Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XIX
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
DiWineTaste in Twitter DiWineTaste in Instagram DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 
☰ Menu


 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 199, Ottobre 2020   
Contrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia ChardonnayContrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia Chardonnay I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 198, Settembre 2020 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter 

Contrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia Chardonnay

Le due magnifiche uve bianche di Francia a confronto questo mese nelle interpretazioni di due importanti e distanti territori italiani: Alto Adige e Sicilia

 Sauvignon Blanc e Chardonnay sono innegabilmente due fra le più importanti e ricercate uve bianche del panorama enologico mondiale. Originarie della Francia, queste due celebri uve sono oggi fra le varietà più diffuse e virtualmente presenti in ogni paese vitivinicolo del mondo. Sauvignon Blanc e Chardonnay sono le glorie indiscusse, fra le varietà a bacca bianca, di due importantissimi territori vitivinicoli di Francia, rispettivamente Bordeaux e Borgogna. Per quanto riguarda il Sauvignon Blanc, benché sia originaria di Bordeaux, è oggi particolarmente conosciuta per i vini della Valle della Loira, territorio dal quale, con questa uva, nascono vini di straordinaria qualità ed eleganza. Queste due uve francesi sono sovente associate al concetto di qualità enologica, concetto decisamente relativo e che ha contribuito alla loro enorme diffusione nel mondo, spesso con l'intento di replicare lo stile e il successo dei vini bianchi della Valle della Loira e Borgogna.

 L'invasione di Sauvignon Blanc e Chardonnay non ha, ovviamente, risparmiato l'Italia, diventando con il tempo varietà diffusissime e presenti in ogni regione del Paese. La massiccia diffusione di queste varietà – in Italia così come in altri paesi vitivinicoli del mondo – si deve sia al palese intento di replicare la qualità e il successo dei vini francesi sia alla necessità, agli inizi del 1900, di ripopolare i vigneti severamente colpiti dalla fillossera. L'introduzione di queste varietà in Italia iniziò dalle regioni settentrionali per poi, progressivamente, raggiungere anche quelle del meridione e, molto spesso, considerate uve migliorative poiché ritenute implicitamente di alta qualità. Sauvignon Blanc, e più particolarmente, lo Chardonnay, diventano con il tempo diffusissime in Italia, spesso a discapito dell'espianto di varietà autoctone. Oggi, in Italia, queste due varietà sono utilizzate sia per la produzione di vini mono-varietali, sia in unione con altre uve locali, tanto da essere presenti in numerosi vini DOC e DOCG italiani.

 

Alto Adige Sauvignon Blanc


 

 Grazie alle particolari condizioni climatiche e la morfologia del territorio, l'Alto Adige è una delle regioni italiani nelle quali il Sauvignon Blanc riesce a produrre vini di particolare finezza. Il Sauvignon Blanc, infatti, non ama particolarmente il caldo eccessivo e suoli pesanti, pertanto le condizioni tipiche dell'Alto Adige risultano essere molto favorevoli alla coltivazione di qualità della celebre uva bianca bordolese. Il profilo olfattivo del Sauvignon Blanc, infatti, riesce a esprimersi nella sua caratteristica finezza di frutti e sensazioni vegetali quando coltivato in territori caratterizzati da temperature non eccessivamente elevate e suoli tendenzialmente sciolti. A questo, inoltre, si deve aggiungere la corretta gestione in vigna, cercando di non consentire a questa varietà di giungere a eccessiva maturazione, condizione che, fra l'altro, comporta la perdita della preziosa acidità, caratteristica fondamentale per i vini da Sauvignon Blanc.

 A tale proposito, si deve dire che il Sauvignon Blanc è una varietà capace di dividere i consensi degli appassionati di vino. La caratteristica sensoriale oggetto della divisione è rappresentata dalla tendenza di questa uva a produrre, in certe condizioni, vini con spiccati profumi vegetali, in particolare quelli che ricordano il fiore di bosso, la foglia di pomodoro e il peperone. Queste caratteristiche olfattive, ritenute da molti come qualità imprescindibili e apprezzabili del Sauvignon Blanc, si ritrovano spesso nei vini prodotti in Alto Adige. A queste qualità si aggiungono, intensi e potenti, profumi di fiori e frutta, in particolare quella esotica e che, anche in questo caso, ben si esprimono nei vini dell'Alto Adige prodotti con Sauvignon Blanc. Altra caratteristica che si apprezza nei vini prodotti con questa varietà francese è la finezza gustativa, dalla struttura moderata nella quale domina la piacevole freschezza dell'acidità e un tenore alcolico moderato. Qualità che spesso identificano i Sauvignon Blanc di riferimento e che molto spesso si ritrovano in quelli prodotti in Alto Adige.

 

Sicilia Chardonnay

 Varietà decisamente più versatile e, per certi aspetti, più accomodante del Sauvignon Blanc, lo Chardonnay ha letteralmente conquistato il mondo, grazie anche alla sua spiccata eleganza capace di donare “morbidezza” ai propri vini e a quelli multi-varietali dove è utilizzato. Lo Chardonnay, inoltre, è capace di adattarsi a diverse condizioni climatiche e ambientali, subendo – com'è prevedibile – l'influsso di ognuna di queste, pur conservando, in termini generali, il suo patrimonio olfattivo di base e la sua tipica morbidezza. Queste caratteristiche hanno evidentemente contribuito alla massiccia diffusione dello Chardonnay nel mondo, guadagnando – fra l'altro – il ruolo di uva miracolosa capace di rendere straordinario qualunque vino, da sola o in unione ad altre varietà. Un ruolo evidentemente esagerato poiché, sebbene sia capace di conferire sempre le sue inconfondibili qualità organolettiche, la qualità dei suoi vini è ampiamente e ovviamente determinata da fattori viticolturali di qualità.

 Il fatto di essere capace di adattarsi virtualmente a qualunque condizione climatica e ambientale, ha contribuito alla diffusione dello Chardonnay anche in zone decisamente calde come la Sicilia. Va detto, in ogni caso, che nelle regioni più calde, com'è normale che sia, lo Chardonnay tende ad accentuare ulteriormente la sua caratteristica morbidezza, perdendo – nel contempo – parte della sua innegabile finezza olfattiva e l'essenziale acidità capace di equilibrare la sua rotondità. Altra caratteristica dello Chardonnay, e che decisamente attrae molti produttori, è la sua tendenza a sposarsi perfettamente con la fermentazione e la maturazione in legno, con il risultato di aumentare sia la struttura del vino sia la morbidezza. In questo senso, non fanno eccezione i produttori di Sicilia che, con quest'uva, hanno dato prova di ottenere vini di elevata qualità, sia ricorrendo all'uso di contenitori inerti sia con l'impiego della botte di legno. Lo Chardonnay in Sicilia tende a subire spesso l'influsso del clima e delle alte temperature, condizioni che impongono ai produttori un enorme rigore viticolturale – in particolare, la maturazione dell'uva - ed enologico così da evitare l'eccessiva morbidezza a discapito della preziosa acidità.

 

La Degustazione


Il
colore del Sicilia Chardonnay
Il colore del Sicilia Chardonnay

 La scelta dei due vini della degustazione per contrasto di questo mese è decisamente semplice. I vini prodotti con Sauvignon Blanc e Chardonnay sono infatti molto diffusi nelle due regioni prese in esame questo mese – Alto Adige e Sicilia – e la scelta di bottiglie e produttori è davvero ampia. In entrambi i casi faremo comunque attenzione a scegliere vini fermentati e maturati in contenitori inerti, come la vasca d'acciaio, evitando quindi quelli prodotti ricorrendo all'uso della botte di legno. A tale proposito va detto che l'uso del legno è piuttosto inconsueto per il Sauvignon Blanc, mentre diventa relativamente probabile per lo Chardonnay, ragione che impone maggiore attenzione nella scelta del vino siciliano. Entrambi i vini appartengono alla vendemmia più recente e sono serviti nei rispettivi calici da degustazione alla temperatura di 10 °C.

 Versiamo l'Alto Adige Sauvignon Blanc e il Sicilia Chardonnay nei rispettivi calici e iniziamo la degustazione per contrasto prendendo in esame l'aspetto dei due vini. Il primo vino del quale valutiamo l'aspetto è l'Alto Adige Sauvignon Blanc, quindi incliniamo il calice sopra una superficie bianca e, a tale scopo, è sufficiente un foglio di carta o un tovagliolo. Osserviamo la base del calice: notiamo un colore giallo paglierino con un'evidente tonalità verdolina e una trasparenza molto elevata. Osserviamo ora il vino in prossimità dell'apertura del calice, dove lo spessore si fa più sottile, e valutiamo la sua sfumatura: notiamo un deciso colore giallo verdolino. Passiamo alla valutazione dell'aspetto del Sicilia Chardonnay e, come per il vino precedente, incliniamo il calice sopra la superficie bianca. Alla base notiamo un colore giallo paglierino intenso, decisamente più cupo rispetto al vino altoatesino, con una trasparenza, anche in questo caso, molto elevata. La sfumatura dei vino siciliano, osservata verso l'apertura del calice, conferma il colore giallo paglierino.

 I profili olfattivi dei vini prodotti con Sauvignon Blanc e Chardonnay sono, non solo diversi, ma addirittura distanti. La prima uva, infatti, si caratterizza per i profumi che spesso si associano a riconoscimenti di tipo erbaceo e vegetale, pur non mancando altre qualità di aromaticità decisamente esuberanti, mentre la seconda è tipicamente associata alla banana e al fiore di acacia. Il Sauvignon Blanc è da taluni considerato come varietà semi-aromatica poiché nei suoi vini si può talvolta percepire anche il profumo dell'uva fresca, tuttavia questa non è una qualità né dominante né frequente, piuttosto il risultato della combinazione di diversi profumi. Sauvignon Blanc e Chardonnay condividono un profilo olfattivo che molto spesso si arricchisce di piacevoli aromi che ricordano la frutta esotica, qualità che – innegabilmente – contribuisce all'eleganza e finezza dei loro vini. I profumi erbacei e vegetali del Sauvignon Blanc rappresentano una caratteristica decisamente divisiva fra gli appassionati di vino, ragione per la quale, spesso, i produttori tendono a non esaltare, favorendo, nel contempo, l'esuberanza degli aromi riconducibili a frutti, in particolare quelli esotici.

 Riprendiamo la degustazione per contrasto di questo mese, procedendo con l'analisi olfattiva di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia Chardonnay. Come per la fase sensoriale precedente, il primo vino che prenderemo in esame è quello altoaltesino. Manteniamo il calice in posizione verticale e, senza rotearlo, valutiamo l'apertura dell'Alto Adige Sauvignon Blanc, cioè i profumi identificativi del vino. La prima olfazione permette di percepire aromi intensi e piacevoli di uva spina, pesca e ananas ai quali segue, molto spesso, il profumo del fiore di sambuco. Dopo avere roteato il calice, procediamo con la seconda olfazione così da favorire lo sviluppo degli altri aromi. Il profilo dell'Alto Adige Sauvignon Blanc si completa con mela, pera, litchi e, molto spesso, gli inconfondibili profumi di foglia di pomodoro e peperone. In certi casi, si può inoltre percepire il caratteristico profumo di fiore di bosso. Passiamo ora all'esame olfattivo del Sicilia Chardonnay e valutiamo la sua apertura. Al naso percepiamo intensi e puliti aromi di banana, mela e pera unitamente al profumo floreale di biancospino. Dopo avere roteato il calice, il profilo del vino siciliano si completa con susina, pesca, ananas, ginestra e, talvolta, il fiore di acacia, tipicamente associato allo Chardonnay.

 Le differenze sensoriali dei due vini sono ulteriormente confermate dall'esame gustativo, il quale metterà in evidenza caratteristiche decisamente distanti in termini di struttura, morbidezza e acidità. Il primo vino che prendiamo in esame è, come nelle fasi precedenti, l'Alto Adige Sauvignon Blanc. Prendiamo un sorso di questo vino così da valutare il suo attacco, cioè le sensazioni iniziali percepite in bocca. Il vino altoatesino si caratterizza con una spiccata freschezza conferita dall'acidità, un corpo di media struttura, l'effetto dell'alcol è percettibile ma non intenso. In bocca si riconoscono i sapori di uva spina, ananas e pesca, confermando un'ottima corrispondenza con il naso. Passiamo ora alla valutazione gustativa del Sicilia Chardonnay e prendiamo un sorso di questo vino. In bocca si percepisce nettamente la differenza rispetto al vino precedente: qui la struttura è decisamente più piena, l'acidità più contenuta e spicca chiaramente il suo carattere morbido, sensazione che è ulteriormente accentuata dall'effetto dell'alcol, maggiore rispetto al Sauvignon Blanc. In bocca, inoltre, si percepiscono i sapori di banana, susina e mela, confermando – anche in questo caso – la buona corrispondenza con il naso.

 La fase finale della degustazione per contrasto prenderà in esame, in modo particolare, la persistenza gusto-olfattiva, fattore di primaria importanza qualitativa che si basa principalmente sul tempo durante il quale è percepita. Com'è noto, maggiore è la durata della persistenza gusto-olfattiva, maggiore la qualità del vino. Il finale dell'Alto Adige Sauvignon Blanc – dopo avere deglutito il vino – è caratterizzato da buona persistenza, nel corso della quale percepiamo ancora nettamente la sua tipica acidità e i suoi sapori dominanti, in particolare uva spina, ananas e pesca. Il finale del Sicilia Chardonnay si differenzia dal vino precedente per le sensazioni che lascia in bocca di maggiore morbidezza e struttura, certamente di buona persistenza. Si continuano a percepire, netti e puliti, i sapori di banana, mela e susina. La fase conclusiva della degustazione per contrasto consente di evidenziare ulteriormente e in modo netto le differenze fra i due vini. Le due uve – Sauvignon Blanc e Chardonnay – risultano diversissime e perfino distanti sotto ogni aspetto sensoriale, qualità che, non da ultimo, sono ulteriormente accentuate dai rispettivi territori di produzione: Alto Adige e Sicilia.

 



 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 199, Ottobre 2020   
Contrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia ChardonnayContrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia Chardonnay I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
Numero 198, Settembre 2020 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter 

I Vini del Mese


 

Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Kapnios 2016, Masseria Frattasi (Campania, Italia)
Kapnios 2016
Masseria Frattasi (Campania, Italia)
Aglianico
Prezzo: € 60.00 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, amarena e viola appassita seguite da aromi di mora, ribes, mirtillo, cacao, tabacco, carruba, caffè, liquirizia, cuoio, macis, mentolo e vaniglia.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di prugna, amarena e mora.
Prodotto con uve appassite. 18 mesi in barrique.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Kylyx 2017, Masseria Frattasi (Campania, Italia)
Kylyx 2017
Masseria Frattasi (Campania, Italia)
Cabernet Sauvignon
Prezzo: € 120.00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di ribes, prugna e amarena seguite da aromi di viola appassita, mirtillo, peperone, cacao, tabacco, rosmarino, china, rabarbaro, scatola di sigari, liquirizia, macis, vaniglia ed eucalipto.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di ribes, prugna e amarena.
14 mesi in barrique.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Montepulciano d'Abruzzo Riserva Binomio 2015, La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano d'Abruzzo Riserva Binomio 2015
La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano
Prezzo: € 32.00 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso granato, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di prugna, amarena e viola appassita seguite da aromi di mora, mirtillo, ribes, cacao, tabacco, liquirizia, cuoio, grafite, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di prugna, amarena e mora.
15 mesi in barrique.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Montepulciano d'Abruzzo Riserva Terre dei Vestini Bellovedere 2016, La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano d'Abruzzo Riserva Terre dei Vestini Bellovedere 2016
La Valentina (Abruzzo, Italia)
Montepulciano
Prezzo: € 40.00 Punteggio:

Rosso rubino cupo e sfumature rosso rubino, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di amarena, prugna e mora seguite da aromi di violetta, mirtillo, ribes, tabacco, cacao, cannella, cuoio, liquirizia, pepe rosa, mentolo e vaniglia.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di prugna, amarena e mora.
18 mesi in botte e barrique, 12 mesi in bottiglia.
Selvaggina, Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Bianko 2017, Macondo (Marche, Italia)
Bianko 2017
Macondo (Marche, Italia)
Trebbiano Toscano (60%), Pecorino (40%)
Prezzo: € 95.00 Punteggio:

Giallo dorato brillante e sfumature giallo dorato, molto trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di mela, susina e miele seguite da aromi di biancospino, nespola, pera, pompelmo, zafferano, rosmarino, artemisia, burro, caffè, mandorla, crosta di pane, pralina, minerale e vaniglia.
Attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale molto persistente con lunghi ricordi di mela, susina e miele.
22 mesi in barrique, 4 mesi in bottiglia.
Carne bianca arrosto, Pesce arrosto, Pesce alla griglia, Stufati di carne, Formaggi



Barbera d'Asti La Tota 2018, Marchesi Alfieri (Piemonte, Italia)
Barbera d'Asti La Tota 2018
Marchesi Alfieri (Piemonte, Italia)
Barbera
Prezzo: € 12.00 Punteggio:

Rosso rubino intenso e sfumature rosso rubino, poco trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di ciliegia, prugna e mirtillo seguite da aromi di violetta, lampone, fragola, tabacco, cacao, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole freschezza.
Finale persistente con ricordi di ciliegia, prugna e mirtillo.
Maturazione in barrique.
Paste ripiene con funghi, Stufati di carne con funghi, Carne bianca arrosto



Terre Alfieri Nebbiolo Costa Quaglia 2016, Marchesi Alfieri (Piemonte, Italia)
Terre Alfieri Nebbiolo Costa Quaglia 2016
Marchesi Alfieri (Piemonte, Italia)
Nebbiolo
Prezzo: € 17.50 Punteggio:

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di ciliegia, prugna e violetta seguite da aromi di lampone, rosa, cannella, tabacco, cioccolato, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di ciliegia, prugna e lampone.
Maturazione in barrique.
Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Formaggi



Colli di Luni Vermentino Sarticola 2019, Cantine Federici - La Baia del Sole (Liguria, Italia)
Colli di Luni Vermentino Sarticola 2019
Cantine Federici - La Baia del Sole (Liguria, Italia)
Vermentino
Prezzo: € 25.00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Giallo paglierino brillante e sfumature giallo verdolino, molto trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di pera, ginestra e pesca seguite da aromi di mela, ananas, frutto della passione, biancospino, ginestra, camomilla, mandarino, susina, menta, mandorla e minerale.
Attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di pera, pesca e frutto della passione.
Maturazione in vasche d'acciaio.
Pasta con pesce, Pesce stufato, Pesce fritto, Crostacei alla griglia



Metodo Classico Extra Brut Giulio F. 56 2017, Cantine Federici - La Baia del Sole (Liguria, Italia)
Metodo Classico Extra Brut Giulio F. 56 2017
Cantine Federici - La Baia del Sole (Liguria, Italia)
Vermentino
Prezzo: € 35.00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Giallo dorato brillante e sfumature giallo dorato, molto trasparente, perlage fine e persistente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di mela, susina e cedro seguite da aromi di ananas, crosta di pane, pera, lievito, biancospino, pralina, burro, ginestra e mandorla.
Attacco effervescente e fresco, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di mela, susina e cedro.
Il vino base matura in botte per 6 mesi. Rifermentazione e affinamento in bottiglia sui propri lieviti per 24 mesi.
Pasta con pesce, Pesce alla griglia, Carne bianca arrosto, Zuppe di funghi



Alto Adige Pinot Nero Riserva St. Daniel 2017, Produttori Colterenzio (Alto Adige, Italia)
Alto Adige Pinot Nero Riserva St. Daniel 2017
Produttori Colterenzio (Alto Adige, Italia)
Pinot Nero
Prezzo: € 16.60 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino brillante e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di ciliegia, prugna e lampone seguite da aromi di ciclamino, fragola, rosa appassita, mirtillo, cacao, tabacco, cannella, macis, mentolo e vaniglia.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole freschezza.
Finale persistente con ricordi di ciliegia, prugna e lampone.
12 mesi in botte e barrique, 12 mesi in bottiglia.
Paste ripiene con funghi, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi



Alto Adige Chardonnay Lafoa 2018, Produttori Colterenzio (Alto Adige, Italia)
Alto Adige Chardonnay Lafoa 2018
Produttori Colterenzio (Alto Adige, Italia)
Chardonnay
Prezzo: € 24.50 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Giallo paglierino brillante e sfumature giallo paglierino, molto trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di banana, mela e acacia seguite da aromi di pompelmo, mango, susina, cedro, pera, melone, pralina, burro e vaniglia.
Attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole morbidezza.
Finale persistente con ricordi di banana, mela e mango.
10 mesi in barrique, 6 mesi in bottiglia.
Paste ripiene con pesce, Pesce alla griglia, Pesce arrosto, Carne bianca arrosto



Nero di Predappio 2019, Nicolucci (Emilia-Romagna, Italia)
Nero di Predappio 2019
Nicolucci (Emilia-Romagna, Italia)
Terrano (80%), Sangiovese (20%)
Prezzo: € 20.00 Punteggio:

Rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente.
Intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di ciliegia, prugna e lampone seguite da aromi di violetta, mirtillo, mora, erba tagliata, ciclamino, pepe nero e un accenno di vaniglia.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di ciliegia, prugna e lampone.
6 mesi in barrique, 3 mesi in bottiglia.
Paste ripiene con funghi, Stufati di carne con funghi, Zuppe di legumi



Romagna Sangiovese Superiore Riserva Predappio di Predappio Vigne del Generale 2017, Nicolucci (Emilia-Romagna, Italia)
Romagna Sangiovese Superiore Riserva Predappio di Predappio Vigne del Generale 2017
Nicolucci (Emilia-Romagna, Italia)
Sangiovese
Prezzo: € 26.00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria

Rosso rubino intenso e sfumature rosso granato, abbastanza trasparente.
Intenso, pulito, gradevole, raffinato ed elegante, apre con note di amarena, prugna e violetta seguite da aromi di mirtillo, lampone, geranio, melagrana, mora, cioccolato, tabacco, macis, vaniglia e mentolo.
Attacco giustamente tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole.
Finale persistente con ricordi di amarena, prugna e mirtillo.
2 anni in botte, 3 mesi in bottiglia.
Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi, Formaggi






 Editoriale  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Gusto DiVino Eventi 
  Gusto DiVino Numero 199, Ottobre 2020   
Contrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia ChardonnayContrasti di Alto Adige Sauvignon Blanc e Sicilia Chardonnay I Vini del MeseI Vini del Mese  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Come giudichi l'uso della barrique da parte dei produttori nei loro vini?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
In quale paese si producono i migliori vini del mondo?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Ottobre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


☰ Menu

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste Segui DiWineTaste su Twitter Segui DiWineTaste su Instagram

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2020 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.