Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XVIII
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
Segui DiWineTaste in DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 


   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 186, Estate 2019   
L'Estate, un Calice e Buon VinoL'Estate, un Calice e Buon Vino  Sommario 
Numero 185, Giugno 2019 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 187, Settembre 2019

L'Estate, un Calice e Buon Vino


 Ci siamo. Eccoci arrivati al periodo più caldo dell'anno che, almeno in Italia, è stato preceduto da una primavera a tratti molto fredda, per poi raggiungere all'improvviso temperature piuttosto elevate. Questa estate – almeno dalle premesse – si preannuncia alquanto torrida, il caldo si fa già sentire, rendendo le giornate decisamente afose. Noi appassionati di vino, in ogni caso e indipendentemente dalle stagioni o dalle temperature, non ci facciamo scoraggiare e, certamente, non rinunciamo a un buon calice. Con il caldo, comunque, la voglia di stappare una bottiglia di rosso – soprattutto quelli robusti e imponenti – non è che sia così allettante. Va detto, in ogni caso, dovesse presentarsi la giusta occasione, di certo non si rinuncia ad apprezzare anche un buon vino rosso, nonostante l'estate e il caldo. Qualora si dovesse comunque scegliere di apprezzare una bottiglia di vino, di certo – in questa stagione – si preferiscono vini che si possono servire a temperature più fresche, capaci di promettere un po' di sollievo al caldo dell'estate.


 

 Le possibilità di trovare il giusto ristoro dal vino contro il caldo dell'estate, in effetti, sono molte, ricordando comunque che anche la moderazione è la giusta chiave per apprezzare il vino, indipendentemente dalla stagione. Fin troppo ovvio suggerire vini bianchi e spumanti, siano essi prodotti con il metodo classico o Martinotti. Durante l'estate, comunque, nella mia lista di vini favoriti ci sono anche i vini rosati, poiché la loro qualità – per fortuna – è aumentata e migliorata evidentemente e nettamente negli ultimi dieci anni. La scelta a favore dei rosati è inoltre dettata da un'altra abitudine della mia tavola estiva, cioè la maggiore presenza di verdure e pesce. Queste due pietanze, infatti, ben si sposano con i vini rosati, non da ultimo, con la pizza, che – in ogni caso – è una preparazione che mi accompagna tutto l'anno, non solo in estate. Parlando poi di pizza, sarebbe opportuna una ben più approfondita riflessione, poiché si tratta di arte vera fin troppo spesso maltrattata e interpretata in modo grossolano, indecoroso e ignobile.

 La pizza, inoltre, è per me argomento di estremo fascino poiché mi piace sia prepararla sia gustarla tutto l'anno. Ammetto di essere esigente e difficilmente ho trovato pizzerie capaci di soddisfare pienamente la mia pignoleria, sia per la poca cura e qualità dell'impasto e delle farine, sia per i penosi condimenti, troppo spesso realizzati con materie prime di dubbia qualità oppure utilizzati o lavorati in modo discutibile. Sono inoltre consapevole di essere, per così dire, anticonformista quando decido di apprezzare la pizza. Per me, il migliore abbinamento con questa difficile quanto gustosissima perla della cucina italiana, è il vino, non da meno, lo spumante. Posso immaginare, forse, il dissenso di molti di voi che mi state leggendo, non essendo d'accordo con questa mia abitudine, preferendo – magari – il più classico e diffusissimo abbinamento con la birra oppure con altre bevande. Apprezzo la birra – non tutta, in verità, poiché anche in quel senso sono molto esigente – ma con la pizza preferisco indubbiamente abbinarla al vino.

 Nei calici che accompagnano la mia estate, in ogni caso, non mancano i vini spumanti, preferibilmente metodo classico ma senza dimenticarmi di quelli prodotti con il metodo Charmat o Martinotti, purché di qualità. Non si tratta, comunque, di una scelta dettata dal fatto che questi vini si possono servire a temperature decisamente basse e tali da promettere sollievo al caldo estivo. In fin dei conti, ho sempre pensato che un metodo classico millesimato servito a meno di 10 °C significhi, almeno per me, distruggere la bellezza dei suoi profumi oltre a renderlo anonimo al gusto. Questo è particolarmente vero, sempre secondo me, per i vini spumanti metodo classico rosati – mia grande passione – e che solo pochi, se non pochissimi, riescono a soddisfare le mia pignoleria. Intendiamoci, il mio non è un pregiudizio verso il vino rosato in generale, al contrario, per quello che mi riguarda è un vino che apprezzo molto. Devo comunque aggiungere un vino rosato, spumante o meno, mi deve convincere già dal colore ed essere garbatamente rosa femmineo, pertanto non apprezzo molto quelli che tendono eccessivamente alle tonalità rosse. Un rosato deve essere un rosato, pertanto non un vino che si veste di rosso.

 I rossi. Già, i rossi. Fino a qui sembrerebbe che in estate tendo a non preferire questo stile di vino. Se è vero che si tende maggiormente ad associare i vini rossi alle stagioni più fredde, in realtà in questa categoria troviamo una ricca scelta capace di essere goduta con piacere nelle giornate calde dell'estate. In modo particolare, quei vini non eccessivamente astringenti e che possono essere serviti a temperature più fresche, magari vinificati in acciaio. La scelta, in questo senso, è decisamente vasta e tale da soddisfare la mia voglia estiva di vino rosso, soprattutto a tavola, anche con la ricca cucina di pesce, da quello alla griglia e arrosto, alle gustose zuppe. Devo ammettere che, in estate, il vino rosso che consumo maggiormente è il Lambrusco nello stile secco. Non solo per il fatto che si può servire a una temperatura decisamente estiva e per il modesto volume alcolico, ma anche per la sua gioiosa espressione di bollicine che profumano di frutti rossi e neri. Se devo scegliere un vino rosso per l'estate, la mia scelta cade sovente a favore del Lambrusco secco, sempre ammesso di trovarlo di buona qualità, operazione non sempre semplicissima.

 Un altro vino che apprezzo nelle calde giornate estive è il Moscato d'Asti, anche spumante, oppure il Brachetto d'Acqui, favorito dal basso volume alcolico e per il fatto di potere essere apprezzato a temperature basse pur conservando la ricchezza dei profumi. E i vini liquorosi? Non mancano nemmeno quelli nella mia estate, tendendo a favorire il Jerez Fino Secco e il Marsala Vergine. In entrambi i casi, li trovo adatti anche per pasti leggeri, sfiziosi e variegati, nello stile suggerito dalla ricchezza delle tapas spagnole. In ogni caso – a parte i due vini fortificati – in estate tendo a preferire i vini con un volume alcolico più modesto, tuttavia, dovesse presentarsi l'occasione, non rinuncio comunque a un calice di Sagrantino o di Barolo. Non sono chiaramente i vini ai quali penso più spesso in estate, ma di certo non li escludo. Visto poi che in estate l'assunzione di alcol non aiuta esattamente a combattere le torride temperature, la regola – che si segue sempre e comunque – poco ma buono, cioè di qualità, si rispetta più facilmente. Buona estate a tutti i nostri lettori, all'insegna di un buon calice tale da rendere l'afa estiva più sopportabile e gioiosa. Infine – auspicando di ritrovare voi tutti qui a settembre – come sono sempre solito concludere gli episodi del nostro podcast, il mio augurio di “buon vino, in moderazione, ma che sia sempre di qualità”. Buona estate a tutti!

Antonello Biancalana



   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 186, Estate 2019   
L'Estate, un Calice e Buon VinoL'Estate, un Calice e Buon Vino  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Prima di servire un vino invecchiato, lo decanti?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Cosa dovrebbero migliorare i ristoranti nel servizio del vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Novembre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   



Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.