Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


   Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 69, Dicembre 2008   
Donne e Giovani: Aumenta il Consumo di AlcolDonne e Giovani: Aumenta il Consumo di Alcol  Sommario 
Numero 68, Novembre 2008 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 70, Gennaio 2009

Donne e Giovani: Aumenta il Consumo di Alcol


 La notizia dell'aumento di consumo di alcol fra i giovani era già stata diffusa lo scorso aprile dall'ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica), una notizia, di per sé, non certo lieta, alla quale si è aggiunta recentemente quella che vede l'aumento del consumo di alcol anche fra le donne. Se l'aumento di consumo di alcol fosse interpretato come una maggiore diffusione del consumo consapevole e moderato, sarebbe certamente motivo di soddisfazione, ma quando si tratta di abuso e di eccesso, la cosa non fa certamente piacere. E ci sono almeno due motivi per i quali preoccuparsi: sia per lo sviluppo di un'abitudine sociale deplorevole e per nulla intelligente, sia per la formazione di una cultura deleteria e dannosa legata al consumo di bevande alcoliche. Riteniamo che chiunque abusi di alcol manchi di rispetto a sé stesso, così come agli altri, in particolare alle persone che hanno con loro rapporti stretti. Questo rappresenta inoltre un palese insulto, una mancanza di considerazione e rispetto, per i produttori che con serietà si dedicano alla produzione della qualità, che in questo modo è pietosamente calpestata.


 

 Se il futuro di ogni società e di ogni cultura è riposto e rappresentato dai giovani, sapere che questi si affidano all'eccesso e all'abuso di alcol, non è qualcosa che può suscitare piacere o soddisfazione. E lo stesso si può certamente dire per tutte le altre sostanze - nessuna esclusa - che provocano dipendenza e danni alla salute, soprattutto a quella degli altri che, per scelta, non ne fanno uso. Sapere inoltre che il consumo eccessivo di alcol è un'abitudine che riguarda sempre di più le donne, non fa altro che peggiorare la situazione rendendola ancora più triste. Non perché l'abuso di alcol nelle donne sia più disdicevole rispetto a quello degli uomini - un abuso è sempre un abuso, indipendentemente da chi lo compie - ma soprattutto per i rischi che si potrebbero verificare in caso di gravidanza e per i danni che il feto potrebbe subire. Perché si è verificato un aumento di consumi di alcol nei giovani e nelle donne? Probabilmente un esperto di comportamenti sociali e di antropologia potrebbe rispondere a questa domanda, qualcosa che va oltre le nostre e ben più modeste capacità.

 Quello che possiamo fare, nel nostro piccolo, è guardare le stime che riguardano i consumi e trarre conclusioni o esprimere opinioni. Secondo i dati diffusi dall'ISTAT, quasi il 20% dei ragazzi fra gli 11 e 15 anni ha dichiarato di avere consumato almeno una volta nell'arco dell'anno una bevanda alcolica. La statistica non ci dice in quali quantità e, tutto sommato, in un paese dove una delle bevande più rappresentative è appunto una bevanda alcolica - il vino - questo potrebbe rientrare negli aspetti culturali dell'Italia. Inoltre, da questa indagine statistica emerge che il consumo di bevande alcoliche fra le giovani donne di età compresa fra 18 e 19 anni è aumentato al 60,9% rispetto al 53,7% della precedente rilevazione. Per quanto riguarda le donne di età compresa fra i 20 e i 24 anni, l'aumento si attesta al 63,2%, mentre nella rilevazione precedente il valore era pari al 58,4%. La statistica non fornisce dati relativamente alle quantità, pertanto non è possibile sapere se questo aumento corrisponda a un consumo eccessivo oppure a un consumo moderato e consapevole.

 La statistica mette inoltre in evidenza alcuni aspetti comportamentali di rilievo relativamente alle preferenze di consumo dell'alcol. Pur non facendo ancora riferimento alle quantità, si registra un aumento nel consumo di alcol al di fuori dei pasti, qualcosa che potrebbe fare pensare al consumo di bevande superalcoliche piuttosto che al vino, generalmente e tradizionalmente consumato durante i pasti. Secondo questa statistica, il consumo di alcol fuori dai pasti è aumentato per le ragazze dal 9,7% al 17,9%, mentre per i ragazzi l'aumento passa dal 15,2% al 22,7%. Dati che certamente non confortano, anzi sono da considerarsi piuttosto preoccupanti. Non solo per la cattiva abitudine che i giovani stanno prendendo nei confronti dell'alcol, ma anche e soprattutto per motivi di tipo medico. infatti noto che in età adolescenziale il corpo non è ancora capace di metabolizzare l'alcol a causa dell'assenza di un enzima fondamentale - l'alcol deidrogenasi - e che si svilupperà in età adulta. Se poi si considera che la metabolizzazione dell'alcol è fortemente condizionata dallo stomaco pieno, l'abitudine di consumare alcol fuori dai pasti non fa che peggiorare le cose.

 Perché gli adolescenti hanno bisogno di consumare alcol in modo eccessivo fino a raggiungere uno sconveniente stato di ebbrezza e di ubriacatura? Necessità di apparire quello che non si è - né mai si potrà essere - oppure cercare un aiuto per superare le proprie insicurezze? Oppure, più semplicemente, la ricerca dell'omologazione agli sciocchi modelli sociali dove si deve, in un certo senso, trasgredire le regole per essere accettati dagli altri coetanei, tanto per avere l'illusione di sentirsi adulti? Per quanto severi si possa essere, di certo la colpa non è dei giovani che adottano certi modelli di comportamento, piuttosto degli adulti che li creano senza preoccuparsi affatto sulle conseguenze, trascurando invece il ruolo di educatori. Ognuno ha il diritto di vivere in prima persona le esperienze e comprenderne le conseguenze, non c'è dubbio. Chiunque sia stato giovane sa bene che le raccomandazioni degli adulti sono viste come imposizioni e non come consigli di chi ha maggiore esperienza. Pertanto, il problema è nella comunicazione, probabilmente il modo di comunicare con i soggetti giovani è inadeguato e controproducente.

 Il consumo consapevole e responsabile è, innanzitutto, un'attitudine culturale. Se non si è sensibili alla diffusione e alla promozione di una cultura consapevole e responsabile del consumo di bevande alcoliche, è molto probabile che si continuerà ad ottenere questo tipo di risultati. Recentemente in Italia, nei locali pubblici, è obbligatorio esporre delle tabelle che forniscono informazioni sui livelli di consumo accettabile, ricordando inoltre gli effetti che l'alcol può provocare a seconda della quantità che si assume. certamente una misura utile a favorire un consumo responsabile, ma non certamente a favorire la cultura di un consumo consapevole. un passo in avanti, senza dubbio, ma è anche vero che la cosa non è risolvibile con una semplice “tabella”. Un'azione informativa utile, ma non risolutiva. Fra i servizi offerti dal nostro mensile, l'etilometro è fra i più apprezzati, in particolare dal telefono cellulare. Non sarà un contributo essenziale, ma dimostra l'interesse dei nostri lettori a un consumo responsabile. Non sarà un servizio essenziale, ma ci auguriamo che serva - nel suo piccolo - a diffondere la cultura di usare il cervello quando si ha un calice in mano, piuttosto che annegare il cervello dentro un calice.

 




   Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 69, Dicembre 2008   
Donne e Giovani: Aumenta il Consumo di AlcolDonne e Giovani: Aumenta il Consumo di Alcol  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Marzo?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.