Cultura e Informazione Enologica - Anno XVII
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 
Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini


Gli Eventi di DiWineTaste     Disponibile anche dal cellulare: https://www.DiWineTaste.com/mobile


Eventi del Periodo
Manzone: Barolo e vini delle Langhe
Perugia
Giovedì, 23 Maggio 2019

Eventi Svolti
Menhir: Vini del Salento
Sant'Andrea: Moscato di Terracina
Moncaro: Verdicchio, Piceno e Conero
Il Conventino di Monteciccardo
Ederle: Valpolicella e Amarone
Castel De Paolis: i grandi vini del Lazio
Endrizzi: l'eleganza dei vini del Trentino
Bocale: Sagrantino e Trebbiano Spoletino
Tenuta l'Impostino: Sangiovese di Montecucco
Casavecchia: Barolo e Diano d'Alba
Col d'Orcia: Brunello e Montalcino
Romanelli: Trebbiano Spoletino e Sagrantino
Ricci Curbastro: Magie di Franciacorta
Capannelle: Prestigio di Toscana
Sartarelli: la Magnificenza del Verdicchio
Kellerei Kaltern: La Magia del Lago di Caldaro
Moris Farms: Morellino e Avvoltore
Mirabella: la Classe della Franciacorta
Merotto: Prestigio di Valdobbiadene
Cantine del Notaio: Anima del Vulture
Arnaldo Caprai: Montefalco e Sagrantino
L'Armangia: Piemonte, Nizza e Canelli
Pietramore: Colline d'Abruzzo
Umani Ronchi: Marche e Abruzzo
Planeta: Essenza di Sicilia
Cobellis: Terra di Cilento
Ressia: l'Eleganza del Barbaresco
Colle Moro: Vini d'Abruzzo
Manzone Giovanni: il Grande Barolo
Bindella: Nobile di Sangiovese
Cavit: Eccellenze del Trentino
Tenute Martini: Barolo e Langhe
Castello Poggiarello: Super Tuscans
Matteo Correggia: il Grande Roero
Valle dell'Acate: Rossi di Sicilia
Fattori: Amarone e Soave
San Biagio: Birra Monastica Umbra
Mossio: Grandi Vini delle Langhe
Ferrari e Tenute Lunelli
Ca' Rossa: Rossi e Sangiovese
Tenuta Cocci Grifoni: Offida e Piceno
Antonelli San Marco e il Sagrantino
Tenute Silvio Nardi e il Brunello
Luigi Maffini: Fiano e Aglianico
Colle Picchioni
Vignavecchia: Chianti Classico
Birra Flea
Ederle: Amarone e Vini di Verona
Albea: Vini di Puglia
L'Armangia: Piemonte e Nizza
Castello Banfi
Demarie: Roero e Langhe
Umani Ronchi
Il Sagrantino di Lungarotti
Altemasi: Trentodoc e Vino Santo
Tenuta Le Velette
Il Barolo di Giacomo Fenocchio
Il Soave Amarone di Fattori
Cantine Barbera
L'Amarone di Santa Sofia
Il Sagrantino di Villa Mongalli
Il Brunello di Cinelli Colombini
Il Vulture di Cantine del Notaio
Lunarossa
Tenuta Cocci Grifoni
Birra Baladin
Ressia: il Barbaresco
Moris Farms
Franco Mondo
Letrari
Il Sagrantino di Romanelli
Novaia
Altesino
Marco Cecchini
Carbone: Vini del Vulture
Decugnano dei Barbi
Birre d'Europa
Endrizzi
Il Nobile di Bindella
Cascina Garitina
Garofoli
Ricci Curbastro
Tenute Silvio Nardi
Lungarotti
Rocca delle Macie
Cascina I Carpini
Tabarrini: Cru di Sagrantino
Birra del Borgo
Roccafiore e i vini di Todi
Cantele: vini del Salento
Il Nobile di Valdipiatta
Fattori Giovanni
Il Barbaresco di Ressia
Arnaldo Caprai
Il Barolo di Marco Curto
Donatella Cinelli Colombini
Speri
Antonelli San Marco
Masciarelli
Bindella - Vallocaia
Castello delle Regine
Franciacorta Gatta
Panizzi
Umani Ronchi
Mossio
Pianadeicieli
Ceraudo
Fazi Battaglia
Duca di Salaparuta
Franco Todini
Italo Cescon
Colle di San Domenico
Tre Monti
Il Prosecco di Merotto
Il Sagrantino di Tabarrini
Erik Banti
Cantine del Notaio
Mario Schiopetto
Champagne Drappier
Erste & Neue
Avignonesi
Marsala Florio
Leone de Castris
Roberto Scubla
Bertani
Franciacorta Bersi Serlini
Casale del Giglio
Una Sera con il Marsala
Il Sagrantino di Adanti
Il Nebbiolo di Triacca
I Vini di Ca' Rugate
Castello di Corbara
I Vini di Castello Banfi
A Tavola con il Marsala
I Vini di Dezi

 Condividi questo evento   

Menhir: Fiano, Primitivo, Susumaniello, Negroamaro e i grandi vini del Salento
Perugia
Giovedì, 28 Marzo 2019
L'evento dedicato alla cantina Menhir di Minervino, in provincia di Lecce, è stata una straordinaria occasione per comprendere il fascino dei vini del Salento, raccontato da sei vini, tutti prodotti con le tipiche varietà autoctone della Puglia e di questo territorio. All'evento ha preso parte Floriana Antonazzo - in rappresentanza della cantina Menhir - raccontando le caratteristiche enologiche del Salento oltre a sottolineare l'unicità dei vini degustati nel corso dell'evento e le uve utilizzate per la loro produzione. Occasione unica e straordinaria, infatti, per degustare vini prodotti con Verdeca, Fiano, Primitivo, Negroamaro, Malvasia Nera e Susumaniello, varietà che sta ottenendo un progressivo interesse da parte dei produttori del Salento e capace di regalare vini di preziosa personalità. La serata inizia con un vino bianco prodotto con una delle varietà tipiche di Puglia: Verdeca 2018. Vino immediato e fresco, con piacevole acidità, regala al naso profumi che ricordano gli agrumi e fiori, impreziosito al gusto da una sostenuta mineralità. Se procede quindi con il secondo bianco della serata - Pass-O 2018 - vino prodotto con Fiano in purezza, offrendo un'interpretazione interessante sulle potenzialità di questa straordinaria uva bianca nel Salento. Al naso evoca profumi di frutti con piacevoli percezioni che giungono anche alla frutta esotica, in bocca non tradisce la natura solida e strutturata tipica del Fiano. L'enologia del Salento è intimamente legata alla produzione di vini rosati, stile di vino che - ovviamente - non poteva mancare in questo evento. Il terzo vino della serata è stato infatti Pietra Rosato 2018, frutto dell'unione di Primitivo e Susumaniello, con piacevoli profumi di piccoli frutti di bosco, vino di piacevole freschezza nella quale emergono entrambe le varietà utilizzate per la sua produzione. Si passa quindi all'unico vino a denominazione della serata: Salice Salentino Rosso Numero 0 2018, prodotto con Negroamaro e Malvasia Nera, maturato in barrique per tre mesi. Questo rosso offre un'interpretazione immediata e diretta del Salice Salentino, nel quale è favorita l'espressione di fiori e frutti, senza sacrificare l'identità delle due uve e del territorio. Vino che ha suscitato notevole interesse è stato il quinto vino dell'evento - Pietra Susumaniello 2017 - nel quale questa particolare varietà pugliese stupisce per la spiccata personalità perfino erbacea unita a piacevoli sensazioni di frutti, qualità che sono evidentemente favorite dalla vinificazione in vasche d'acciaio. La serata si conclude con Calamuri 2015, prodotto con Primitivo in purezza proveniente da un vigneto di 80 anni, maturato per 12 mesi in barrique di rovere francese e americano. Ricco, potente, di morbidezza suadente, al naso e in bocca esprime pienezza sensoriale di mora, prugna e amarena, arricchite da percezioni terziarie nelle quali si riconoscono cioccolato, tabacco e piacevole balsamicità di mentolo. La degustazione sensoriale dei vini è stata condotta da Antonello Biancalana - editore di DiWineTaste - il quale ha curato, come di consueto, l'ideazione delle pietanze abbinate ai vini della cantina Menhir e realizzate dalla cucina della Locanda dei Golosi, guidata dallo Chef Emiliano Buccolini.


I sei vini della Cantina Menhir degustati nel corso della serata

I sei vini della Cantina Menhir degustati nel corso della serata


Floriana Antonazzo durante uno dei suoi interventi

Floriana Antonazzo durante uno dei suoi interventi


Antonello Biancalana durante la degustazione del Calamuri 2015

Antonello Biancalana durante la degustazione del Calamuri 2015


Un momento della serata

Un momento della serata



Antonello Biancalana intervista Floriana Antonazzo
 Condividi questo video   


 Condividi questo evento   



Eventi Sondaggi Servire il Vino EnoForum EnoGiochi Luoghi del Vino Aquavitae Guida dei Vini
Prima Pagina Chi Siamo:Scrivici:Arretrati:Pubblicità:Indice 

Informativa sulla Riservatezza

Scarica la tua DiWineTaste Card gratuita  :  Controlla il tuo Tasso Alcolemico  :  Segui DiWineTaste su Segui DiWineTaste su Twitter

Scarica DiWineTaste
Copyright © 2002-2019 Antonello Biancalana, DiWineTaste - Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati in accordo alle convenzioni internazionali sul copyright e sul diritto d'autore. Nessuna parte di questa pubblicazione e di questo sito WEB può essere riprodotta o utilizzata in qualsiasi forma e in nessun modo, elettronico o meccanico, senza il consenso scritto di DiWineTaste.