Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Eventi Non Solo Vino 
  Eventi Numero 145, Novembre 2015   
NotiziarioNotiziario  Sommario 
Numero 144, Ottobre 2015 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 146, Dicembre 2015

Notiziario


 In questa rubrica sono pubblicate notizie e informazioni relativamente a eventi e manifestazioni riguardanti il mondo del vino e dell'enogastronomia. Chiunque sia interessato a rendere noti avvenimenti e manifestazioni può comunicarlo alla nostra redazione all'indirizzo e-mail.

 

SIMEI 2015: Focus Tematici Dedicati a Vigneto, Vino, Birra e Olio


 
Unione Italiana Vini ha predisposto per la prossima edizione di SIMEI (Milano, 3-6 novembre 2015) un calendario di appuntamenti particolarmente ricco. Oltre ai due Convegni Internazionali dedicati al tema della sostenibilità e dell'analisi sensoriale che si terranno il primo e secondo giorno è infatti previsto un programma di supporto che tramite conferenze, workshop, laboratori affronterà diversi temi fondamentali. Focus vino e vigneto naturalmente, cui sono affiancati quest'anno quelli dedicati a olio e birra.
Di agricoltura di precisione, di gestione d'impianto, dello stato sanitario, del suolo e della fertilità dell'acqua, della pianta, della vendemmia, del paesaggio e dell'aspetto finanziario si parlerà nelle sessioni del Workshop Innovation di Enovitis Business dedicati al vigneto ma anche di produzioni biologiche, fenomeno di crescente interesse.
Il vino sarà oggetto di incontri che verteranno su altrettanti temi specifici. Oltre alla Convention Tergeo che si terrà il primo giorno, nei seguenti si affronteranno argomenti tra cui il Ring Test UIV - prove valutative di confronto interlaboratorio - le Innovazioni Tecnologiche sul fine linea del vino, le Biotecnologie, l'Automazione e la Componentistica, la gestione dell'energia come elemento di risparmio.
Grazie alla collaborazione con l'oleologo Luigi Caricato e il suo gruppo di lavoro Olio Officina è stato composto un programma d'approfondimento sul tema olio che indagherà l'importanza del packaging, il miglioramento tecnologico dei frantoi, le soluzioni per la conservazione e il trasporto del prodotto, la gestione dei reflui, la questione dell'etichettatura, dei tappi, del posizionamento in gdo e dell'importantissimo fattore dell'analisi sensoriale.
Proprio questo tema, che sarà il fil rouge dei due Convegni Internazionali, sarà affrontato anche nei seminari e laboratori dedicati alla birra in collaborazione con Birra Nostra. Oltre ad approfondimenti sul settore, le problematiche e le aree di possibile sviluppo, ci sarà infatti occasione di partecipare alle sessioni guidate di analisi sensoriale e degustazioni presso i Sensory Bar che per la prima volta ospiteranno oltre al vino e all'olio anche la birra artigianale.
Ogni giorno questi temi - vino, vigneto, olio, birra - saranno affrontati, discussi, esaminati da diversi punti di vista grazie al contributo di alcuni tra i più importanti esperti di settore. SIMEI si propone sempre di più come una piattaforma di contenuti trasversali che affianca e integra l'esposizione della migliore tecnologia del settore. Questi e gli altri appuntamenti sono nel programma aggiornato disponibile sul sito www.simei.it nella sezione dedicata.

Sostenibilità e Biodiversità: l'Impegno di Ferrari Presentato a Expo

Ricevuta da poco la certificazione “Biodiversity Friend”, che valuta l'impatto delle pratiche agricole virtuose sull'ambiente, le Cantine Ferrari hanno presentato a Expo Milano 2015 le attività che le vedono impegnate sul fronte della sostenibilità e della biodiversità. In un incontro tenutosi il 14 ottobre presso the Waterstone by Intesa Sanpaolo, in cui sono intervenuti anche il Prof. Attilio Scienza, Ordinario di Viticoltura dell'Università di Milano e Silvio Barbero, fra i fondatori di Slow Food, la famiglia Lunelli ha esposto l'intenso lavoro portato avanti al fine di coniugare un continuo innalzamento della qualità dell'uva con la tutela dell'ambiente e della salute dei lavoratori.
Un impegno che avvicina fortemente Ferrari alle tematiche di Expo Milano 2015, dove la cantina trentina è protagonista sia come brindisi di tutti i momenti ufficiali del Padiglione Italia, sia con un suo locale, il Ferrari Spazio Bollicine, all'interno del quale si narra “una bio-grafia di vite esemplari, e una bio-diversità di luoghi unici”.
Oltre un secolo dopo la medaglia d'oro vinta all'Esposizione Internazionale di Milano del 1906, Ferrari torna a Expo con lo stesso culto per l'eccellenza e amore per la terra del suo fondatore. Questi valori tradizionali oggi trovano un nuovo significato nell'impegno verso la tutela dell'ambiente e della naturale fertilità del terreno.
Tutti i vigneti di proprietà, sia delle Cantine Ferrari sia delle Tenute Lunelli, sono infatti coltivati secondo i principi dell'agricoltura biologica, in parte già certificati e in parte in conversione, e le 500 famiglie conferenti di uva si attengono alle indicazioni del “Vigneto Ferrari”. », questo, un rigido protocollo certificato CSQA volto a creare e a diffondere una nuova cultura del lavoro in vigna, basato su elementi naturali e metodi sostenibili, che reintroduce alcune pratiche agronomiche tradizionali come il sovescio ed elimina invece completamente diserbanti, pesticidi e concimi chimici.
Un impegno totalizzante, portato avanti con il supporto scientifico della Fondazione Edmund Mach, che, oltre a garantire una migliore qualità dell'uva prodotta, ha importanti ricadute su tutto il territorio circostante, il quale beneficia di una più ricca biodiversità. Sia le Cantine Ferrari sia le Tenute Lunelli hanno infatti ottenuto recentemente la certificazione†“Biodiversity Friend” dalla World Biodiversity Association.
«Riscoprire il valore della biodiversità è un altro passo che la nostra azienda sta facendo nella direzione di una sempre maggiore naturalità dei vigneti e di un impatto minimo sull'ambiente. L'agricoltore si deve trasformare da fornitore di prodotto a custode del territorio» ha commentato Marcello Lunelli, responsabile dell'attività agricola, oltre che enologica, del Gruppo Lunelli.

Emozioni dal Mondo Incorona la Serbia

» serba la Gran Medaglia d'Oro assegnata dai giudici dell'11° Concorso Enologico Internazionale “Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme” conclusosi a Bergamo lo scorso 17 ottobre. Podrum Radovanovic conquista con il suo Cabernet Sauvignon Radovanovic Reserve 2012 il titolo più alto tra i 60 premi assegnati dai 78 giudici internazionali che, in rappresentanza dei 25 paesi di provenienza, hanno degustato i 200 campioni in concorso nella giornata di venerdì 16 ottobre presso gli spazi di Villa Betty Ambiveri a Seriate.
Altissima la rappresentatività del medagliere: 12 dei 17 paesi partecipanti hanno guadagnato una medaglia d'oro. Nell'ordine 30 medaglie d'oro all'Italia, 6 alla Croazia, 4 alla Francia, 3 a Israele, Serbia, Turchia e Malta, 1 ciascuno a Cile, Romania, Slovacchia, Slovenia e Ungheria (premiata per la prima volta).
Buona anche la rappresentatività italiana: delle 30 medaglie assegnate 10 sono lombarde (rispettivamente 5 ai padroni di casa bergamaschi, i Valcalepio Doc e 5 ai vicini mantovani), 8 venete, 5 trentine, 3 toscane, 2 abruzzesi, una siciliana e una marchigiana. Come è stato più volte ribadito da Vignaioli Bergamaschi e il Consorzio Tutela Valcalepio, organizzatori della kermesse internazionale che porta a Bergamo ogni anno un'importante delegazione di tecnici e giornalisti del mondo del vino internazionale, “Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme” è il concorso internazionale con il rapporto più alto tra il numero di degustatori e quello dei campioni degustati. Ogni giudice facente parte delle 7 commissioni di degustazione riunite a Seriate nella giornata di venerdì 16 ottobre ha avuto incarico di degustare circa 33 vini nel corso della mattinata. «Commissioni costituite da 11 o 12 giudici costituiscono un importante bacino di rappresentatività che permette ai nostri risultati di essere sempre molto variegati e di rispecchiare quanto più possibile la differenza di background ed esperienza dei nostri giudici ma rappresentano anche una sfida dal punto di vista organizzativo» ha ricordato il direttore del concorso, l'enologo Sergio Cantoni, in apertura del Convegno sul tema “Territorio come Identità: il Paesaggio tra Consumo e Conservazione” che, nella mattinata di sabato 18 ottobre 2015 presso il comune di Scanzorosciate ha concluso i lavori dei tecnici chiamati a Bergamo per le degustazioni.
«Un momento di confronto di grande rilevanza» ha sottolineato il presidente di Vignaioli Bergamaschi, Marco Bernardi, riferendosi al convegno «I relatori chiamati ad affrontare il tema della sostenibilità e del rapporto tra essere umano, territorio e produzione hanno svolto il loro compito in maniera eccelsa portando la loro esperienza internazionale qui a Bergamo. Avere modo di mettere a un tavolo esperti di provenienza mondiale per ascoltare il loro punto di vista costituisce un privilegio raro».
Importantissima per lo svolgimento del Concorso Enologico Internazionale 2015 è stata anche la partnership stretta con il distretto dell'attrattività GATE. «In Gate e, in particolare, nei 4 comuni coinvolti quest'anno (S. Paolo d'Argon, Seriate, Scanzorosciate e Orio al Serio) abbiamo trovato un partner d'eccezione.» Ha sottolineato il Presidente del Consorzio Tutela Valcalepio, Emanuele Medolago Albani. «Per il nostro territorio è fondamentale poter costruire una rete efficace di relazioni che ci consenta di affrontare al meglio le sfide che il futuro ci riserva e la disponibilità di questi 31 comuni fa ben sperare per il futuro.»
Proprio il Green Expo Point, sede del distretto GATE presso Oriocenter, ha ospitato la proclamazione dei Premi della Stampa e il banco d'assaggio dei vini vincitori dell'11° Concorso Enologico Internazionale “Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme” nel pomeriggio di sabato 17 ottobre. Una formula, quella delle degustazioni aperte al pubblico negli spazi del centro commerciale, mai sperimentata prima ma che potrebbe costituire un'interessante precedente anche per manifestazioni future. Un concorso nato a Bergamo che cresce ogni anno e che promette di crescere ancora vista la promessa degli organizzatori di presenziare non più solamente al Salone del Vino e dei Distillati Vinitaly ma anche al prossimo ProWein di Dusseldorf e al salone VinExpo di Bordeaux.

Enologica: a Bologna il Racconto del Vino Emiliano Romagnolo

“Enologica”, manifestazione promossa per il secondo anno consecutivo da Enoteca Regionale Emilia Romagna e curata da Giorgio Melandri, sceglie nuovamente il cuore dell'Emilia Romagna, Bologna, come palcoscenico ideale per il racconto della straordinaria quanto inedita filiera vitivinicola e agroalimentare di questo territorio. A Palazzo Re Enzo il 21, 22, 23 novembre 2015 si scriverà il nuovo capitolo di un racconto del quale saranno protagonisti oltre 100 tra produttori, consorzi e cantine della regione, che permetteranno ai visitatori di concedersi un ideale viaggio lungo la via Emilia, dal riminese fino ai colli piacentini, attraverso i vini simbolo di questa regione: Albana e Sangiovese, Pignoletto, Fortana, Lambrusco, Malvasia e Gutturnio.
Al centro del racconto i vignaioli, i cuochi, il vino e cibo dell'Emilia Romagna, ma soprattutto la sua cultura raccontata quest'anno attraverso i tarocchi, le carte da gioco nate proprio a Bologna alla fine del 1300 da un'idea del Principe Francesco Antelminelli Castracani Fibbia e diventate oggi lo strumento più usato per le divinazioni. Con loro, al centro del racconto, ci saranno il vino e il cibo dell'Emilia Romagna, accompagnati dai testi del curatore Giorgio Melandri, dello storico Andrea Vitali e dai disegni di Francesca Ballarini.
A completare il programma di “Enologica”, un interessante programma di seminari e degustazioni tematiche, “Il Teatro dei Cuochi”, ospitato in alcuni luoghi del centro cittadino e che quest'anno sarà incentrato sulla lavorazione della pasta ripiena, “Genius Loci”, spazio creato per scoprire e conoscere prodotti e materie prime espressione dell'identità e della cultura dell'Emilia Romagna.
Spiega Pierluigi Sciolette, Presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna: «Enoteca Regionale ha scelto, per il secondo anno consecutivo, di mettere a disposizione di Enologica il proprio know how organizzativo, costruito nei tanti anni di gestione del Padiglione Emilia Romagna al Vinitaly, perché crediamo fermamente nell'importanza di questa manifestazione. Come nel 2014, il filo conduttore sarà quello della via Emilia, asse portante della nostra regione, tra storia, cultura, tradizioni e prodotti di qualità, tra cui i suoi vini. Proprio in questi ultimi anni l'Emilia Romagna si sta affermando come una delle regioni più importanti nel panorama enologico italiano e internazionale e siamo certi che la vasta selezione di vini proposta attirerà buyer di livello internazionale, giornalisti, esperti e blogger, ma anche tanti appassionati e consumatori di vino dall'Italia e dall'estero».
«Enologica non è semplicemente un evento, ma un racconto che viaggia sulla via Emilia realizzando una piattaforma narrativa a disposizione della stampa italiana e internazionale - sottolinea il curatore dell'evento, Giorgio Melandri - Quest'anno abbiamo lavorato sui tarocchi abbinando a ciascuna carta un prodotto enogastronomico della regione con l'obiettivo di un linguaggio, quello delle storie, il più universale possibile. Siamo un grande inedito italiano, ma abbiamo un potenziale enorme, popolare e straordinario nel quotidiano».






 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Eventi Non Solo Vino 
  Eventi Numero 145, Novembre 2015   
NotiziarioNotiziario  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Marzo?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.