Cultura e Informazione Enologica - Anno XVI
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 11, Settembre 2003   
Borgo di ColloredoBorgo di Colloredo Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
Numero 10, Estate 2003 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 12, Ottobre 2003

Borgo di Colloredo

In una delle zone più suggestive del territorio Italiano, il Molise, a dodici chilometri da Termoli si trovano le Cantine di Borgo di Colloredo. Un connubio fra storia, tradizione e vino

 La fama enologica del Molise era già nota ai tempi degli antichi Romani e già Plinio il Vecchio, nella sua monumentale Naturalis Historia, parlava dei fertili pendii rivolti verso il mare Adriatico, nei pressi dell'antica località di Cliternia, con un clima dolce e temperato particolarmente adatto alla coltivazione della vite. Proprio in questa zona si trovano le cantine di Borgo di Colloredo. Negli anni '60 dello scorso secolo, Silvio di Giulio, fondatore della cantina, acquistò una tenuta vicino a Nuova Cliternia, quarantacinque ettari di terreno fertile e particolarmente esposta ai raggi del sole in una leggera collina rivolta verso sud-est, verso il mare Adriatico, un luogo che prometteva ottimi risultati per la coltivazione della vite e per la produzione di vino.


Panorama da un vigneto di Borgo di
Colloredo
Panorama da un vigneto di Borgo di Colloredo

 Silvio di Giulio, originario di Tollo, in Abruzzo, forte della lunga esperienza della sua famiglia e della storica tradizione vinicola del suo luogo d'origine, aveva da sempre l'idea di avviare un progetto di viticoltura specializzata e, dopo l'acquisto della tenuta di Nuova Cliternia, le sue aspirazioni potevano finalmente realizzarsi. Il primo progetto di cantina aziendale risale al 1968 e la realizzazione fu completata prima della fine degli anni 1970. La passione per la vite e per il vino fu trasmessa ai figli Enrico, enologo, e Pasquale, specializzato in coltivazioni agricole, continuando la conduzione dell'azienda con entusiasmo.

 Nasce proprio dai fratelli Di Giulio l'idea di ampliare il quadro ampelografico dei vitigni autoctoni coltivati in azienda e, all'inizio degli anni 1990, avviano la ristrutturazione completa della cantina e dell'azienda. Questo rinnovamento ha portato all'introduzione di nuovi vitigni, fra cui la Garganega, la Malvasia Bianca e la Falanghina per le uve a bacca bianca, oltre a Aglianico, Merlot e Cabernet Sauvignon per quanto riguarda le uve a bacca rossa. La cantina è inoltre impegnata in colture e produzioni sperimentali da uve Chardonnay e Cabernet Sauvignon. Nel processo di ristrutturazione aziendale sono stati rinnovati gli impianti originali e introdotti nuovi macchinari in accordo alle più moderne tecnologie enologiche. Tuttavia i fratelli di Giulio hanno avuto cura nel non disperdere quel prezioso patrimonio culturale e tradizionale di quei luoghi che la storia ha tramandato fino ai giorni nostri. Favoriti anche dal passato illustre dei luoghi, i fratelli Di Giulio hanno chiamato “di Colloredo” le proprie cantine, in onore di un antico casale, distrutto nel XVI secolo, sui quali ruderi sorse l'attuale chiesa a pianta ottagonale di Madonna Grande e che si trova proprio nelle loro tenute. Per scelta aziendale, la cantina è volutamente considerata un “progetto aperto” nei confronti dei clienti e del pubblico, sia esperti del settore, sia semplici turisti o interessati, le porte della cantina sono sempre aperte per loro.

 In un'ottica di rinnovamento più ampio e continuativo, l'azienda si sta operando per la gestione dei vigneti esistenti e al reimpianto di quelli nuovi con lo scopo di avviare un progetto di zonazione vitivinicola da completare, secondi piani aziendali, in quattro anni. Questo progetto si basa sulla valutazione dei caratteri funzionali del suolo con particolare attenzione al microclima e alle diverse qualità di viti coltivate. La finalità del progetto sono l'individuazione delle potenzialità del suolo in relazione alle singole varietà di uva in modo da ottenere vini la cui qualità sia frutto del rapporto armonico fra territorio e vite. Si tratta di un concreto passo in avanti verso un cammino di qualità integrale del prodotto, capace di tenere in considerazione e valorizzare propriamente le caratteristiche del territorio. A tale scopo vengono analizzati i fattori che influiscono sulla coltivazione della vite in relazione agli effetti e le caratteristiche del territorio, in modo da potere attuare le migliori condizioni capaci di ottimizzare tutte le risorse. Il progetto avrà il suo naturale proseguimento nel controllo dei risultati ottenuti che costituiscono, di fatto, il vero scopo di questa ricerca.

 La cantina attualmente dispone di una capacità di 15.000 ettolitri ed è gestita con attenzione per la qualità e dall'alto livello degli impianti utilizzati. Le tecnologie enologiche, pur essendo moderne e sofisticate, rispondono scrupolosamente ad un criterio di massimo rispetto della tipicità del prodotto: dalla vinificazione completamente termocontrollata dei mosti ottenuti da pigiatura soffice, dalla macerazione del mosto nelle bucce medio-lunga per i vini rossi, dalla stabilizzazione e all'imbottigliamento a freddo, ogni fase della produzione viene controllata con attenzione. Tutti i vini giovani vengono affinati in serbatoi d'acciaio, mentre il Gironia Biferno rosso e l'Aglianico Terre degli Osci maturano in botti di rovere e barrique.


La Bottaia. Qui i vini attendono con
pazienza il lavoro del tempo
La Bottaia. Qui i vini attendono con pazienza il lavoro del tempo

 La produzione delle cantine di Borgo di Colloredo offre vini tipici del Molise, sia a denominazione d'origine controllata (DOC), sia ad indicazione geografica tipica (IGT). La produzione dell'azienda è attualmente esportata per il 70% nell'unione Europea e nel Giappone, mentre il 20% è destinato al mercato Italiano e il restante 10% in Molise. Fra i vini bianchi prodotti da Borgo di Colloredo si segnala il Biferno bianco Gironia, prodotto con uve Trebbiano Toscano, Bombino bianco e Malvasia bianca, un'interessante interpretazione di questa celebre DOC del Molise fermentato e affinato in serbatoi di acciaio. Interessante anche la Falanghina, fra le uve tipiche della regione, prodotto con mosto fiore e fatto affinare in botti d'acciaio. Fra i vini bianchi troviamo anche un Trebbiano, piacevole e immediato, affinato in serbatoi d'acciaio, come tutti i bianchi dell'azienda. Fra i vini rossi da segnalare e prodotti dall'azienda, ricordiamo il Sangiovese Terre degli Osci, affinato in serbatoi d'acciaio, e il Montepulciano, anch'esso affinato e maturato in serbatoi d'acciaio, entrambi molto piacevoli e di immediata bevibilità. Di sicuro interesse è il Biferno rosso Gironia, prodotto con uve Montepulciano e Aglianico, matura in botte per 12-18 mesi a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia prima di essere commercializzato. Anche l'Aglianico Terre degli Osci è un vino interessante e ben fatto, con buona struttura, prodotto con uva Aglianico in purezza, matura per 3 mesi in barrique a cui segue un affinamento di 4-5 mesi in bottiglia.

 




Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Sangiovese Terre degli Osci 2002, Borgo di Colloredo (Italia)
Sangiovese Terre degli Osci 2002
Borgo di Colloredo (Italia)
Uvaggio: Sangiovese
Prezzo: € 2,80 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore rosso porpora brillante e sfumature di rosso porpora, abbastanza trasparente. Al naso esprime piacevoli e puliti aromi fruttati di amarena, ciliegia, fragola e lampone seguiti da buoni aromi di geranio e violetta. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, buon equilibrio, tannini gradevoli, sapori intensi e buon corpo, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di lampone e ciliegia.
Abbinamento: Carne saltata con funghi, Paste ripiene, Salumi



Molise Falanghina 2002, Borgo di Colloredo (Italia)
Molise Falanghina 2002
Borgo di Colloredo (Italia)
Uvaggio: Falanghina
Prezzo: € 5,80 Punteggio:
Il vino si presenta con un colore giallo paglierino brillante e sfumature di giallo paglierino, molto trasparente. Il naso esprime aromi puliti e gradevoli di agrumi, banana matura, biancospino, mandorla, mela e pera. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente morbido ma comunque equilibrato, sapori intensi e buon corpo. Il finale è persistente con ricordi di mela e pera.
Abbinamento: Pasta e risotti con pesce, Formaggi freschi, Pesce saltato, Crostacei



Molise Montepulciano 2001, Borgo di Colloredo (Italia)
Molise Montepulciano 2001
Borgo di Colloredo (Italia)
Uvaggio: Montepulciano
Prezzo: € 4,20 Punteggio:
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature di rosso porpora, poco trasparente. Il naso esprime principalmente piacevoli aromi di frutta, puliti e intensi, come amarena, ciliegia, fragola, lampone e prugna seguiti da buoni aromi di geranio. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, equilibrato, con sapori intensi e buon corpo, molto piacevole. Il finale è persistente con ricordi di prugna, lampone e amarena.
Abbinamento: Carne alla griglia, Carne saltata



Biferno Rosso Gironia 2000, Borgo di Colloredo (Italia)
Biferno Rosso Gironia 2000
Borgo di Colloredo (Italia)
Uvaggio: Montepulciano (75%), Aglianico (25%)
Prezzo: € 7,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino cupo e sfumature di rosso granato, poco trasparente. Il naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli di amarena, mirtillo, prugna, carruba e viola appassita seguito da buoni aromi di liquirizia e vaniglia. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico ma ben equilibrato, sapori intensi e buon corpo. Il finale è persistente con buoni ricordi di prugna, amarena e mirtillo. Questo vino matura in botte per 12-18 mesi a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Carni saltate con funghi, Formaggi stagionati



Biferno Bianco Gironia 2002, Borgo di Colloredo (Italia)
Biferno Bianco Gironia 2002
Borgo di Colloredo (Italia)
Uvaggio: Trebbiano Toscano (70%), Bombino Bianco (25%), Malvasia Bianca (5%)
Prezzo: € 5,80 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore giallo paglierino intenso e sfumature di giallo paglierino, molto trasparente. Il naso rivela aromi intensi, puliti e gradevoli di agrumi, biancospino, mela, miele, nocciola, pera, pesca e susina. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco piacevolmente fresco tuttavia ben equilibrato dall'alcol, sapori intensi e buon corpo. Il finale è persistente con piacevoli ricordi di pera, mela e susina.
Abbinamento: Pasta e risotti con pesce, Formaggi freschi, Pesce alla griglia, Crostacei



Aglianico Terre degli Osci 2000, Borgo di Colloredo (Italia)
Aglianico Terre degli Osci 2000
Borgo di Colloredo (Italia)
Uvaggio: Aglianico
Prezzo: € 6,40 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature di rosso granato, abbastanza trasparente. Il naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli, principalmente di frutta, come amarena, ciliegia, fragola, lampone, mirtillo e prugna a cui seguono buoni aromi di carruba e vaniglia. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico comunque ben equilibrato, sapori intensi e buon corpo. Il finale è persistente con puliti ricordi di amarena, lampone e prugna. Questo Aglianico matura in parte in barrique per circa 3 mesi a cui seguono 4-5 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Carne arrosto, Carne alla griglia, Brasati con funghi, Formaggi stagionati



Cantine Borgo di Colloredo - C.da Zezza, Loc. Nuova Cliternia - 86042 Campomarino (Campobasso) Tel. 0875 57453 Fax 0875 57110 - Enologo: Enrico Di Giulio - Anno fondazione: 1994 - Produzione: 300.000 bottiglie - E-Mail: info@borgodicolloredo.com - WEB: www.borgodicolloredo.com


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 11, Settembre 2003   
Borgo di ColloredoBorgo di Colloredo Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
Numero 10, Estate 2003 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 12, Ottobre 2003

Giornale di Cantina


 Questa rubrica è riservata ai produttori di vino che intendono rendere note particolari attività produttive, annunciare nuovi prodotti o semplicemente comunicare alla clientela informazioni e promozioni sulla propria attività e i propri prodotti. Inviare le notizie da pubblicare al nostro indirizzo e-mail.

 




 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 11, Settembre 2003   
Borgo di ColloredoBorgo di Colloredo Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
In quale comune si producono i migliori Franciacorta?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Maggio?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Ogni quanto ti capita di aprire una bottiglia con "odore di tappo"?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2018 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.