Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


   Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 62, Aprile 2008   
Vino e InternetVino e Internet  Sommario 
Numero 61, Marzo 2008 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 63, Maggio 2008

Vino e Internet


 Il mondo della comunicazione ha subìto negli ultimi dieci anni profondi cambiamenti. Un tempo era la carta stampata a ricoprire il ruolo principale nella diffusione di informazioni e notizie, poi con l'invenzione della radio e, più tardi, della televisione, il modo di comunicare è cambiato drasticamente. Le informazioni potevano essere comunicate in modo tempestivo e ogni volta lo si riteneva necessario, eliminando i tempi tecnici necessari per la “produzione” della carta stampata. In tempi recenti una rivoluzione ha cambiato ulteriormente il mondo della comunicazione, introducendo un modo del tutto innovativo e che consente a molti - perfino ai singoli individui che non fanno dell'informazione la propria professione - di comunicare e di diffondere il proprio pensiero, in modo tempestivo e senza vincoli. Ovviamente stiamo parlando di Internet, uno strumento - per meglio dire, la più ampia rete di collegamento informatico del pianeta - che nel giro di pochi anni ha letteralmente rivoluzionato la comunicazione e le possibilità di comunicazione fra le persone.


 

 Nata dal progetto ARPANET, la rete informatica sviluppata nel 1969 e finanziata dal dipartimento della difesa degli Stati Uniti d'America, il nome Internet appare per la prima volta nel 1975, in un documento tecnico che definisce il suo protocollo di comunicazione primario. Inizialmente utilizzato per lo scambio di file, posta elettronica e altre informazioni, Internet vede l'inizio della sua larga diffusione con lo sviluppo del World Wide Web, detto in breve WWW. Questo sistema, basato sul protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) ideato nel 1991 da Tim Berners-Lee al CERN di Ginevra, consente lo scambio di documenti ipertestuali, così come altri tipi di documenti, quali immagini e suoni, permettendone la “navigazione” - per meglio dire, il collegamento - ad altri documenti. In quel periodo cominciano a diffondersi anche i personal computers, contribuendo in questo modo alla larga diffusione sia di internet sia del World Wide Web, introducendo nella vita delle persone, o almeno in quella delle persone che vivono nei paesi cosiddetti industrializzati, questo nuovo strumento di comunicazione.

 Internet è entrato da tempo anche il mondo del vino. Nonostante la diffidenza iniziale da parte dei produttori che riconoscevano a questo mezzo di comunicazione una dignità ed efficacia inferiore rispetto a quelli “tradizionali”, oggi il mondo del vino vede in Internet uno dei suoi mezzi più efficaci per la diffusione di informazioni. Le ragioni sono piuttosto semplici e questo grazie alle caratteristiche peculiari che Internet può offrire rispetto alla carta stampata e ad altri mezzi di comunicazione. In questo modo si possono diffondere rapidamente e su larga scala notizie e informazioni, offrendo inoltre ai lettori un nuovo modo di interagire. Anche i produttori di vino cominciano a vedere in internet uno strumento essenziale per la promozione dei loro vini e della loro immagine: se un tempo i siti della maggioranza delle cantine si poteva definire come “essenziale”, oggi invece sono molti a puntare su questo mezzo di comunicazione, spesso costruendo veri e propri portali.

 I vantaggi offerti da Internet sono ovvi: investimenti economici decisamente inferiori rispetto ad altri mezzi di comunicazione, possibilità di raggiungere virtualmente ogni luogo del mondo, tempestività nella comunicazione e nell'aggiornamento dei contenuti. Questi vantaggi non sono a disposizione solamente ai produttori di vino, ma anche a tutti coloro che si occupano di informazione enologica, come nel nostro caso. I risultati parlano da sé. Oggi DiWineTaste conta una media di 135.000 lettori mensili in tutto il mondo, un risultato che avrebbe richiesto ben altre risorse - e non solo economiche - nel caso in cui avessimo utilizzato altri mezzi, come la carta stampata. Per quello che ci riguarda direttamente, non solo Internet ci consente di offrire ai nostri lettori la rivista mensile e altre rubriche di informazione - come la Guida dei Vini - ma ci consente anche di offrire strumenti che consentono di interagire con il nostro mensile, come gli EnoGiochi, l'etilometro e i sondaggi.

 L'importanza di Internet nel mondo del vino sembra essere confermata anche dai consumatori e dagli appassionati della bevanda di Bacco. Secondo un nostro sondaggio, oltre il 26% dei nostri lettori ritiene che Internet sia il mezzo di comunicazione più importante per la scelta di un vino. Al primo posto si trovano gli eventi e le manifestazioni nelle quali è possibile degustare personalmente i vini - preferito da oltre il 39% dei nostri lettori - un dato confermato, per esempio, dal successo dei nostri eventi enogastronomici, sempre molto seguiti dai nostri lettori e amici. I mezzi tradizionali di comunicazione e di promozione si piazzano all'ultimo posto: le riviste cartacee raccolgono solamente il 6% delle preferenze, mentre la pubblicità è al di sotto del 2%. In effetti, se si effettuano ricerche per l'argomento vino nei vari motori di ricerca disponibili in internet, le informazioni che si possono reperire in rete sono pressoché infinite.

 L'informazione diffusa in Internet è certamente più agevole e immediata, un universo di informazioni e notizie distribuite in modo praticamente impensabile per gli altri mezzi di comunicazione. Frutto del progresso che da sempre accompagna l'evoluzione dell'uomo e che inevitabilmente ne caratterizza il suo sviluppo, la sua cultura e la sua vita. Del resto, anche l'invenzione della stampa fu una vera rivoluzione e che cambiò radicalmente il modo con il quale gli uomini comunicavano il proprio pensiero ad altri uomini. Riconoscendo certamente l'alto valore dell'invenzione della stampa, crediamo che lo stesso riconoscimento vada anche alla comunicazione diffusa su internet - spesso libera e liberata da certi vincoli ideologici e di parte - un nuovo segno del progresso dell'uomo e della diffusione del proprio pensiero. In questo senso, riteniamo che abbia lo stesso valore e la stessa dignità di qualunque altro mezzo, con il vantaggio, forse, di essere più genuina e autentica.

 




   Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 62, Aprile 2008   
Vino e InternetVino e Internet  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Marzo?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.