Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 66, Settembre 2008   
Primitivo di Manduria a ConfrontoPrimitivo di Manduria a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 65, Estate 2008 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 67, Ottobre 2008

Primitivo di Manduria a Confronto

Fra i primi vini rossi della Puglia ad avere suscitato l'interesse degli appassionati nel mondo, il Primitivo di Manduria si produce nelle versioni secco e dolce

 Nonostante il suo nome possa fare pensare diversamente, il Primitivo non ha nulla di preistorico. Il Primitivo è fra le uve rosse più celebri della Puglia ed è diffuso in tutta la regione, dove è generalmente utilizzato in purezza così come insieme ad altre uve autoctone pugliesi e internazionali. La rappresentazione più celebre del Primitivo è certamente quella dell'area di Manduria, in provincia di Taranto. Le origini di quest'uva sono state per molto tempo un mistero. Anche se oramai il Primitivo è considerata un'uva autoctona della Puglia, in realtà quest'uva condivide le sue origini con un'altra celebre uva, l'unica che i viticoltori degli Stati Uniti d'America considerano autoctona del loro paese: lo Zinfandel. Ricerche svolte dalla genetista Carole Meredith della celebre University of California Davis hanno finalmente consentito di svelare la storia e le origini di quest'uva. Il primo risultato fu la scoperta che lo Zinfandel è identico al Primitivo. Questa notizia fu infatti immediatamente sfruttata dai produttori pugliesi che iniziarono a esportare negli Stati Uniti i loro vini Primitivo indicando addirittura in etichetta il nome Zinfandel.

 Le ricerche consentirono di scoprire che il Plavac Mali, un'uva della Dalmazia, in Croazia, era geneticamente simile allo Zinfandel, e quindi al Primitivo, e che le uve condividevano quindi una stessa origine. Ulteriori ricerche consentirono di identificare un'uva dalmata con caratteristiche genetiche molto simili allo Zinfandel: il Dobričić. Finalmente le ricerche sui vigneti della zona consentirono di individuare un'uva geneticamente uguale allo Zinfandel e quindi al Primitivo. Si trattava della rara uva a bacca rossa - oramai quasi estinta e pressoché dimenticata in Croazia - scoperta nella città di Castelli (Kaštela in croato) e nota con il nome di Crljenak Kaštelanski. Non è tuttavia ancora chiaro come quest'uva raggiunse gli Stati Uniti d'America, mentre è piuttosto probabile che fu introdotta in Puglia verso la fine del XVII secolo da alcune popolazioni slave migrate nella regione.

 

I Vini della Degustazione

 La vocazione dell'area di Manduria alla viticoltura era già nota e apprezzata al tempo degli antichi romani. Plinio il Vecchio definì Manduria come viticulosae, cioè “piena di vigne”, anche se a quel tempo non ospitavano il Primitivo. Nonostante il suo nome possa fare pensare a origini antichissime, quanto meno preistoriche, in realtà il Primitivo deve il suo nome al fatto che tende a maturare in anticipo rispetto alle altre varietà. Grazie a questa sua qualità, l'uva era conosciuta in passato con il nome di primativus o primaticcio, per poi essere conosciuto con l'attuale nome Primitivo. Manduria è l'area più celebre e rappresentativa del Primitivo ed è stata fra le prime aree viticole della Puglia ad essere conosciute nel mondo. I vini prodotti in questa zona appartengono alla categoria Denominazione d'Origine Controllata (DOC). A Manduria il Primitivo è utilizzato in purezza ed è prodotto negli stili secco - il più celebre - oltre che dolce naturale, liquoroso secco e liquoroso dolce naturale.


I tre Primitivo di
Manduria della nostra degustazione comparativa
I tre Primitivo di Manduria della nostra degustazione comparativa

 In accordo al disciplinare di produzione, il Primitivo di Manduria è prodotto con l'omonima uva in purezza, e nonostante non si faccia esplicito riferimento al metodo di maturazione, i produttori preferiscono solitamente svolgere questa pratica in botte o barrique, come nel caso dei vini della nostra degustazione comparativa. Il primo vino è il Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa di Accademia dei Racemi, in parte maturato in botte e in parte in vasche d'acciaio. Il secondo vino della degustazione è il Primitivo di Manduria Tradizione del Nonno della Vinicola Savese, in parte maturato in barrique. Il terzo vino scelto per la degustazione è il Primitivo di Manduria Patriarca di Soloperto, maturato per 9 mesi in barrique e per 2 anni in botte. I tre vini saranno serviti alla temperatura di 18°C - così da esaltare le qualità tipiche del Primitivo e i suoi aromi - e saranno versati, come di consueto, tre calici da degustazione ISO.

 

Esame Visivo

 Il Primitivo è un'uva capace di produrre vini di grande struttura, caratterizzati da colori molto intensi e con trasparenze piuttosto ridotte, talvolta anche impenetrabile alla luce. Grazie al suo contenuto di sostanze coloranti, il Primitivo arricchisce i propri vini di tonalità piuttosto cupe e intense, eventualmente accentuate dalla maturazione in botte - la scelta più frequente per quest'uva - con il risultato di ottenere trasparenze molto ridotte. La ricchezza di polifenoli consente ai vini prodotti con il Primitivo di sostenere lunghi periodi di affinamento in bottiglia, periodo durante il quale il colore si evolve. In gioventù il Primitivo mostra un colore rosso rubino intenso e cupo, con sfumature rosso rubino o rosso porpora. Dopo alcuni anni si nota l'evidente cambiamento in rosso granato e la sfumatura assume un colore rosso arancio, colore che si ritrova infine all'apice della sua evoluzione.

 Inizieremo la fase dell'esame visivo dal Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa di Accademia dei Racemi. Mantenendo il calice inclinato sopra una superficie bianca, si osserverà il vino alla base del calice così da valutare il suo colore. Si noterà un deciso colore rosso rubino intenso e una trasparenza piuttosto ridotta. Anche la sfumatura mostrerà lo stesso colore, osservabile all'estremità della massa liquida, verso l'apertura del calice. Passiamo ora all'osservazione del secondo vino della nostra degustazione comparativa: Primitivo di Manduria Tradizione del Nonno della Vinicola Savese. Anche in questo vino il colore è caratterizzato da rosso rubino intenso e una trasparenza piuttosto ridotta, mentre la sfumatura comincia già a mostrare una tonalità rosso granato. Il colore del terzo vino - Primitivo di Manduria Patriarca di Soloperto - non è molto diverso dal secondo vino. Anche in questo caso si osserverà un colore rosso rubino intenso e una trasparenza piuttosto ridotta, con una sfumatura rosso granato.

 

Esame Olfattivo

 Il Primitivo di Manduria, grazie alle sue buone possibilità di evoluzione, sviluppa con il tempo un interessante profilo olfattivo, dove i tipici profumi di frutti e fiori si uniscono con sensazioni aromatiche piuttosto complesse. In gioventù il Primitivo di Manduria esprime tutto il suo carattere fruttato e floreale. Amarena, prugna e mora sono le qualità fruttate più tipiche del Primitivo di Manduria, mentre la violetta - anche appassita - è la qualità olfattiva floreale più frequente. Le sensazioni fruttate del Primitivo di Manduria si trasformano dopo alcuni anni in aromi di confettura, una qualità che si trova molto spesso anche nei vini giovani. Con il tempo nel Primitivo di Manduria si possono percepire qualità aromatiche complesse, conferite anche dalla maturazione in botte o barrique. Con il tempo si potranno cogliere aromi di cacao, cioccolato, tabacco, liquirizia e carruba, così come cannella, china e pepe nero, oltre a sensazioni balsamiche di mentolo.


 

 Si inizierà l'esame delle qualità olfattive dei vini della nostra degustazione comparativa dal Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa di Accademia dei Racemi. Mantenendo il calice in posizione verticale e senza eseguire nessuna roteazione, procediamo con la prima olfazione così da valutare gli aromi di apertura, cioè le sensazioni olfattive più “leggere” e che si volatilizzano piuttosto facilmente e con piccole quantità di ossigeno. Al naso si percepiranno aromi puliti e intensi di amarena, prugna e mora, tre qualità aromatiche fra le più rappresentative del Primitivo. Procediamo ora con la roteazione del calice, così da favorire lo sviluppo degli aromi grazie alla maggiore ossigenazione che provvederà a fare salire dal calice le qualità aromatiche più “pesanti” e che completeranno il profilo olfattivo di questo Primitivo di Manduria. Dal calice emergeranno aromi di violetta e mirtillo, ai quali seguono aromi più complessi di vaniglia, liquirizia, cacao, tabacco e un accenno di pepe nero che si unisce al tocco balsamico del mentolo.

 Passiamo ora all'esame olfattivo del secondo vino della nostra degustazione comparativa: Primitivo di Manduria Tradizione del Nonno della Vinicola Savese. L'apertura di questo vino si presenterà al naso con aromi intensi e puliti di prugna, mora e amarena, qualità identificative del Primitivo. Dopo avere roteato il calice, procederemo con la seconda olfazione così da completare il profilo olfattivo di questo vino. Dal calice si apprezzeranno aromi di viola appassita, tamarindo, carruba, tabacco, vaniglia, liquirizia, macis e il piacevole tocco balsamico del mentolo. L'apertura del terzo vino - Primitivo di Manduria Patriarca di Soloperto - offre al naso aromi fruttati più maturi di confettura di prugne, confettura di more e confettura di amarene. La seconda olfazione, eseguita dopo avere roteato il calice, completerà il profilo olfattivo del terzo vino con aromi di carruba, confettura di mirtilli, liquirizia, vaniglia e un accenno di anice stellato oltre al piacevole tocco balsamico di mentolo.

 

Esame Gustativo

 Il Primitivo di Manduria, grazie alle qualità dell'uva con il quale è prodotto, è un vino generalmente caratterizzato da una buona struttura, spesso addirittura robusta e - complice anche il sole della Puglia - con volumi alcolici piuttosto elevati e che talvolta superano il 15%. Il Primitivo è un'uva con un buon contenuto di sostanze polifenoliche, qualità che, oltre a conferire struttura al vino, conferiscono anche una certa astringenza. La maturazione in legno del Primitivo, sia in botte, sia in barrique, consente ai vini prodotti con quest'uva di arrotondare certe asperità, aumentando nel contempo la morbidezza, qualità che è ulteriormente accentuata dall'alcol. A causa dell'alto tenore zuccherino presente nell'uva, talvolta nel Primitivo di Manduria si trovano anche degli zuccheri residui non fermentati e che conferiscono sia una leggera dolcezza sia ulteriore morbidezza.

 Il primo vino del quale valuteremo il gusto è il Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa di Accademia dei Racemi. L'attacco di questo Primitivo mostra un'apprezzabile astringenza dei tannini e una buona struttura, qualità che sono ben bilanciate dall'alcol e dalla morbidezza. Passiamo ora alla valutazione del secondo vino, il Primitivo di Manduria Tradizione del Nonno della Vinicola Savese. L'attacco di questo Primitivo è decisamente tannico con una struttura piena, sensazioni alle quali si contrappongono una decisa morbidezza e una maggiore sensazione alcolica, che in questo vino raggiunge il 16%. Si noti anche la differenza dell'impatto del legno con il vino precedente. Si procederà ora con il terzo vino della degustazione comparativa, Primitivo di Manduria Patriarca di Soloperto, che offre alla bocca un attacco piacevolmente morbido e i tannini, nonostante siano ben percettibili, mostrano una buona maturazione conferendo al vino un carattere rotondo. La struttura di questo Primitivo è decisamente robusta e si notino, rispetto ai vini precedenti, i sapori di frutta decisamente più tendenti alla confettura.

 

Considerazioni Finali

 La struttura e il volume alcolico sono probabilmente le due qualità più evidenti all'assaggio del Primitivo di Manduria, qualità che sono piuttosto evidenti anche nei vini della nostra degustazione comparativa. Il finale del Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa di Accademia dei Racemi è persistente con ricordi di amarena, mora e prugna, le tre qualità fruttate più tipiche nel Primitivo. Il finale del secondo vino - Primitivo di Manduria Tradizione del Nonno della Vinicola Savese - è persistente con ricordi di amarena, prugna e mora, esattamente come il vino precedente. Anche il finale del terzo vino, Primitivo di Manduria Patriarca di Soloperto, è persistente, tuttavia in questo caso i sapori che lascia in bocca sono più maturi di confettura di more, confettura di prugne e confettura di amarene. Oltre alla decisa struttura che si percepisce in bocca dopo la deglutizione, si noti anche la piacevole sensazione di morbidezza, in particolare negli ultimi due vini.

 






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 66, Settembre 2008   
Primitivo di Manduria a ConfrontoPrimitivo di Manduria a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 65, Estate 2008 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 67, Ottobre 2008

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Chianti Sensorio 2005, Tenuta di Pomine (Toscana, Italia)
Chianti Sensorio 2005
Tenuta di Pomine (Toscana, Italia)
Uvaggio: Sangiovese, Colorino
Prezzo: € 9,70 Punteggio:
Chianti Sensorio si presenta con colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e lampone seguite da aromi di mora, violetta, vaniglia, mirtillo, ciclamino e carruba. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole freschezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e mora. Chianti Sensorio matura per 3 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati di carne, Formaggi stagionati



Ledo 2005, Tenuta di Pomine (Toscana, Italia)
Ledo 2005
Tenuta di Pomine (Toscana, Italia)
Uvaggio: Sangiovese, Merlot
Prezzo: € 12,60 Punteggio:
Ledo si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, ribes e prugna seguite da aromi di violetta, vaniglia, mirtillo, cacao, eucalipto, cannella e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di amarena, ribes e prugna. Ledo matura per 6 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Sangiovese 2006, Flavio Busti (Umbria, Italia)
Sangiovese 2006
Flavio Busti (Umbria, Italia)
Uvaggio: Sangiovese
Prezzo: € 6,00 Punteggio:
Questo vino si presenta con colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di prugna, amarena e violetta seguite da aromi di mora, mirtillo e lampone. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena e prugna. Questo Sangiovese matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Pasta con carne, Carne saltata con funghi, Carne bianca arrosto



Merlot 2005, Flavio Busti (Umbria, Italia)
Merlot 2005
Flavio Busti (Umbria, Italia)
Uvaggio: Sangiovese
Prezzo: € 8,50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo Merlot si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di violetta, mirtillo, vaniglia, cioccolato e mentolo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e mirtillo. Questo vino matura in barrique.
Abbinamento: Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne, Formaggi stagionati



Colli Martani Grechetto di Todi Bianco del Cavaliere 2007, Franco Todini (Umbria, Italia)
Colli Martani Grechetto di Todi Bianco del Cavaliere 2007
Franco Todini (Umbria, Italia)
Uvaggio: Grechetto (85%), Altre Uve (15%)
Prezzo: € 9,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore giallo paglierino brillante e sfumature giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di pera, pesca e mela seguite da aromi di biancospino, nocciola, mela e ananas. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di mela, pera e pesca. Colli Martani Grechetto di Todi Bianco del Cavaliere matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Antipasti di verdure e pesce, Pasta e risotto con crostacei, Carne bianca saltata



Nero della Cervara 2004, Franco Todini (Umbria, Italia)
Nero della Cervara 2004
Franco Todini (Umbria, Italia)
Uvaggio: Merlot (50%), Cabernet Sauvignon (50%)
Prezzo: € 25,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Nero della Cervara si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di prugna, amarena e ribes seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, tabacco, pepe nero, cioccolato, cannella, macis ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di prugna, ribes e amarena. Un vino ben fatto. Nero della Cervara matura in barrique per 15 mesi a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Langhe Bianco 2006, Ca' Richeta (Piemonte, Italia)
Langhe Bianco 2006
Ca' Richeta (Piemonte, Italia)
Uvaggio: Chardonnay (50%), Sauvignon Blanc (30%), Altre Uve (20%)
Prezzo: € 12,00 Punteggio:
Questo vino si presenta con un colore giallo paglierino intenso e sfumature giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di banana, pesca e legno tostato seguite da aromi di ananas, mela, nocciola, pompelmo, vaniglia, susina e lavanda. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e morbido, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di banana, pesca e nocciola. Langhe Bianco matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Paste ripiene, Carne bianca arrosto, Pesce arrosto, Zuppe di funghi



Vino Passito 2004, Ca' Richeta (Piemonte, Italia)
Vino Passito 2004
Ca' Richeta (Piemonte, Italia)
Uvaggio: Moscato Bianco (80%), Sauvignon Blanc (10%), Altre Uve (10%)
Prezzo: € 22,00 - 375ml Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore giallo ambra brillante e sfumature giallo ambra, trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di uva passa, fico secco e mandorla seguite da aromi di confettura di pesche, confettura di mele cotogne, canditi, vaniglia, miele, scorza di agrume, dattero, lavanda e caramello. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco dolce e morbido, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole freschezza. Il finale è persistente con ricordi di uva passa, fico secco e mandorla. Un vino ben fatto. Vino Passito matura per 24 mesi in barrique a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Formaggi stagionati e piccanti, Dessert di frutta secca



Istante 2004, Franz Haas (Alto Adige, Italia)
Istante 2004
Franz Haas (Alto Adige, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Petit Verdot
Prezzo: € 25,20 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Istante si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ribes, prugna e amarena seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, peperone, tabacco, cacao, china, eucalipto e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è persistente con ricordi di ribes, prugna e amarena. Un vino ben fatto. Istante matura in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Alto Adige Moscato Rosa 2006, Franz Haas (Alto Adige, Italia)
Alto Adige Moscato Rosa 2006
Franz Haas (Alto Adige, Italia)
Uvaggio: Moscato Rosa
Prezzo: € 21,80 - 375ml Punteggio:
Alto Adige Moscato Rosa si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di uva, fragola e rosa seguite da aromi di ciliegia, lampone, garofano, violetta, pepe rosa, muschio, geranio, cannella, chiodo di garofano e anice stellato. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco dolce e fresco, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di fragola, ciliegia e lampone. Un vino ben fatto. Alto Adige Moscato Rosa matura in vasche d'acciaio e per almeno 6 mesi in bottiglia.
Abbinamento: Dessert di frutta



Copertino Rosso Tenuta Paraida 2005, Marulli (Puglia, Italia)
Copertino Rosso Tenuta Paraida 2005
Marulli (Puglia, Italia)
Uvaggio: Negroamaro (80%), Malvasia Nera (20%)
Prezzo: € 4,00 Punteggio:   Vino con buon rapporto qualità/prezzo
Copertino Rosso Tenuta Paraida si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso aranciato, abbastanza trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di prugna, amarena e mora seguite da aromi di viola appassita, mirtillo, vaniglia e carruba. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di prugna, amarena e mora. Copertino Rosso Tenuta Paraida matura per circa 6 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Capuccini 2005, Marulli (Puglia, Italia)
Capuccini 2005
Marulli (Puglia, Italia)
Uvaggio: Primitivo
Prezzo: € 4,80 Punteggio:   Vino con buon rapporto qualità/prezzo
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di prugna, mora e amarena seguite da aromi di violetta, vaniglia, carruba e tabacco. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di prugna, mora e amarena. Capuccini matura per circa 15 mesi in botte.
Abbinamento: Paste ripiene, Carne arrosto, Stufati di carne



Grayasusi Etichetta Argento 2007, Ceraudo (Calabria, Italia)
Grayasusi Etichetta Argento 2007
Ceraudo (Calabria, Italia)
Uvaggio: Gaglioppo
Prezzo: € 16,50 Punteggio:
Grayasusi Etichetta Argento si presenta con un colore rosa ciliegia brillante e sfumature rosa ciliegia, trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di ciliegia, fragola e lampone seguite da aromi di mirtillo, pesca, pepe rosa, vaniglia, ciclamino e prugna. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di ciliegia, fragola e lampone. Grayasusi Etichetta Argento matura per 6 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne bianca arrosto, Pesce arrosto, Paste ripiene



Petraro 2005, Ceraudo (Calabria, Italia)
Petraro 2005
Ceraudo (Calabria, Italia)
Uvaggio: Gaglioppo (50%), Cabernet Sauvignon (50%)
Prezzo: € 17,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Petraro si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ribes, amarena e prugna seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, tabacco, pepe nero, cioccolato, cannella, macis ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e ribes. Un vino ben fatto. Petraro matura per 18 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Villa Gresti 2004, Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Villa Gresti 2004
Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Uvaggio: Merlot (90%), Carmenère (10%)
Prezzo: € 28,00 Punteggio:
Villa Gresti si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, tabacco, pepe bianco, peperone, macis, liquirizia, cioccolato, cannella ed eucalipto. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di amarena, prugna e ribes. Un vino ben fatto. Villa Gresti matura in barrique per 14 mesi a cui seguono almeno 12 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



San Leonardo 2003, Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
San Leonardo 2003
Tenuta San Leonardo (Trentino, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon (60%), Cabernet Franc (30%), Merlot (10%)
Prezzo: € 45,00 Punteggio:
San Leonardo si presenta con un colore rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di ribes, amarena e prugna seguite da aromi di vaniglia, violetta, mirtillo, tabacco, liquirizia, macis, peperone, pepe rosa, cioccolato, chiodo di garofano, cannella ed eucalipto. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco tannico e piacevole morbidezza, comunque ben equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, molto piacevole. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di ribes, amarena e prugna. Un vino ben fatto. San Leonardo matura per 24 mesi in barrique a cui seguono 12 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 66, Settembre 2008   
Primitivo di Manduria a ConfrontoPrimitivo di Manduria a Confronto I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Giugno?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.