Cultura e Informazione Enologica dal 2002 - Anno XX
×
Prima Pagina Eventi Guida dei Vini Vino del Giorno Aquavitae Guida ai Luoghi del Vino Podcast Sondaggi EnoGiochi EnoForum Il Servizio del Vino Alcol Test
DiWineTaste in Twitter DiWineTaste in Instagram DiWineTaste Mobile per Android DiWineTaste Mobile per iOS Diventa Utente Registrato Abbonati alla Mailing List Segnala DiWineTaste a un Amico Scarica la DiWineTaste Card
Chi Siamo Scrivici Arretrati Pubblicità Indice Generale
Informativa sulla Riservatezza
 
☰ Menu


   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 210, Ottobre 2021   
Venti Anni di DiWineTasteVenti Anni di DiWineTaste  Sommario 
Numero 209, Settembre 2021 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 211, Novembre 2021

Venti Anni di DiWineTaste


 Venti anni. DiWineTaste entra ufficialmente nel suo ventesimo anno di vita, venti anni da quando – per la prima volta – DiWineTaste diveniva realtà e fu presentato al pubblico di Internet il primo numero che, a quei tempi, era disponibile solamente in formato PDF. Molto distante da quello che DiWineTaste è diventato oggi, quel primo numero fu la realizzazione della mia idea di come raccontare il vino. Fu comunque un successo – quel primo numero – che andò ben oltre le mie più ottimistiche previsioni. Complice, certamente, anche la novità di una “pubblicazione nuova” e che, per scelta e sin dall'inizio, era disponibile unicamente in Internet. Quel primo numero, nell'unico formato PDF, fu infatti scaricato, nel totale delle due edizioni in italiano e inglese, da oltre 6000 lettori. Molti osserveranno che questa è l'ennesima volta che racconto questo episodio primordiale di DiWineTaste, e sovente in occasione di “eventi speciali”, tuttavia è innegabile che fu un evento significativo.


 

 Mi piace sempre ricordare il momento nel quale DiWineTaste iniziò il suo cammino, avviata – di fatto – con la pubblicazione del nostro sito Internet. Era il 9 settembre 2002 alle ore 22:10: un semplice comando inviato dal mio computer, e il sito di DiWineTaste fu reso visibile agli enonauti del cyberspazio. Il vino scelto per il brindisi inaugurale di quell'evento – non a caso – fu quello che l'ammiraglio Orazio Nelson definì il “vino della vittoria” e uno dei miei preferiti in assoluto: il Marsala. Nello specifico, era un Marsala Vergine del 1987. Parlare di vino in Internet, nel 2002, era davvero cosa ancora lontanissima dall'invasione enoica dei nostri giorni. C'erano già siti dedicati al vino, pubblicati in vari modi e forme, una pubblicazione periodica come DiWineTaste – che si prefiggeva, inoltre, di fare critica indipendente di vini – era decisamente un evento unico nel suo genere. La scelta – la mia scelta – di rendere disponibile una pubblicazione dedicata al vino unicamente in Internet era, nel 2002, qualcosa di assolutamente nuovo e probabilmente in larghissimo anticipo rispetto ai tempi.

 Venti anni nel corso dei quali migliaia di vini e centinaia di distillati sono stati versati nei nostri calici, sottoposti al giudizio dei nostri sensi. E poi gli eventi – attualmente sospesi a causa della condizione socio-sanitaria imposta dalla pandemia da Covid-19 – con i quali abbiamo portato nei calici dei nostri lettori centinaia di vini e distillati prodotti dalle cantine recensite in DiWineTaste. A questi si sono aggiunti gli innumerevoli corsi dedicati alla degustazione e analisi sensoriale del vino e distillati, compresi quelli di enogastronomia e abbinamento con il cibo. A volte ci siamo dedicati anche alla birra, riservando alla bevanda di Cerere sia alcuni dei nostri eventi sia i nostri corsi di analisi sensoriale. Da sempre convinto che il modo migliore per comprendere un vino o un distillato – e lo stesso per il cibo e la birra – fosse quello di averlo nel proprio calice, la formazione alle tematiche legate alla valutazione sensoriale e organolettica hanno costituito una parte fondamentale dello sviluppo di DiWineTaste.

 Del resto non ho mai fatto mistero su quello che è il mio interesse primario, anche e soprattutto in ambito professionale, relativo al vino, ai distillati e al cibo, cioè l'aspetto prevalentemente tecnico legato all'analisi sensoriale e alle caratteristiche fisico-chimiche. Questo ha influito fortemente sulla linea editoriale di DiWineTaste, fondata quindi sui temi della valutazione organolettica e sensoriale, preferibilmente in ambito tecnico. Motivi – questi – che mi hanno sempre visto scarsamente e relativamente interessato al lato sensazionalistico del vino, compresa l'estrema banalizzazione di certi argomenti che, nonostante siano per molti legati all'espressione primaria del vino, questi sono per me poco significativi alla comprensione effettiva e reale del vino. Consapevole che, in ogni caso, l'aspetto emozionale sia parte importante del vino, distillati e cibo, ritengo questi siano aspetti di semplificazione utili a raccontare il vino secondo schemi di basilare divulgazione in un modo che – io credo – alla fine raccontino ben poco o nulla di com'è realmente un vino.

 E con questa visione che abbiamo cercato di raccontare – nel corso di questi venti anni – il vino in generale e tutti i vini e distillati che sono passati per i nostri calici. Esattamente la stessa visione con la quale si è sempre cercato di raccontare vini, distillati e birre duranti i nostri eventi e i corsi di valutazione sensoriale e organolettica. Difficile prevedere, ovviamente, come saranno i prossimi anni di DiWineTaste, a partire da questo ventesimo, tuttavia ritengo il modo di valutare e raccontare i vini rimarranno praticamente invariati. Ci saranno cose che sicuramente cambieranno – del resto, nel corso di questi venti anni, molte cose sono cambiate in quello che facciamo – tuttavia sono ancora convinto che questo sia il modo di raccontare un vino o distillato. Perché sono convinto che, prima di tutto e soprattutto, il vino parla con le sue parole, quelle che emergono dal calice e ascoltiamo con i nostri sensi primari.

 Questo perché – sostanzialmente – del vino e dei distillati mi interessano prevalentemente gli aspetti tecnici, produttivi e sensoriali, i quali risultati si esprimono dal calice, senza filtri e sovrastrutture evocative o fiabesche. Negli aspetti tecnici e produttivi, ovviamente, includo anche i fondamentali ed essenziali fattori ambientali, agronomici e umani, chiaramente indispensabili e determinanti per la produzione di vino e distillati. Sono inoltre convinto, per onore di chiarezza, che il vino e i distillati siano efficacissimi e straordinari vettori di emozioni, ineccepibili creatori di sensazioni, non da meno, magnifici e irrinunciabili elementi per celebrare la buona compagnia, soprattutto a tavola. Per quello che mi riguarda, tuttavia, questo importante ruolo del vino e dei distillati, lo trascuro quando tratto la degustazione sensoriale e analitica, escludendo allo stesso modo questi elementi quando sono in buona compagnia e allietato da buon vino e distillati.

 I venti anni di DiWineTaste – senza ombra di dubbio alcuno – sono stati possibili anche grazie al supporto e la “presenza” dei nostri lettori di tutto il mondo e che, considerando le due edizioni in lingua italiana e inglese, sono poco meno di 160.000 ogni mese. A loro, non c'è dubbio, va il mio e il nostro personale ringraziamento per averci aiutato ad arrivare fino a qui, sia con il loro affetto sia con i tanti suggerimenti che in questi anni sono stati utili a migliorare e fare crescere DiWineTaste. Un doveroso e pari ringraziamento va innegabilmente riconosciuto a tutti i produttori, vignaioli, viticultori, enologi, distillatori, cantine e distillerie che ci hanno consentito di parlare dei loro vini e distillati nelle nostre pagine e guide, molti di questi partecipando personalmente anche ai nostri eventi e corsi. Venti anni, quindi, che idealmente celebriamo con voi tutti e che rappresentano per noi un traguardo importante, con l'augurio di condividere ancora insieme, e presto, infiniti calici di buon vino e lieti distillati. Ad maiora!

Antonello Biancalana



   Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Editoriale Gusto DiVino 
  Editoriale Numero 210, Ottobre 2021   
Venti Anni di DiWineTasteVenti Anni di DiWineTaste  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Acquisteresti e consumeresti vino senza alcol o dealcolizzato?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Qual è il tuo consumo giornaliero di vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Agosto?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


☰ Menu

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste Segui DiWineTaste su Twitter Segui DiWineTaste su Instagram

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2022 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.