Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 33, Settembre 2005   
Silvio JermannSilvio Jermann Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
Numero 32, Estate 2005 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 34, Ottobre 2005

Silvio Jermann

A Farra d'Isonzo, in provincia di Gorizia, nascono i grandi e celebri vini di Jermann, bianchi e rossi, ma tutti con lo stesso fattore comune: un'impeccabile qualità

 Vintage Tunina. Chi, fra gli appassionati di vino, non ha mai sentito parlare - meglio ancora, apprezzato - questo celebre vino bianco? Un nome - Vintage Tunina - fra quelli che hanno fatto la storia recente dei vini d'Italia e che ha contribuito a diffonderne la fama nel mondo. L'elenco dei nomi “altisonanti” potrebbe continuare con Capo Martino e Where Dreams Have No Ends - che dopo nove anni di successi diventa “Were Dreams, Now It Is Just Wine!” - e che oggi è semplicemente “W… Dreams…”, dove nei puntini ognuno può ricorrere alla propria fantasia per apporre le proprie parole. Silvio Jermann preferisce completarlo con Where Dreams Can Happen. Questi i nomi dei tre vini bianchi più celebri di Silvio Jermann, vinnaiolo in Farra d'Isonzo nel territorio di Gorizia. Tre grandi vini bianchi. Ma solamente vini bianchi? Assolutamente no. La passione di Silvio Jermann ci regala anche vini rossi, eccellenti vini rossi, come il Pignacolusse e il Mjzzu Blau & Blau.


La famiglia Jermann
La famiglia Jermann

 Tutto inizia nel 1881, quando il bisnonno di Silvio, Antonio Jermann di origini Austriache, si stabilì a Villanova di Farra. Furono prima mezzadri e poco dopo proprietari, quando all'inizio del 1900 la produzione del vino divenne l'attività principale. Oggi l'antica cantina è condotta con successo da Silvio Jermann, che applicando la sua idea e il suo pensiero nella produzione di vino, ha ottenuto strepitosi successi in tutto il mondo. Silvio Jermann frequenta nel 1968 la Scuola di Enologia di Conegliano, apprendendo le nuove tecniche - a quei tempi rivoluzionarie e anticonformistiche per la rigida tradizione Italiana - che gli consentiranno più tardi di fare grandi vini. Ma le sue idee si scontrano con quella tradizione che voleva - a quei tempi - vini grassi e pesanti, quindi decide di volare in Canada e continuare a maturare la sua esperienza sempre pensando a quel futuro che avrebbe visto il vino così come lo immaginava.

 Al suo ritorno, il Friuli Venezia Giulia sta vivendo un cambiamento epocale condotto da altre grandi figure della regione - fra tutti Mario Schiopetto - e Silvio Jermann trova finalmente le condizioni ideali per imporre il suo pensiero, il suo modo moderno di vedere il vino. E fu proprio Mario Schiopetto a incoraggiare il giovane Silvio Jermann a continuare i suoi studi di enologia all'Istituto di San Michele all'Adige. Fu così la fine dei vini alcolici, carichi di colore, piatti nei sapori e poco attraenti. Iniziò una nuova era per la cantina di Jermann e per il Friuli Venezia Giulia: vini meno colorati ma più ricchi di aromi e sapori, dal gusto più moderno e con una personalità più spiccata, insomma vini capaci di conquistare l'anima di chi li assaggia. E questi sono i vini di Silvio Jermann, che a distanza di anni, rappresentano ancora oggi l'eccellenza dell'enologia Italiana nel mondo.

 Fra tutti, l'eccellente e celebrato “Vintage Tunina”, un capolavoro di impeccabile e rara classe, un brillante esempio di come un grande vino bianco può nascere anche senza ricorrere all'uso di botti o barrique. Il Vintage Tunina infatti fermenta e matura in vasche d'acciaio, lungamente a contatto con i propri lieviti. Il Vintage Tunina è un grande connubio di uve internazionali - Chardonnay e Sauvignon Blanc - con le grandi e pregiate uve della regione: Ribolla Gialla, Malvasia Istriana e il raro Picolit. Le prime prove di assaggio risalgono alla vendemmia 1973 e la prima annata fu posta in commercio nel 1975. Il Vintage Tunina è un vero uvaggio - cioè le uve sono vinificate insieme - con basse rese di 40-60 quintali per ettaro. Il nome Tunina si riferisce alla vecchia proprietaria del terreno dove si trovava l'originale vigneto - Antonia e che in dialetto diviene Tunina - la più povera delle amanti del celebre Casanova e che lavorò a Venezia come governante. Oggi il Vintage Tunina conferma - anno dopo anno - la sua grande eccellenza e la sua fama: un grande vino bianco per il quale tanto si è scritto e, c'è da essere certi, tanto ancora farà scrivere di sé.


 

 Così come gli altri vini bianchi di Silvio Jermann, tutti di ottima qualità ed eleganza. Fra questi spiccano in modo particolare l'attuale “W… Dreams…”, evoluzione di quel celebre vino nato nel 1987 con il nome Where the Dreams Have No Ends e dedicato all'album “The Joshua Tree” degli U2 e in particolare alla canzone “Where the Streets Have No Name”. Prodotto in maggior parte dal Chardonnay maturato in piccole botti, anche questo è uno dei vini che hanno portato Silvio Jermann all'apice dell'enologia. Così come il più “recente” Capo Martino - prodotto per la prima volta nel 1991 in occasione dei 110 anni di attività della famiglia Jermann a Villanova di Farra - da uve Tocai Friulano appassite e Ribolla Gialla, le due grandi bianche del Friuli Venezia Giulia. Capo Martino matura per 11 mesi in botte seguiti da 7 mesi di affinamento in bottiglia: un risultato eccellente che ha raccolto successi e consensi ovunque nel mondo.

 Le meraviglie della cantina di Silvio Jermann non sono solamente rappresentate da vini bianchi. Le sorprese arrivano anche dai vini rossi, due ottimi esempi di classe ed eleganza. Il primo è il Pignacolusse, singolare nome derivato da Pigna - cioè all'uva Pignolo con cui è prodotto - e Colusse, nome del vigneto. Il Pignolo - un'uva autoctona del Friuli Venezia Giulia - era destinata a una sicura estinzione, fortunatamente rivalutata dalle cantine della regione, trova in questo vino uno dei suoi più degni rappresentanti a conferma delle sue straordinarie qualità. L'altro rosso di Silvio Jermann è il Mjzzu Blau & Blau, prodotto in maggior parte con Franconia e una piccola parte di Pinot Nero. Silvio Jermann ricorda che sin da piccolo sentiva parlare il nonno di una vigna di Blaufränkisch (Franconia). Dopo molti anni decise di piantare nuovamente questa varietà d'uva, in omaggio allo spirito mitteleuropeo dal quale ha origine la famiglia Jermann. Il vino è dedicato a Sylvia Tunina - la figlia di Silvio Jermann - nata nello stesso giorno in cui il Vintage Tunina veniva premiato come il migliore vino bianco d'Italia.

 




Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Sauvignon 2004, Jermann (Italia)
Sauvignon 2004
Jermann (Italia)
Uvaggio: Sauvignon Blanc
Prezzo: € 15,00 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore giallo verdolino brillante e sfumature di giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di pesca, sambuco e peperone seguite da aromi di acacia, ginestra, ananas, litchi, pera e un accenno di minerale. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di pesca, litchi e ananas. Questo Sauvignon Blanc matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Pasta e risotti con pesce e crostacei, Pesce e crostacei saltati



Mjzzu Blau \& Blau 2003, Jermann (Italia)
Mjzzu Blau & Blau 2003
Jermann (Italia)
Uvaggio: Franconia (90%), Pinot Nero (10%)
Prezzo: € 20,00 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature di rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena e prugna seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, tabacco, liquirizia, cacao, eucalipto, chiodo di garofano e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e buona morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, buoni tannini. Il finale è persistente con ricordi di amarena, mirtillo e prugna. Questo vino matura per 16 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Carne alla griglia, Stufati di carne con funghi



Pignacolusse 2002, Jermann (Italia)
Pignacolusse 2002
Jermann (Italia)
Uvaggio: Pignolo
Prezzo: € 28,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature di rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime personalità con aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di mora e amarena seguite da aromi di prugna, violetta, pino, vaniglia, liquirizia, tabacco, cannella, cacao, macis e terra bagnata. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, buoni tannini, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di mora, prugna e amarena. Un vino ben fatto. Pignacolusse matura per 18-24 mesi in barrique.
Abbinamento: Carne arrosto, Selvaggina, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Capo Martino in Ruttaris 2003, Jermann (Italia)
Capo Martino in Ruttaris 2003
Jermann (Italia)
Uvaggio: Tocai Friulano, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Picolit
Prezzo: € 38,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Alla vista si presenta con un colore giallo dorato brillante e sfumature di giallo dorato, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di mela, nocciola e tostato seguite da aromi di biancospino, banana, ginestra, mandorla, miele, susina, pompelmo, pera e vaniglia. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e buona morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di susina, pera, nocciola e pompelmo. Un vino ben fatto. Capo Martino matura per 11 mesi in botte a cui seguono 7 mesi di affinamento in bottiglia.
Abbinamento: Pesce arrosto, Paste ripiene, Pesce stufato, Carne bianca arrosto



Were Dreams, Now It Is Just Wine! 2003, Jermann (Italia)
Were Dreams, Now It Is Just Wine! 2003
Jermann (Italia)
Uvaggio: Chardonnay
Prezzo: € 35,00 Punteggio:
Questo vino si presenta con un colore giallo dorato brillante e sfumature giallo dorato, molto trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di tostato, banana e susina seguite da aromi di ananas, acacia, agrumi, biancospino, mela, miele, nocciola, pompelmo, pralina, vaniglia e accenni di minerale. In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco fresco e buona morbidezza, comunque ben equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è molto persistente con lunghi ricordi di banana, nocciola, susina e pompelmo. Un vino molto ben fatto. Questo vino matura per 11 mesi in botte.
Abbinamento: Pesce arrosto, Carne bianca arrosto, Paste ripiene con funghi, Pesce stufato



Vintage Tunina 2003, Jermann (Italia)
Vintage Tunina 2003
Jermann (Italia)
Uvaggio: Sauvignon Blanc, Chardonnay, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Picolit
Prezzo: € 35,00 Punteggio:
Vintage Tunina si presenta con un colore giallo dorato brillante e sfumature giallo paglierino, molto trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di pesca, pera e susina seguite da aromi di banana, ananas, biancospino, anice, ginestra, miele, salvia, sambuco, pompelmo, mela e agrumi. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e buona morbidezza, comunque ben equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è molti persistente con lunghi ricordi di susina, pesca e pera. Un vino molto ben fatto. Vintage Tunina matura in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Pesce arrosto, Pesce stufato, Paste ripiene con funghi, Carne bianca arrosto



Jermann - Via Monte Fortino, 21 - 34070 Villanova di Farra, Gorizia - Tel. 0481 888080 Fax. 0481 888512 - Enologo: Silvio Jermann - Anno fondazione: 1881 - Produzione: 650.000 bottiglie - E-Mail: info@jermann.it - WEB: www.jermann.it


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 33, Settembre 2005   
Silvio JermannSilvio Jermann Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
Numero 32, Estate 2005 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 34, Ottobre 2005

Giornale di Cantina


 Questa rubrica è riservata ai produttori di vino che intendono rendere note particolari attività produttive, annunciare nuovi prodotti o semplicemente comunicare alla clientela informazioni e promozioni sulla propria attività e i propri prodotti. Inviare le notizie da pubblicare al nostro indirizzo e-mail.

 




 Gusto DiVino  Condividi questo articolo     Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 33, Settembre 2005   
Silvio JermannSilvio Jermann Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Maggio?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
In quale momento della giornata bevi abitualmente vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   
Qual è l'aspetto più piacevole della degustazione di un vino?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.