Cultura e Informazione Enologica - Anno XII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Diffusione:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 34, Ottobre 2005   
Conte Loredan GaspariniConte Loredan Gasparini Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
Numero 33, Settembre 2005 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 35, Novembre 2005

Conte Loredan Gasparini

Capo di Stato e Venegazzù della Casa, due vini che hanno raccontato la qualità del vino italiano nel mondo, ancora oggi supportata da ottimi vini e raffinati distillati

 Una leggenda nata da un'idea. Questo è ciò che si potrebbe raccontare del più celebre vino di Conte Loredan Gasparini - il Capo di Stato - quando pensò di creare un vino da servire durante le occasioni ufficiali della città di Venezia. Occasioni ufficiali e speciali come nel caso di una cena che vidde fra i commensali l'allora presidente della Repubblica Francese Charles de Gaulle. Fu proprio in occasione di una cena all'hotel Gritti di Venezia che Charles de Gaulle ebbe l'opportunità di assaggiare il Capo di Stato e di apprezzarne la qualità: il celebre presidente della Repubblica Francese divenne uno dei suoi più illustri sostenitori. Il Capo di Stato si guadagnò così la celebrità in tutto il mondo come emblema della qualità del vino italiano, dimostrando - fra l'altro - che grandi vini di taglio bordolese potevano essere creati anche in Italia. L'azienda agricola Conte Loredan Gasparini, ovviamente, non è solo Capo di Stato: altri celebri vini sono prodotti da questa cantina, compreso il Venegazzù della Casa e il Falconera rosso, tanto per citare alcuni nomi.


Una veduta dall'alto
dell'azienda agricola Conte Loredan Gasparini
Una veduta dall'alto dell'azienda agricola Conte Loredan Gasparini

 L'azienda agricola Conte Loredan Gasparini si trova a Venegazzù di Volpago del Montello - nel Veneto, nel cuore della marca trevigiana a nord di Treviso - in una zona celebre per la produzione dei vini già dal XVI secolo. Nel 1590 lo storico Bonifacio scriveva parole di merito sulla zona e sui vini di queste terre nella sua Historia Trevigiana: «Ha il contado di Trevigi boschi utili per molte legne e per la caccia… I terreni producono… vini buonissimi e il migliore è quello della riviera di Montello», un terreno composto prevalentemente di argilla ricca di ferro e componenti minerali. L'azienda fu fondata negli anni 1950 dal conte Piero Loredan, diretto discendente del Doge di Venezia Leonardo Loredan, il quale scelse il territorio di Vignigazzu per stabilire la propria dimora in una splendida villa palladiana. Dal 1973 l'azienda agricola Conte Loredan Gasparini è di proprietà del Sig. Giancarlo Palla, che si occupa - fra l'altro - anche della direzione dell'azienda che oggi si estende su una superficie di 80 ettari.

 Sin dagli anni della fondazione, il Conte Piero Loredan fece impiantare nei suoi vigneti le uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Malbech, Manzoni Bianco (Incrocio Manzoni 6.0.13 fra Riesling e Pinot Bianco) e Chardonnay. Il suo intento principale era quello di attivare una produzione vinicola di elevata qualità sull'esempio dell'enologia di Bordeaux. Fu inoltre costruita la cantina di maturazione dei vini, oggi completamente ammodernata e integrata con barrique di rovere francese (Nevers, Tronçais e Allier) e rovere di Slavonia, che si sono affiancate alle tradizionali botti da 25 ettolitri. l'opera di ammodernamento dell'originale cantina, ha consentito all'azienda agricola Conte Loredan Gasparini di raggiungere una capacità complessiva di 2.500 ettolitri per la maturazione dei vini. Inoltre, si è provveduto a costruire una cantina sotterranea - che si estende su una superficie di circa 1.500 metri quadrati - appositamente allestita per l'affinamento in bottiglia di vini spumanti metodo classico.


Il Sig. Giancarlo Palla, titolare
dell'azienda agricola Conte Loredan Gasparini
Il Sig. Giancarlo Palla, titolare dell'azienda agricola Conte Loredan Gasparini

 Nella cantina trovano spazio anche gli ottimi vini bianchi dall'azienda, oltre a un interessante Prosecco prodotto con le uve provenienti dai vigneti ubicati nella zona DOC Montello e Colli Asolani. Nonostante l'ottimo livello qualitativo dei suoi bianchi, l'azienda agricola Conte Loredan Gasparini è celebre per i suoi vini rossi, fra questi il Capo di Stato e il Venegazzù della Casa, il rosso che ha addirittura meritato una menzione fra i lemmi dell'importante e autorevole Enciclopedia Treccani. Il Venegazzù della Casa è un vino unico nel suo genere ed è prodotto in quantità limitate dai vigneti coltivati nella zona che porta lo stesso nome. Il Venegazzù della Casa nasce negli anni 1950 come risultato della più scrupolosa selezione di grappoli di uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Malbech. Un vino di taglio bordolese e che da anni rappresenta l'ottima produzione di questa cantina.

 Anche il Capo di Stato è prodotto da una selezione scrupolosa di uve raccolte a mano e in periodi differenziati. Le uve provengono in parte dal vigneto più vecchio dell'azienda detto “100 piante” e la restante parte dal vigneto “Falconera”, ubicato nei pressi della villa Loredan dove un tempo si svolgeva la caccia al falcone. Da questo stesso vigneto nasce anche l'ottimo Falconera Rosso da uve Cabernet e Merlot. Altra particolarità del Capo di Stato è rappresentata dalla sua etichetta. Nel 1967 l'artista padovano Tono Zancanaro (1906-1985) - volendo esprimere la sua ammirazione per questo eccellente vino di taglio bordolese - disegnò l'immagine del giovane che ancora oggi veste ogni bottiglia del Capo di Stato. L'artista dedico al vino due opere che riassumono l'anima maschile del vino e quella femminile dell'uva, che fondendosi danno origine alla medesima e nuova essenza. Da quel momento “des roses pour madame” “…et pour Monsieur la bombe” diventano l'immagine dell'etichetta del Capo di Stato.

 Il connubio fra l'uva e l'azienda agricola Conte Loredan Gasparini non si esaurisce solamente con la produzione di vino. Le vinacce delle uve utilizzate per la produzione dei vini sono infatti distillate dall'Antica Distilleria Negroni - di proprietà dell'azienda - per la produzione di grappa. Le vinacce dei migliori vini di Conte Loredan Gasparini continuano quindi a fare parlare di sé anche nei piccoli calici da grappa. Con le vinacce di Prosecco si produce l'omonima grappa, mentre con le vinacce di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Pinot Bianco e Prosecco si produce la Grappa di Venegazzù “Riva Vecia”. Stessa sorte è riservata alle vinacce del Capo di Stato e dalle quali è distillata la grappa che porta lo stesso nome, risultato della pluriennale ricerca e della sperimentazione sulla distillazione. Tutte le grappe di Conte Loredan Gasparini sono prodotte secondo il metodo tradizionale discontinuo a bagnomaria.

 




Legenda dei punteggi

Sufficiente    Abbastanza Buono    Buono
Ottimo    Eccellente
Vino eccellente nella sua categoria Vino eccellente nella sua categoria
Vino con buon rapporto qualità/prezzo Vino con buon rapporto qualità/prezzo
I prezzi sono da considerarsi indicativi in quanto possono subire variazioni a seconda del paese
e del luogo in cui vengono acquistati i vini




Montello e Colli Asolani Prosecco Brut 2004, Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Montello e Colli Asolani Prosecco Brut 2004
Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Uvaggio: Prosecco
Prezzo: € 10,00 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore giallo verdolino brillante e sfumature di giallo verdolino, molto trasparente, buona effervescenza, perlage fine e persistente. Al naso esprime aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di pera e ananas seguite da aromi di acacia, biancospino, mela, banana e pompelmo. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco effervescente e fresco, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi. Il finale è persistente con ricordi di pera e banana. Questo Prosecco fermenta per 2 mesi in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Aperitivo, Antipasti di verdure e crostacei, Pasta e risotto con crostacei



Manzoni Bianco 2004, Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Manzoni Bianco 2004
Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Uvaggio: Manzoni Bianco
Prezzo: € 12,00 Punteggio:
Questo vino si presenta con un colore giallo verdolino brillante e sfumature di giallo verdolino, molto trasparente. Al naso esprime buona personalità con aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di pera, mela e anice seguite da aromi di agrumi, ananas, biancospino, ginestra e susina. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di ananas, pera e susina. Questo vino matura per 3 mesi in vasche d'acciaio.
Abbinamento: Pasta e risotto con pesce, Pesce alla griglia, Pesce saltato



Falconera Rosso 2002, Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Falconera Rosso 2002
Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Uvaggio: Merlot (65%), Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc (35%)
Prezzo: € 15,00 Punteggio:
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature di rosso granato, poco trasparente. Al naso denota aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, ribes e prugna seguite da aromi di mirtillo, vaniglia, tabacco, liquirizia, cacao, peperone, pepe nero e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di prugna, amarena e mirtillo. Falconera Rosso matura per 12 mesi in botte.
Abbinamento: Carne alla griglia, Carne arrosto, Stufati di carne con funghi



Venegazz¨ della Casa 2000, Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Venegazzù della Casa 2000
Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon (70%), Merlot (15%), Cabernet Franc (12%), Malbec (3%)
Prezzo: € 18,00 Punteggio:
Alla vista si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature di rosso granato, poco trasparente. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e ribes seguite da aromi di mirtillo, violetta, vaniglia, liquirizia, tabacco, peperone ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e buona morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, buoni tannini. Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e ribes. Un vino ben fatto. Venegazzù della Casa matura per 14 mesi in barrique a cui seguono 14 mesi in botte.
Abbinamento: Carne arrosto, Stufati e brasati di carne, Formaggi stagionati



Capo di Stato 2000, Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Capo di Stato 2000
Conte Loredan Gasparini (Veneto, Italia)
Uvaggio: Cabernet Sauvignon (70%), Merlot (15%), Cabernet Franc (12%), Malbec (3%)
Prezzo: € 30,00 Punteggio: Vino eccellente nella sua categoria
Capo di Stato si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature di rosso granato, poco trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli, raffinati ed eleganti che si aprono con note di amarena, ribes e mirtillo seguite da aromi di mora, prugna, violetta, liquirizia, tabacco, vaniglia, cannella, cacao ed eucalipto. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e piacevole morbidezza, comunque ben equilibrato dall'alcol, corpo pieno, sapori intensi, buoni tannini, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di amarena, ribes e mora. Un vino ben fatto. Capo di Stato matura per 18 mesi in barrique a cui seguono 18 mesi in botte.
Abbinamento: Selvaggina, Carne arrosto, Brasati e stufati di carne, Formaggi stagionati



Conte Loredan Gasparini - Via Martignago Alto, 23 - Frazione Venegazzù - 31040 Volpago del Montello, Treviso - Tel. 0423 8700024 Fax. 0423 620898 - Enologo: Mauro Rasera - Paolo Grigolli - Anno fondazione: 1950 - Produzione: 350.000 bottiglie - E-Mail: info@venegazzu.com - WEB: www.venegazzu.com


 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 34, Ottobre 2005   
Conte Loredan GaspariniConte Loredan Gasparini Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
Numero 33, Settembre 2005 Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su TwitterNumero 35, Novembre 2005

Giornale di Cantina


 Questa rubrica è riservata ai produttori di vino che intendono rendere note particolari attività produttive, annunciare nuovi prodotti o semplicemente comunicare alla clientela informazioni e promozioni sulla propria attività e i propri prodotti. Inviare le notizie da pubblicare al nostro indirizzo e-mail.

 

Cesarini Sforza Lancia Tridentum

Nelle cantine della Cesarini Sforza Spumanti di Ravina (Trento), è stato ufficialmente presentato il nuovo spumante Trento DOC Metodo Classico Millesimato: Tridentum, il nome latino con il quale veniva chiamata, dai suoi fondatori romani, la città di Trento. Un nome di forte suggestione storica, che conserva intatta quella trentinità che, da sempre, è considerata un patrimonio e un'eredità culturale. Tridentum è sinonimo dello stretto legame che unisce il nuovo spumante Cesarini Sforza Trento DOC Metodo Classico Millesimato al suo territorio. Un territorio dal grande retaggio storico, dall'incomparabile bellezza naturale e dalla vocazionalità unica per l'ottenimento di grandi uve da destinare alla produzione di spumanti di qualità. Le uve provengono esclusivamente dalla zona classica dello Chardonnay trentino, identificata dal progetto “Zonazione” della Cantina La Vis e Valle di Cembra con il supporto scientifico dell'Istituto Agrario di San Michele all'Adige, e collocata - caso esemplare nella spumantistica italiana - fra i 350 e i 650 metri sul livello del mare, nelle condizioni di localizzazione e di esposizione ideali per ottenere spumanti dalla freschezza, dall'eleganza e dal bouquet eccezionali.
Il progetto “Zonazione” ha infatti dimostrato scientificamente che per le uve base spumante la zona di produzione è determinante, e uno dei fattori chiave per l'esaltazione della qualità è la quota altimetrica dei vigneti. ╚ dunque il “gran vigneto” della Cesarini Sforza che, unito alla maestria e all'esperienza dei tecnici della Casa, presenta oggi al pubblico degli estimatori e degli appassionati Tridentum, interprete nuovo e tuttavia autentico della terra trentina e delle sue genti.



 Gusto DiVino  Condividi questo articolo   Share on Google+   Sommario della rubrica Produttori Eventi 
  Produttori Numero 34, Ottobre 2005   
Conte Loredan GaspariniConte Loredan Gasparini Giornale di CantinaGiornale di Cantina  Sommario 
I Sondaggi di DiWineTaste
Quale tipo di vino preferisci consumare nel mese di Settembre?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Quando devi scegliere un vino, al ristorante o in un negozio, hai sempre le idee chiare?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 
Sei favorevole all'uso dei tappi sintetici nei vini?


Risultato   Altri Sondaggi

 Condividi questo sondaggio   Share on Google+ 


Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Diffusione:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2014 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.