera e pesca seguite da aromi di ananas, agrumi, nespola, ginestra, mandorla, litchi e susina. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mela, pesca e mandorla. Colli Orientali del Friuli Bianco Canto matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Paste ripiene, Carne bianca saltata, Pesce stufato, Zuppe di funghi



Colli Orientali del Friuli Rosso Poema 2001, Cantarutti Alfieri (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Colli Orientali del Friuli Rosso Poema 2001
Cantarutti Alfieri (Friuli Venezia Giulia, Italia)
Uvaggio: Merlot (70%), Cabernet Sauvignon (20%), Cabernet Franc (10%)
Prezzo: € 11,40 Punteggio:
Colli Orientali del Friuli Rosso Poema si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, ribes e prugna seguite da aromi di violetta, vaniglia, cioccolato, tabacco, cannella, chiodo di garofano, cuoio e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di prugna, ribes e amarena. Colli Orientali del Friuli Rosso Poema matura per 18 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Petit Verdot 2007, La Rasenna (Lazio, Italia)
Petit Verdot 2007
La Rasenna (Lazio, Italia)
Uvaggio: Petit Verdot
Prezzo: € 8,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mora, violetta, mirtillo, tabacco e carruba. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di prugna, amarena e ribes. Una piccola parte di questo Petit Verdot matura in botte.
Abbinamento: Carne alla griglia, Stufati di carne con funghi, Formaggi stagionati






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 70, Gennaio 2009   
Rosso Conero Riserva a ConfrontoRosso Conero Riserva a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Cos'e più importante nella scelta di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quando acquisti un vino, sei più interessato a quelli di:


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Settembre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.